Come preparare un'insalata buona come quella del ristorante

Non avete mai notato che ogni volta che ordinate un'insalata al ristorante, ha un sapore molto diverso da quelle che riusciamo a prepararci a casa? Non so bene come spiegarlo: è più croccante, il condimento è più saporito e il gusto avvolge ogni boccone. Se trovo l'insalata perfetta al ristorante e mi appunto gli ingredienti in modo preciso e puntuale, la rifaccio a casa e non è comunque la stessa cosa. Eppure non è cotta, non ci sono troppe cose che si possono sbagliare.

È chiaro che gli chef hanno degli assi nella manica da tirare fuori per dare quel sapore alle insalate. Dopo aver imparato gli errori da non commettere, date un'occhiata a quali sono gli ingredienti segreti per migliorare le insalate casalinghe e i 5 trucchetti per far uscire delle insalate di grande qualità dalla vostra cucina.

Preparatevi da soli il dressing

Sareste sorpresi dal constatare quanto semplice e veloce è mettere insieme un condimento fresco per l'insalata. Non comprate quelli già pronti, il gusto avvolgente degli ingredienti freschi è molto difficile da replicare. Il classico rapporto per la vinaigrette base da preparare a casa è 3 parti di olio e una parte di aceto. Se preferite il gusto dell'acido potete modificare il rapporto in 2 parti di olio e una di aceto. Una volta che avete familiarizzato con i rapporti, potete aggiungere e sperimentare molti ingredienti. Aggiungete la senape o il miele e mescolate con la frusta per mantenere il composto emulsionato, o aggiungete sapore con fiocchi di peperoncino, scalogno, erbe. Le possibilità sono infinite.

Condite la vostra insalata

Quanto prepariamo l'insalata a casa molto spesso non diamo grande importanza al condimento, cosa che invece sanno fare molto bene nei ristoranti. E non stiamo parlando solo del dressing come al punto precedente, ma del tocco importantissimo di sale e pepe. I prodotti freschi sprigionano tutto il loro aroma quando sono accompagnati dalla giusta dose di sale e da pepe macinato fresco. 

Usate diversi tipi di insalata per variare gusto e sapore

Negli ultimi anni ci siamo abituati ad aprire meccanicamente una busta e versarla in una ciotola. Bisognerebbe prestare più attenzione alle tipologie di insalata che usiamo e variarne il più possibile sperimentando abbinamenti e accostamenti. Se siete pigri e non avete tempo, per fortuna questi mix sono in vendita anche nelle buste della famosa quarta gamma, assaggiate e variate. La romana e l'iceberg sono indiscutibilmente le più croccanti rispetto agli spinacini o la rucola, che invece sarà perfetta per regalare un retrogusto amarognolo alla vostra ricetta. Aggiungete il crescione per sapore più pepato rispetto alla semplice lattuga.

Aggiungete all'insalata le erbe aromatiche fresche

Una volta che avete scelto il giusto mix di foglie per l'insalata, è il momento di passare alle erbe fresche. Le insalate sono il posto perfetto dove utilizzare le erbe aromatiche che avete nel frigorifero, ma potete anche sceglierle apposta a seconda dei vostri gusti: anche coriandolo e prezzemolo sono delle ottime aggiunte di sapore e aroma. Provate ad aggiungere il basilico in un'insalata a base di mozzarella e pomodoro e la menta in un'insalata di feta e olive.

Non abbiate paura dei grassi

Partiamo dal presupposto che state preparando un'insalata e quindi già il 90% di quello che c'è nel vostro piatto è qualcosa di così sano che più sano non si può. Quindi non abbiate paura di aggiungere grassi, non per forza nocivi, al piatto che state preparando. I grassi sono quelli che donano il sapore e aiutano l'insalata ad avere un gusto avvolgente e a rendervi anche più sazi. Già il dressing aggiunge un po' dei grassi di cui avete bisogno, ma pensate anche a ingredienti aggiuntivi come un ottimo avocado maturo tagliato a fette o a dadini, noci tostate o qualsiasi altro tipo di frutta secca, dalle nocciole alle arachidi, salmone affumicato o formaggio fresco come la ricotta. 

Sigla.com - Internet Partner