Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Kombucha: il tè antico e le sue proprietà

Il kombucha non è un tè pomeridiano da sorseggiare con gli ospiti. 

Il tè Kombucha è un particolare tipo di tè fermentato che ha origini orientali. Si tratta di un tè con origini antichissime, la cui coltura risale a duemila anni fa. Pare, infatti, che si coltivi dal 250 a.C., anche se l'alimento si diffuse poi dalla Cina in tutto l'Oriente duecento anni più tardi, arrivando fino in Giappone. Il suo nome, Kombucha, è infatti di origine giapponese. Tra Ottocento e Novecento, il tè kombucha diventò amato e famoso anche in Russia e Ucraina, che da sempre fanno da ponte tra Europa e Oriente. 

Le proprietà del tè Kombucha

Il gusto, per via del suo metodo di preparazione, può cambiare molto. A volte assomiglia a un sidro molto aspro, altre diventa dolciastro e piccante al tempo stesso, altre volte ancora diventa amarognolo. La coltura di kombucha, in effetti, è molto particolare e un solo ceppo di questa pianta può nascondere tutti questi sapori. Non è solamente, quindi, una questione legata alla fermentazione, ma in generale alle caratteristiche della kombucha che possono variare da pianta a pianta. Esistono, insomma, davvero moltissime combinazioni di sapore e livelli di intensità di kombucha.

Oggi, moltissimi si dedicano alla fermentazione, ma pochi sanno che non si tratta di altro che di un metodo di conservazione che trasforma gli alimenti in modo drastico. Chiamato tè dell'immortalità, anche il kombucha si trasforma completamente nel processo di fermentazione. Oggi, lo definiamo semplicemente superfood. In particolare, il kombucha sviluppa sostanze probiotiche che nutrono la flora batterica del nostro intestino; rafforza il sistema immunitario; aiuta il nostro organismo in fase di guarigione; è un efficace antinfiammatorio; si dice che abbia proprietà curative che combattono l'asma e l'osteoporosi (ma questo non è dimostrato).

Il Kombucha contiene zucchero, caffeina e una bassissima percentuale di alcol dovuta proprio alla fermentazione.

Come fare il kombucha in casa

Per fare il kombucha in casa, vi serve lo SCOBY, una specie di disco carico di batteri e lievito che innesca il processo di fermentazione. Si trova principlamente in vendita nelle erboristerie e nelle coloniali specializzate; ma si può comprare anche online, sia fresco che essiccato.

Due avvertenze:

  • Assicuratevi di poter consumare questo tè chiedendo a un medico;
  • Dovreste considerare questo tè al pari di uno sciroppo per la tosse, non abusatene. 

Ingredienti per fare il tè kombucha:

  • il tè che preferite  in foglie, 
  • acqua filtrata, 
  • zucchero di canna grezzo 100 g per ogni litro di tè 
  • kobucha già fatto 8% del volume del tè (o fatto in casa o acquistato), 
  • il disco SCOBY

Procedimento:

  1. Preparare il tè e travasarlo caldo in un barattolo di vetro, 
  2. aggiungere lo zucchero di canna e lasciar raffreddare
  3. aggiungere il kombucha già fatto
  4. aggiungere lo SCOBY e attendere 2/3 ore, dop le quali dovrebbe galleggiare sul tè (se così non fosse, significa che qualcosa è andato storto e bisogna ricominciare da capo)
  5. Lasciar fermentare in luogo caldo per non meno di 10 giorni
  6. Al termine dei 10 giorni, togliere lo SCOBY 
  7. Travasare il kombucha in una bottiglia di vetro e lasciar riposare qualche giorno.