Fave pugliesi

Secondo la leggenda, piuttosto che attraversare un campo colmo di piante di fave, Pitagora, mentre fuggiva dagli scherani di Cilone, preferì farsi raggiungere e uccidere.
 
Nei paesi del Gargano le ragazze da marito, nella notte di San Giovanni Battista, infilavano tre fave sotto il cuscino, una con la buccia, una senza, e una morsicata e poi ne pescavano una a caso per predire la loro vita una volta sposate.
 
Le fave sono tipiche della Puglia dove il terreno, ricco di argilla e calcare è ideale per la loro coltivazione.
 

Le fave pugliesi si presentano con semi grandi ed appiattiti e Davide Oltolini le ha degustate per noi. All’assaggio appaiono tenere e di grande tendenza dolce con chiusura spesso leggermente amaricante.
 
Vi consigliamo di consumarle con un filetto di manzo e speck o con una zuppetta di code di gamberoni e bottarga.
 
Le fave pugliesi si trovano anche nella linea Sapori&Dintorni Conad.
 

Sigla.com - Internet Partner