Esci

Lago di Bolsena tra natura, gastronomia e cultura

Preferiti
Condividi
alt

Il Lago di Bolsena, totalmente in provincia di Viterbo, è il più grande lago vulcanico d’Europa e si trova incastonato al confine tra 3 splendide regioni del centro Italia: Lazio, Umbria e Toscana.

SCHEDA ITINERARIO

Il Lago di Bolsena: cosa vedere?

Il Lago di Bolsena, totalmente in provincia di Viterbo, è il più grande lago vulcanico d’Europa e si trova incastonato al confine tra 3 splendide regioni del centro Italia: Lazio, Umbria e Toscana.
I paesi intorno, Bolsena e Montefiascone i più famosi, sono ricchi di storia e, proprio per questo motivo un itinerario sul Lago di Bolsena può essere la scelta giusta per soddisfare i gusti di tutti.
La natura è rigogliosa, il lago ha coste basse e sabbiose perfette per chi vuole fare il bagno, e tante sono le attività per gli sportivi che possono scegliere tra vela e canoa, parapendio e immersioni, mountain bike o pesca sportiva.
Per chi è appassionato di storia i paesi offrono interessanti percorsi tra gli insediamenti Etruschi e Romani, ma anche tra le costruzioni medievali e del Settecento.
Non mancano le terme per chi desidera qualche ora di relax e, anche per chi è alla ricerca di itinerari gastronomici la scelta è ampia grazie alla lunga tradizione ittica e agricola.
Per una esperienza unica salite a bordo di un battello e circumnavigate l’Isola Bisentina e l’Isola Martana, i due caratteristici isolotti con una florida macchia mediterranea che arricchiscono il panorama di questo caratteristico lago.

Cosa mangiare intorno al Lago di Bolsena

Trascorrendo qualche giorno intorno al lago non si può tornare a casa senza aver gustato qualche pesce di acqua dolce come il coregone o il lavarello che entrano in tanti piatti tipici locali.
Il piatto più rappresentativo del territorio è sicuramente la sbroscia, una zuppa preparata dai pescatori con i pesci di scarto più spinosi o di piccola taglia come la tinca, l’anguilla o il coregone. Al pescato venivano unite verdure e aromi dell’orto, altra fonte di sostentamento fondamentale del territorio.
Anche sul lago, come al mare, è possibile godere di un croccante fritto di pesce a base di latterini, piccoli pesci da mangiare interi senza scartare lisca o testa, da accompagnare con un buon bicchiere di vino Canuelio di Bolsena o di Est Est Est di Montefiascone.
Prima di dedicarvi ai legumi come il Fagiolo del Purgatorio di Gradoli, assaggiate una minestra di tinca con i tagliolini e il coregone, il pesce più diffuso nel lago, preparato alla bolsenese, cioè al forno con olio extravergine locale e aceto.

Dove mangiare i prodotti tipici del Lago di Bolsena

Come spesso accade sul mare, anche sulle rive del lago di Bolsena il miglior posto per mangiare pesce fresco sono le vecchie capanne dei pescatori dove oggi vengono preparati i piatti tipici a base di pesce del lago.
Un localino imperdibile è proprio “La Capanna del Pescatore” a Montefiascone, un esempio di pescaturismo in cui gustare tutto il pesce di lago preparato in modo semplice, ma sempre particolare. Insieme a loro potete decidere di fare anche un giro in barca per vedere da vicino come avviene la pesca nel Lago di Bolsena.
In alternativa la Trattoria Da Picchietto a Bolsena potrà deliziarvi con un menù interamente realizzato con pesce di lago e verdure locali.
Per un ambiente curato e più raffinato alla Trattoria Da Gigetto troverete tutti gli ingredienti locali e potrete gustarli con il panorama mozzafiato offerto dal lago sotto ai vostri occhi.

Infine, se siete alla ricerca di una cucina gourmet allontanatevi di poco dal lago e fermatevi da La Parolina. Qui la chef Iside De Cesare saprà regalarvi una esperienza unica a colpi di pesce di lago, verdure e legumi locali, olio del viterbese, zafferano di Acquapendente e qualunque altra eccellenza km 0 che riusciate a immaginare.

 

 

alt

Itinerari

Lazio

Scopri di più
Lazio

Scopri alcune delle ricette del Lazio

Scopri alcuni dei ristoranti

Leggi anche...

Contenuti preferiti