Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci
  • 10 minuti
  • 5 minuti
  • 4 pers.
  • Bassa
  • Basso

Oggi prepariamo un piatto tipico della tradizione italiana che non passerà mai di moda. Originario della zona partenopea, l'impepata di cozze o 'mpepata è uno di quei sapori tradizionali a cui difficilmente si rinuncia. È un piatto perfetto per il cenone di caponanno dove il pesce trionfa. La ricetta è molto semplice da preparere e anche veloce. Pulite le cozze, in meno di 10 minuti si ottiente un gusto a cui nessuno può resistere. Nella sua semplicità è davvero un esplosione di gusto dato dall'acqua delle cozze, un soffritto di aglio e prezzemolo. E poi c'è la versione dell' impepata con pomodorini o pomodori, in cui il brodino su cui inzuppare il pane si tinge di rossastro per un gusto ancora più rotondo.
Al ristorante, quando si dice antipasto di pesce, l'impepata è sempre tra i primi pensieri che ci assalgono. Tipicamente servita con i crostoni di pane precedentemente sfregati con uno spicchio d'aglio, abbondante pepe nero (a cui si deve il nome) e ottimo olio extravergine, l'impepata di cozze è il piatto più gustoso, semplice e tradizionale per iniziare un pasto a base di pesce. 
A pari merito dell'insalata di polpo, è un piatto che mette tutti d'accordo. Ma esiste un'unico motivo di disputa: è meglio l'impepata di cozze con pomodoro o è più buona bianca? Una per un motivo e una per un altro, sono buonissime entrambe. 

Ricetta impepata di cozze, origine della ricetta

Pare che le origini dell'impepata di cozze siano da far risalire alla fine del XVIII secolo per merito di Ferdinando I di Borbone re delle due Sicilie. Il re, ghiotto di pesce e in particolare di cozze, abituato a gustare le cozze in preparazioni elaborate e ricche, per cercare limitare i peccati di gola in occasione delle festività di pascqua, ordino che venissero preparate delle cozze con una ricetta semplice ed essenziale. Ringraziamo sempre lo stomaco di Ferdinando I di Borbone, perchè è da questo suo desiderio che nacque la ricetta dell'impepata. Nel ricettario aristocratico dell'epoca, il "Cuoco Galante", era già annoverata la ricetta dalla fine del '700. La ricetta nasce però in versione bianca, solo dopo, un po' come per l'amatriciana, venne aggiunto il pomodoro che si stava sempre più facendo strada nelle campagne italiane. Da ricetta napoletana è diventata un must in tutta Italia, uno status symbol da mettere al centro del tavolo che crea aggregazione. 

Impepata di cozze con pomodoro, come si prepara

Cucinare le cozze per preparare l'impepata è davvero una cosa facile. Non c'è trucco, non c'è inganno, c'è solo da sapere come si fa. Innanzitutto è opportuno non cuocere mai troppo le cozze. Più saranno cotte, più le valve delle cozze risulteranno asciutte e dunque più dure. Per cuocere le cozze a puntino esiste solo una regola: basta sorvegliarle durante la cottura, togliere e tenere da parte quelle che si aprono man mano e rimetterle in pentola solo a cottura ultimata. Solo così otterrete un'impepata di cozze degna di essere ricordata. Per preparare l'impepata di cozze con pomodoro il procedimento è uguale a quello della ricetta in bianco. Dopo aver soffritto l'aglio, si cuociono le cozze e solo in ultimo si aggiungono i pomodorini a tocchetti scottati semplicemente dal calore residuo. Quindi il risultato ottenuto è un perfetto contrasto anche di consistenze: con le cozze scioglievoli e morbide che vanno in contrasto con croccantini pomodori e croccantissimi crostoni di pane. Crostoni che si preparano semplicemente in padella o meglio ancora su una griglia e che vanno insaporiti con aglio sfregato solo dopo la cottura. Ma è il limone l'altro protagonista immancabile della ricetta, con una nota acida rende il risultato perfetto!

Il trucco è non aggiungere mai il sale

Le cozze sono un perfetto concentrato di mare. In cottura rilasciano i loro liquidi che non vanno mai salati. Sarebbe un fatidico errore che comprometterebbe insesorabilmente il risultato finale. Più pepe c'è, meglio è. Non si chiamerebbe impepata o addirittura pepata se non fosse così piacevolmente piccante. Certo, non è un piatto da mangiare tutti i giorni ma una volta tanto sicuramente non ha mai fatto male a nessuno.  In alternativa, è possibile sostituire il pepe nero con il peperoncino, un altra tipologia di piccante che comunque soddisfa il palato in egual modo.


 

Ricetta impepata di cozze con pomodoro
ingredienti
  • 1000 kg cozze freschissime
  • 200 g di datterini
  • 2 spicchi d'aglio 
  • Pepe nero abbondante
  • Prezzemolo tritato q.b.
Procedimento

Dopo aver passato le cozze con una spugnetta d'acciaio per rimuovere tutti i residui di sporco, è il momento di pulirle anche dalla linguetta chiamata bisso.

Dopo aver rosolato in una pentola dai bordi abbastanza alti due spicchi d'aglio in camicia con abbondante olio extravergine, aggiungete le cozze pulite 

Aggiungete un'abbondantissima mancinata di pepe nero

Coprire con il coperchio e aspettate che si aprano le cozze girando di tanto in tanto e tenere da parte quelle che si aprono man mano

 Una volta raggiunta la cottura omogenea, aggiungete i pomodori che non dovranno cuocere ma rimanere semplicemente scottati con il calore residuo

Impiattate in una zuppiera e servite con abbondante pepe nero macinato, prezzemolo tritato e i mitici crostoni di pane. Condite con l'olio extravergine a crudo e servite l' impepata caldissima