Olio extravergine di oliva Riviera Ligure Dop

Foto Archivio Agenzia Regionale "In Liguria"

Frutto di un'antica arte tramandata di secolo in secolo, l'olio extravergine di oliva DOP ligure è un tesoro di fragranza e delicatezza celebre nel mondo. Prodotto in tutta la regione, la denominazione Riviera Ligure comprende le tre aree di provenienza: Riviera dei fiori, Riviera del ponente savonese e Riviera di levante.
 

Produzione e tutela.

L’olio extravergine di oliva Riviera Ligure Dop è realizzato con le olive provenienti da sei diverse varietà di olivo locali. Tra queste, le olive taggiasche costituiscono il 90% del Riviera dei Fiori e almeno il 50% del Riviera del ponente savonese. Il Riviera di Levante è composto invece per almeno il 55% da varietà di olive locali come Lavagnina, Razzola, Pignola e Frantoio. Dal 2001 la qualità dell'olio ligure è difesa e valorizzata dal Consorzio per la Tutela dell’Olio Extra Vergine di Oliva D.O.P. Riviera Ligure. Il disciplinare di produzione stabilisce che i sesti di impianto, le forme di allevamento e i metodi di potatura devono essere quelli tradizionali o, comunque, non devono modificare le caratteristiche proprie degli olivi destinati alla denominazione di origine protetta. Le piante sono coltivate sulle caratteristiche colline liguri, a media o forte pendenza, con prevalente disposizione a terrazze, e la raccolta delle olive si effettua a mano o con mezzi meccanici direttamente dalla pianta. L'autunno è la stagione della bacchiatura delle olive, momento di grande festa per l’olio ligure, che viene celebrato in tutta la regione con sagre, fiere, feste e altri gustosi appuntamenti.
 

L'olio a tavola.

L'olio extravergine ligure è alla base di molte ricette regionali, e non poteva essere altrimenti. Le sue caratteristiche esaltano e sono a loro volta esaltate da alcuni piatti tipici della regione come la focaccia, la farinata, il brandacujùn e la stroscia. Mentre nella focaccia e nella farinata di ceci l’olio contribuisce a rendere più gustosi due prodotti all’apparenza molto semplici, nel brandacujùn agisce da legante tra lo stoccafisso e le patate, mentre nella stroscia di Pietrabruna, l’olio sostituisce le uova conferendo a questa focaccia dolce e secca un sapore particolare.
 

La curiosità.

All’olio ligure sono dedicati anche due musei regionali: il Museo dell’olivo di Oneglia, un allestimento espositivo con biblioteca specializzata che raccoglie le collezioni della Famiglia Carli, e il Museo Sommariva di Albenga, uno spazio di 400 metri quadri lungo le antiche mura occidentali della cittadina, con un frantoio che, sotto le volte a vela secolari, presenta un susseguirsi di vecchi attrezzi agricoli, recipienti di rame, giare in terracotta, torchi, macchinari di ogni tipo, dipinti e fotografie (per saperne di più: turismoinliguria.it).


La linea Sapori&Dintorni Conad, da sempre attenta alle eccellenze agroalimentari del territorio, annovera nella ricca gamma dei suoi prodotti l’olio extravergine di oliva Riviera Ligure Riviera dei Fiori Dop. Realizzata, come detto, con le olive taggiasche, la varietà Riviera dei Fiori si caratterizza per il colore giallo e il sapore fruttato e dolce e si sposa perfettamente con i piatti a base di verdure tipici della tradizione ligure.

Sigla.com - Internet Partner