Esci

Baccalà pil pil e cipolla croccante: una ricetta spagnola rivisitata

Preferiti
Condividi
Video loading placeholder

Oggi vi proponiamo il baccalà al pil pil e cipolla croccante, una ricetta semplice per cucinare diversamente il pil pil di baccalà e coccolare i tuoi ospiti con una zuppa profumatissima e adatta per una ...

  • 25 min
  • 30 min
  • 4 pers.
  • Media

Baccalà pil pil e cipolla croccante

• 4 filetti di baccalà Sapori&Idee Conad

• 80 ml acqua

• 80 ml olio di semi di girasole

• 2 scalogni

• 3-4 spicchi d’aglio qb

• Timo qb

• Salvia qb

• Bacche di pepe qb

• 40 g cipolla croccante

• Polvere di cipolla bruciata qb

• Olio alle erbe qb

Not given

Step 1

 

Per prima cosa, togliete la pelle dai filetti di baccala con un coltello affilato e  tenetela da parte. Servirà come fondo per il soffritto.

 

Not given

Step 2

In un sacchetto del sottovuoto, mettete i filetti di baccalà insieme ad uno spicchio d’aglio, il timo, un filo d’olio e qualche granello di pepe. Chiudete il saccheto ermeticamente.

Not given

Step 3

Fate cuocere il baccalà sottovuoto in acqua bollente a 70°C per circa 6-7 minuti, poi tirate fuori il baccalà e tamponate per levare l’acqua e mettetelo da parte

Not given

Step 4

Mettete la pelle del pesce in un pentolino insieme a 2-3 spicchi d’aglio, 2 scalogni tagliati a metà, il timo, la salvia e alcune bacche di pepe. Rosolate il tutto dolcemente fino a quando la pelle si scioglie. 

Not given

Step 5

Coprite con acqua e olio di semi e fate sobbollire per circa 15 minuti, fin quando l’acqua non sarà evaporata

Not given

Step 6

Filtrate il contenuto del pentolino con un colino per ricavare la parte liquida direttemente all’interno del bicchiere del frullatore e regolate di sale.

Not given

Step 7

Emulsionate il tutto fino ad ottenere una salsa omogenea

Not given

Step 8

Disponete nel piatto i filetti di baccalà, copriteli con la salsa e cospargeteli con la cipolla croccante e olio alle erbe

Aggiungi la ricetta tra le tue preferite

Baccalà al pil pil, una rivisitazione della ricetta

Oggi vi proponiamo il baccalà al pil pil e cipolla croccante, una ricetta semplice per cucinare diversamente il pil pil di baccalà e coccolare i tuoi ospiti con una zuppa profumatissima e adatta per una cena invernale. Le straordinarie proprietà nutritive del merluzzo fanno sì che questa antica conserva sia un dono per affrontare al meglio i periodi di magra. La particolarità di questa variante di pil pil, sta nel servirlo con una dolcissima crema ricavata con la pelle del merluzzo e alcune spezie dagli odori molto forti ed intensi. Servire questa zuppa con sopra la cipolla croccante accentua il buon umore grazie alla consistenza e dona una parte dolce, ma anche affumicata. Il tutto condito con olio alle erbe. 

Baccalà: pesce azzurro dai molti benefici

Ricco di proteine e povero di grassi, il merluzzo è un pesce azzurro protagonista da sempre nella dieta mediterranea e fondamentale a chi dedica una particolare attenzione alla salute del proprio organismo. Fin dai tempi antichi, veniva considerato come valido alimento energizzante, perché contiene un’ elevata quantità di proteine.

E un pesce azzurro pescato anche nel Mediterraneo, ma è prevalentemente in Norvegia, dove trova un ambiente perfetto, che viene pescato in quantità ed esportato in tutto il mondo. Questo grazie al metodi di essiccazione dei quali i norvegesi sono specialisti e al particolare microclima che si crea in questa regione.  

Esistono due metodi di conservazione del merluzzo: uno è quello che avviene tramite il sale, appunto il baccalà, l’altro avviene tramite l'essiccazione all'aria aperta ed è lo stoccafisso . In entrambi i casi il merluzzo mantiene inalterate le sue caratteristiche nutrizionali e, una volta ammollato in acqua, potrete cucinarlo con gli ingredienti che più preferite. 

Alcune ricette inerenti:

Pil Pil di baccalà: una tradizionale ricetta dei paesi baschi

Il pil pil di baccalà è un piatto semplice della cucina tradizionale spagnola. Si narra che nella seconda metà del 1800, un commerciante di Bilbao ordinò alcuni filetti di baccalà ma se ne vide recapitare una quantità eccessiva che però durante la guerra Carlista, iniziata poco dopo, si rivelò una provvista essenziale. Fu cucinato con ingredienti semplici, aglio e peperoncino, gli stessi che si utilizzano oggi. Probabilmente il suo nome deriva da una qualità di peperoncino portoghese, il “pri-pri”, oppure dal tipico suono che emette l’olio quando bolle a bassissima temperatura, plin plin, appunto.

Scopri anche:

Abbinalo a

Contenuti preferiti