Cantucci toscani Igp

I cantucci o cantuccini sono un goloso prodotto tipico toscano. Il 26 gennaio 2016 hanno ottenuto il riconoscimento dell’Indicazione Geografica Protetta (I.G.P.) e sono tra i biscotti italiani più conosciuti al mondo. Scopriamo le origini e le curiosità di questi dolci con un identikit.

ORIGINI
Le origini dei cantucci risalirebbero al XVI secolo e il loro nome deriverebbe dal termine “canto” (parte di un insieme) o da “cantellus” (pezzo o fetta di pane). Inizialmente la ricetta era priva di mandorle e proprio in questa forma fece la sua comparsa alla Corte dei Medici. Nel ‘700 cominciarono a diffondersi le diverse varianti e nel ‘900 la produzione dei cantucci alle mandorle iniziò a diffondersi in tutta la Toscana.
 
PRODUZIONE
Il cantucci toscani I.G.P. vengono prodotti nell’intero territorio amministrativo della regione Toscana.
 
CARATTERISTICHE
I cantucci sono caratterizzati da una colorazione beige nella parte interna, mentre la superficie esterna risulta dorata. Presentano un’alveolatura leggermente irregolare dovuta alla lievitazione del prodotto. La loro consistenza è leggermente croccante. All’assaggio inizialmente risultano granulosi, ma poi si sciolgono in bocca grazie alla presenza del burro.
 

TUTELATI DA…
I cantucci toscani I.G.P. sono tutelati da Assocantuccini, un’associazione di produttori del territorio, riuniti allo scopo di valorizzarne la qualità e la tradizione.
 
UTILIZZO IN CUCINA

I cantucci sono ideali per finire il pasto con dolcezza, magari in abbinamento, come vuole la tradizione, ad un buon bicchiere di Vin Santo o di vino liquoroso.


I cantucci toscani I.G.P. si trovano anche nella linea Sapori&Dintorni Conad.

Itinerari

Sigla.com - Internet Partner