Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

10 cose che non sapevi di poter cucinare nel microonde

Se c'è un elettrodomestico più bistrattato, sottovalutato e incompreso quello è sicuramente il microonde. Spesso viene associato ai piatti pronti, a chi ha poco tempo per cucinare, senza dare una dignità a quello che è un vero e potentissimo strumento di cottura.
10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde
Se c'è un elettrodomestico più bistrattato, sottovalutato e incompreso quello è sicuramente il microonde. Spesso viene associato ai piatti pronti, a chi ha poco tempo per cucinare, senza dare una dignità a quello che è un vero e potentissimo strumento di cottura. Io ho imparato ad apprezzarne i pregi quando avevo i figli appena nati, scaldare il latte al microonde è quello che può fare la differenza tra vivere e morire, tra l'addormentarti con il pentolino sul fuoco mentre vaghi per casa stile zombie alle 4 del mattino con bambino urlante al seguito. Ha sostituito a pieno titolo anche il bollitore: ho una cucina grande ma non ho abbastanza spazio per tutte le caccavelle su cui poso lo sguardo, quindi l'acqua per il mio tè bolle facilmente nel microonde. E i piselli surgelati grazie al mio amico micro sono cotti in 4 minuti, basta metterli coperti in un contenitore adatto, con un cucchiaio d'acqua. Massima potenza e si parte. Non relegatelo a riscaldare avanzi o a macchina per i popcorn, vediamo insieme 10 modi per sfruttare al massimo le sue potenzialità.
Per cominciare a utilizzarlo al meglio, dovete prima di tutto capire le regole del gioco: il microonde ha delle impostazioni dei temperatura. Più alto sarà il voltaggio, più il cibo cuocerà in fretta. A 400 watt, per esempio, il vostro microonde è simile a un disidratatore, ma a 800 watt il vostro fornetto sarà in grado di cuocere al vapore o di friggere. Il cibo migliore da utilizzare è quello ricco di acqua, come frutta, verdura e pesce. Come dicevo poco sopra a proposito dei piselli surgelati, quasi tutte le verdure cuociono perfettamente al vapore nel microonde, basta coprire il contenitore e aggiungere un cucchiaino d'acqua. 

 
10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Chips di patate

Una versione più sana delle patatine "nel sacchetto", e ci metterete soltanto qualche minuto in più per prepararle di quanti ci mettereste ad aprirlo. 


Prendete le vostre patate e affettatele finemente con una mandolina. Mettete le patate tagliate in una ciotola con acqua fredda in modo che non si anneriscano. Sciacquatele sotto acqua corrente, tamponatele con carta assorbente poi lasciatele asciugare bene in una centrifuga per insalate. Prendete un piatto grande e disponete sopra le fette di patata. Spennellatele con olio d'oliva e sale, e fate bene attenzione che le fette non si tocchino tra loro o si attaccheranno. Mettete il piatto nel microonde alla massima potenza per 3 minuti, poi girate le patate e lasciate cuocere per altri 2 minuti. Ripetete l'operazione finchè non risulteranno croccanti e dorate, ma fate attenzione che tendono a bruciare in fretta. 

 

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Marmellate

Siete fan della marmellata homemade ma non avete mai avuto il coraggio di prepararla in casa? Provate con il metodo del microonde, vi servirà solo quello e un robot da cucina. Oltre agli ingredienti, naturalmente.

Nel robot da cucina mettete un'arancia tagliata in quarti, 2 limoni a spicchi senza semi e le foglie di due rametti di timo, azionate il robot fino a ridurre il composto in pezzetti da circa 1 cm. Pesate il composto ottenuto, unite lo stesso peso in zucchero e mescolate. Versate 1 cucchiaio di sciroppo di mais ogni 150g di mix di agrumi e zucchero. Mettete il tutto nel microonde a massima potenza per circa 2 minuti, poi a potenza minima per altri 4. Trasferite il tutto nei vasetti, chiudeteli e lasciateli raffreddare capovolti a temperatura ambiente. Si conserva in frigo per 2 mesi circa. 

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Torta in tazza alla nutella

Fare una torta da zero in cinque minuti senza i preparati pronti da supermercato, sembra un sogno e oggi noi vi aiuteremo a realizzarlo. Perchè sì, si può fare. Cosa serve per far trasformare il sogno in realtà: una tazza e il microonde, il vostro nuovo migliore amico. 

Mescolate in una tazza, non da tè una tazza dai bordi alti per il caffè americano, 4 cucchiai di farina autolievitante, 4 cucchiai di zucchero semolato, 1 uovo, 3 cucchiai di cacao in polvere, 3 cucchiai di Nutella, 3 cucchiai di latte e 3 cucchiai di olio d'oliva. Mescolate bene fino a ottenere un composto liscio, mettete la tazza nel microonde a massima potenza per 2 minuti. Finite con panna e cioccolato fuso. 

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Riso

Non stiamo parlando di risotto, per quello non ci sono scorciatoie: bando alla pigrizia e seguite bene le nostre indicazioni. Ma per un riso al vapore il microonde sarà la vostra arma segreta, prepararlo così vi richiederà la metà del tempo rispetto alla cottura tradizionale. Il rapporto tra riso e acqua è di 350mo di acqua per 185g di riso. Sciacquate bene il riso, mettetelo in una ciotola adatta alla cottura in microonde senza coperchio e fatelo cuocere con l'acqua alla massima potenza per 10 minuti. 

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Omelette

Dicono che saper preparare una semplice omelette sia il vero test per valutare le doti culinarie. Vi diamo qualche dritta per farla nel microonde, il risultato non sarà da chef stellato, ma ci va molto vicino. 

Sbattete 2 uova con 2 cucchiai d'acqua e un pizzico di sale e pepe. Mettete nel microonde un pezzetto di burro in un piatto di vetro per 30 secondi alla massima potenza. Versate le uova nel piatto con il burro sciolto, coprite con la pellicola, lasciando uno spiraglio per i ricircolo d'aria. Rimettete il piatto nel microonde a massima temperatura per 1 minuto e mezzo. Aggiungete il vostro condimento preferito (zucchine, patate, prosciutto, fontina, non ci sono limiti alla fantasia) e ripiegate l'omelette a metà.

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Pesce

Come accennavo all'inizio, il cibo con alto contenuto d'acqua è quello che meglio si presta alla cottura in microonde, e il pesce in particolare è un candidato eccellente. Per un piatto semplice e veloce fate sciogliere un pezzetto di burro nel microonde, poi unite 2 cucchiai di vino bianco o brodo vegetale. Mettete 4 filetti di pesce bianco o di salmone in un contenitore adatto a questo tipo di cottura, mescolate con il mix di burro e fate cuocere a massima temperatura per 3 minuti. il pesce sarà cotto quando risulta opaco al centro. Se necessario cuocete per altri 30 secondi. 

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Nocciole tostate

Quando si parla di frutta secca, la tostatura è molto importante perchè aiuta il rilascio di tutti gli olii essenziali che contiene. Di solito questa operazione viene fatta nel forno, ma anche il microonde può svolgere facilmente lo stesso compito. La cottura non gli darà lo stesso colorito marroncino del forno ma otterrete la medesima texture croccante e il sapore inconfondibile. 

Mettete le nocciole su un piatto adatto alla cottura in microonde, disponendole tutte su un solo strato. Fatele cuocere alla massima potenza a intervalli di 1 minuto fino a quando non risulteranno croccanti. Il tempo di cottura dipende dalla quantità di frutta secca che state utilizzando. 

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Chips di cocco tostato

Che le usiate per decorare un dolce o come snack spezzafame (io ne sono terribilmente dipendente), fare queste chips in casa non è mai stato così semplice. Ricavate le vostre fettine sottili di cocco e disponetele su un piatto adatto alla cottura in microonde. Fatele cuocere alla massima potenza per 30 secondi, mescolandole a intervalli regolari. Proseguite così per 10 minuti. 

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Carciofi

Cucinare e pulire i carciofi non è proprio in cima alla nostra lista dei desideri. Con questo metodo il vostro carciofo passerà da crudo a cotto in una decina di minuti. Non dimenticate di aggiungere un goccio di succo di limone perchè non si annerisca.

Mettete i carciofi puliti su un piatto adatto alla cottura in microonde, unite poca acqua e coprite con la pellicola. Avvolgete la pellicola stretta intorno al piatto perchè è importante che all'interno si crei una camera di vapore con l'acqua aggiunta. Mettete il piatto nel microonde alla massima potenza per 4 minuti. Lasciate riposare i carciofi per 4 minuti ancora coperti (lasciateli pure nel microonde spento). Se toccando le foglie esterne si staccano facilmente, allora i carciofi sono pronti. Se non dovessero essere ancora cotti, proseguite la cottura 1 minuto alla volta, lasciandoli riposare poi per un altro minuto. 

10-cose-che-non-sapevi-di-poter-cucinare-nel-microonde

Aglio

Pelare l'aglio è uno dei compiti più noiosi della cucina, ma non deve esserlo per forza. Il nostro alleato microonde ci viene in soccorso per sollevarci, in parte, da questo ingrato compito. Mettete in microonde un'intera testa d'aglio per 20 secondi, poi pelatela. Una volta che il vapore rompe i legami chimici tra la pellicina dell'aglio e l'aglio stesso, la buccia verrà via da sola, senza bisogno di coinvolgere coltelli e frustrazione. 

 

SCOPRIRE CON SAPORIE