Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci
  • 60
  • 45
  • 4 pers.
  • Bassa
  • Medio
Ciciri e tria, ovvero: la pasta e ceci del giorno di San Giuseppe, in cui si festeggiano tutti i papà. Il 19 marzo si cucina per la Festa del papà, seguendo una ricetta salentina che ha origini che risalgono alla tradizione contadina della cucina povera ma ricca di gusto e nutrimento. Originariamente - e ancora oggi - i ceci venivano lessati a pignata, ovvero nel camino, in un tegamino appoggiato sopra alla tradizionale pentola di terracotta con la quale si cucinano i legumi secchi. 
Si tratta di una sorta di piatto unico o minestra, a seconda di quanto si preferisca farla asciugare o lasciarla molto liquida. La pasta è fresca e senza uova, ma fatta solo farina e acqua; per arricchire la ricetta in occasione della Festa del papà, normalmente friggere qualche filo di pasta nell’olio d’oliva, per poi aggiungerla al piatto a mo' di guarnizione.
La pasta e ceci va fatta sul momento, perché va servita subito, altrimenti rischia di asciugarsi troppo, dato che la pasta fresca tende ad assorbire i liquidi molto velocemente.
Con ciciri e tria hai a che fare con una ricetta della tradizione. Tipica della cucina pugliese, pasta e ceci è uno degli abbinamenti più classici che ci siano; i ceci sono sorprendenti per il loro sapore unico, ma che si sposa bene con molti ingredienti.
Con pesci e molluschi, ad esempio: nell'insalata di ceci con sedano e alici, oppure ridotti ad una crema che accompagna il baccalà, oppure delle capesante o ancora nella zuppetta con ceci e cozze, in quella con le vongole o, infine, in un piatto gourmet, come con i baby calamari.

E' meglio comprare i legumi secchi e cucinarli subito, anche se si ha la possibilità di conservarli facilmente a lungo. Più invecchiano, infatti, e più tempo richiederanno per essere portati a cottura. Comunque, hai tutto il tempo: basta consumarli ad un anno dall'acquisto! Prima della cottura i ceci è bene metterli in ammollo in acqua con un cucchiaio di farina e un cucchiaino di bicarbonato per renderli più digeribili e farli cuocere più in fretta.

COME SI PREPARA?
ingredienti
  • senza frutta secca
  • senza latte
  • senza uova
  • senza crostacei
Ingredienti per quattro persone:
  • 500 g di ceci secchi
  • 2 cipolle
  • 300 g di pasta piccola e corta
  • 3 pomodori pelati
  • peperoncino
  • rosmarino
  • salvia
  • olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe  
preparazione
Fasi di preparazione:
  1. La sera prima lavare i ceci, metterli in ammollo in abbondante acqua e lasciarli fino al mattino dopo. L'indomani, mettere i ceci in una pentola con la stessa acqua in cui sono stati in ammollo, farli cuocere e poi aggiungere qualche cucchiaio d'olio extravergine di oliva.
  2. Unire i pomodori pelati privati dei semi, qualche foglia di rosmarino, di salvia e un po’ di peperoncino. Aggiustare poi di sale e pepe e continuare la cottura a fuoco moderato.
  3. Quando i ceci saranno cotti, aggiungere la pasta mescolando spesso e, se occorre, unire qualche cucchiaio di acqua.
  4. Servire la pasta e ceci ben calda, irrorare con un filo d'olio e cospargere con il parmigiano grattugiato. Per ottenere un piatto più cremoso si può frullare una parte dei ceci e unire il passato nuovamente nella pentola.
  5. Se gradito, è possibile rosolare anche qualche dadino di pancetta per insaporire il piatto. Accompagnare la pasta e ceci di San Giuseppe con un bel bicchiere di vino rosso.
SCUOLA DI CUCINA

Impara passo dopo passo con i corsi tenuti dagli chef Saporie

PUNTI D'INTERESSE

Piccoli suggerimenti su dove assaporare l'arte

SCOPRIRE CON SAPORIE