Come cuocere a vapore

Quella a vapore è la cottura più sana che esista in cucina, perché non necessita di grassi aggiunti e preserva le vitamine e i sali minerali contenuti negli alimenti. Si può fare al forno, in una vaporiera o nei cestelli in bambù tipici della cucina orientale.
Lo chef Beppe Sardi, del ristorante il Grappolo di Alessandria, invece, ci insegna in questa scuola di cucina una tecnica semplice in cui non è necessario avere una vaporiera. Basta utilizzare una pentola piena d’acqua bollente e due piatti.
Con questo metodo ci vorranno pochi minuti per cuocere di tutto: dal cavolfiore, che può essere abbinato alla fonduta di Taleggio, al filetto di branzino da abbinare a una ratatouille di verdure, ai fiori di zucca da servire con una bella crema di Parmigiano Reggiano



Ingredienti per quattro persone:

  • 1 petto di pollo tagliato a fette
  • sale
Strumenti:
  • 1 pentola
  • 1 piatto
Procedimento:
  1. Porre un piatto su una pentola di acqua calda in ebollizione. Preparare il cibo che andrà cotto a vapore, in questo caso il petto di pollo. Tagliare delle fettine di carne sottili e disporle sul piatto che si sta riscaldando sulla pentola. Se desiderato, aggiungere un pizzico di sale e un filo d'olio extravergine di oliva.
  2. Coprire la carne con un altro piatto in modo che sfiati ai lati e lasciar cuocere grazie al calore del vapore. Invece di comprare nuovi strumenti da cucina, con quello che avete già in casa, potrete cucinare perfettamente i vostri cibi a vapore, in modo che siano più sani e più dietetici.

Sigla.com - Internet Partner