Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Cinta senese

Dop dal 2012, questa razza suina, una delle cinque autoctone italiane ancora presenti sul suolo nazionale, ha rischiato l'estinzione negli ultimi decenni. A salvarla, il lavoro e la passione di alcuni allevatori, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia di Siena, Associazione Provinciale degli Allevatori Senesi (APA) e altri enti preposti

SCHEDA PRODOTTO

cinta-senese
La cinta senese è una razza suina italiana, riconosciuta a denominazione d’origine protetta (Dop) dalla commissione europea nel 2012. È una razza antica che, come dice il nome, era diffusa sulle colline del senese, in Toscana. La cinta senese era probabilmente già allevata al tempo degli Etruschi e degli antichi Romani, ma le prime attestazioni certe della sua presenza sul territorio toscano risalgono al Medioevo. In un affresco di Ambrogio Lorenzetti del 1338, conservato nel palazzo comunale di Siena, sono ritratti alcuni esemplari di cinta senese.

La cinta senese è una razza suina di taglia media, molto resistente, dal corpo longilineo e gli arti lunghi e robusti. Il mantello è di colore scuro, con una caratteristica banda di pelo bianco che cinge il torace e le zampe posteriori dell'animale. Per le sue caratteristiche di robustezza e resistenza, la cinta senese era una razza molto diffusa fino agli anni '50. In quel periodo però, in Toscana, vennero introdutte altre razze di suino, più prolifere della cinta senese e pronte per la macellazione dopo solo 6 mesi di vita. Fu così che la cinta senese rischiò l'estinzione. Alla fine degli anni '90, quando un gruppo di allevatori decise di reintrodurre la razza autoctona toscana, ne erano rimasti solo 150 esemplari. Per valorizzare questo animale italiano, nel 2000 è nato il Consorzio di Tutela della Cinta Senese.

La cinta senese deve essere allevata allo stato brado o semibrado, in ampie aree recintate, dove i boschi si alternano a qualche radura. Questo garantisce alle carni caratteristiche uniche, come la sapidità: la carne della cinta senese è più rossa e gustosa delle altre carni suine. Le carni hanno inoltre qualità dietetiche per la maggiore concentrazione di acidi grassi insaturi, in particolare della serie Omega 3 (i quali sono associati a una diminuzione dei grassi nel sangue) e Omega 6 (i quali hanno una azione antitrombosi), e di acido oleico (che permetter di contrastare il colesterolo).

I salumi prodotti dalla cinta senese si presentato al palato particolarmente aromatici e appetitosi. Provateli nella ricetta dei tortelli al piccione e rigatino di cinta senese o come aperitivo in accompagnamento a un calice di Chianti classico.
PUNTI D'INTERESSE

Piccoli suggerimenti su dove assaporare l'arte

SCOPRIRE CON SAPORIE