Tai Rosso

Seducente, aromatico, dal colore inconfondibilmente dorato, il Tai è ritenuto da molti il migliore ed il più rappresentativo vino del Veneto orientale. Il vitigno tocai che dà origine a questa inimitabile eccellenza enologica, ha trovato nei terreni di origine alluvionale e nel favorevole microclima di questa zona il suo habitat ideale.

La sommelier Adua Villa ci accompagnerà in un affascinante viaggio nella storia (contributi Oderzo) nella cultura, nei colori e nei profumi per conoscere chi con passione e competenza porta avanti la tradizione della viticultura in questa magnifica area del nord est.

All'estremo confine orientale della provincia di Venezia il Tai assume la denominazione di Lison, una terra ricoperta da vigneti che in questa stagione tinteggiano la pianura di caldi colori autunnali e che vive da millenni una fortunata simbiosi con la vite. I numerosi reperti storici che gli scavi di concordia sagittaria, l'antica Julia Concordia, hanno portato alla luce,  testimoniano l'importanza strategica che questa zona aveva in epoca romana e rappresentano oggi una importante attrattiva turistica nel percorso della strada del vino Lison Pramaggiore.
Cuore della strada del vino Lison Pramaggiore è la città di Portogruaro.  Attraversata dal fiume Lèmene, che incontra nel suo centro storico gli antichi mulini, questa magnifica cittadina di origine medievale vanta uno dei più suggestivi centri storici di tutta la regione. L'incantevole Piazza del Municipio gli antichi palazzi medievali e rinascimentali, i portici che percorrono le vie centrali: sorseggiare un bicchiere di Lison all'ombra del campanile pendente della cattedrale di Portogruaro significa bere direttamente alla fonte della storia.

I colli Berici, dolci rilievi formatisi nella notte dei tempi sul fondo di un antico mare, spiccano a sud della provincia di Vicenza in una pianura di origine alluvionale: un'area di circa 165 kmq nella quale ampie superfici boschive incontaminate si alternano a zone ricoperte da vigneti, che qui trovano terreni e microclimi favorevoli per la loro coltivazione.

I colli Berici, oltre a essere un paradiso naturalistico situato a pochi passi dalle più importanti città della Pianura Padana, vantano anche la presenza di affascinanti opere architettoniche del passato: una viaggio fra boschi, vigneti e ville Palladiane alla scoperta dell'enogastronomia locale è quanto i colli Berici possono offrire a tutti coloro che vogliano concedersi una parentesi rigenerante.
Le fredde correnti prealpine, mitigate dai venti provenienti dal mare Adriatico, creano in questa area un microclima ideale per la produzione di vini di alto pregio, in modo particolare dell'autoctono Tai Rosso, un vino versatile e delicato, realizzato con uve tocai coltivate sul territorio dei Colli Berici da oltre centocinquant'anni.

Sigla.com - Internet Partner