Esci

Quinoa e bambu. La piramide alimentare si fa transculturale

Preferiti
Condividi
alt
È dedicata al milione di bambini stranieri che vivono ormai stabilmente in Italia la nuova piramide alimentare ideata dalla Società Italiana di Pediatria. Una “piramide transculturale” che per agevolare una maggiore integrazione, nutrizionale e culturale, include ora anche la quinoa e il bambu

È dedicata al milione di bambini stranieri che vivono ormai stabilmente in Italia la nuova piramide alimentare ideata dalla Sip (Società Italiana di Pediatria). Una “piramide transculturale” che per agevolare una maggiore integrazione, nutrizionale e culturale, include ora anche la quinoa e il bambu.
 
"I principi della piramide alimentare transculturale per l'età pediatrica sono quelli della dieta mediterranea, integrata da cibi multietnici - spiega Elvira Verduci, consigliere nazionale Sip - elevata assunzione di verdura, legumi, frutta, noci e cerali integrali; consumo di pesce medio alto; elevata assunzione di acidi grassi insaturi (olio di oliva); basso intake di acidi saturi grassi e di prodotti caseari; ridotta assunzione di carne, soprattutto rossa, apporto moderato di sale e attività fisica quotidiana".
 
La piramide, pensata per i pediatri di famiglia ma anche per scuole e comunità, intende preservare le tradizioni e i costumi delle varie etnie, senza trascurare un adeguato apporto di nutrienti.

di Alessandra Cioccarelli


alt

Scopri alcune delle nostre ricette

Leggi anche...

Contenuti preferiti