Raviolo di tuorlo fondente profumato al timo

Raviolo di tuorlo fondente profumato al timo
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

Alfredo Iannaccone ci propone la ricetta del raviolo di tuorlo fondente profumato al timo facendoci riscoprire la cosiddetta cucina povera e insegnandoci come anche un uovo, cucinato in modo particolare, con tecniche innovative, si possa trasformare in una pietanza tutt'altro che banale. Il raviolo di tuorlo fondente profumato al timo rappresenta un primo piatto di grande impatto visivo, dai costi contenuti, ma decisamente adatto a stare nella classifica delle creazioni gourmet.

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 3 min . Tempo di preparazione: 30 min . Dosi per: 4 persone . Difficoltà: Alta . Calorie: Medio . Prezzo: Medio

Intolleranze

Senza frutta secca Senza frutta secca
Senza crostacei Senza crostacei
Per la sfoglia:
  • 600 g di farina tipo 1
  • 6 uova intere
  • sale
  • farina di semola rimacinata per spolverare
Per il ripieno:
  • 500 g di spinaci freschi
  • 400 g di ricotta di pecora freschissima
  • un pizzico di sale
  • 4 tuorli freschissimi
Per il condimento:
  • 200 g di burro di Bufala del Cilento
  • parmigiano reggiano
  • 30 g di provolone del Monaco dei Monti Lattari
  • pepe nero di Tellicherry
  • rametti di timo
  1. Per preparare il raviolo di tuorlo fondente profumato al timo, dividere gli albumi dai tuorli d’uovo, unire i tuorli d’uovo alla farina in una planetara e cominciare con il formare un composto bricioloso, salare quanto basta. Unire gli albumi, mescolare fino a ottenere un impasto abbastanza consistente che non avrà bisogno di tempo per riposare, passare, infatti, subito nella macchina per la pasta passando dalla misura 6 fino alla misura 1.
  2. Scottare gli spinaci in acqua bollente, scolarli e tagliuzzarli grossolanamente, dopodichè unire gli spinaci alla ricotta di pecora, lavorare il composto al cucchiaio, salare e pepare.
  3. Ritagliare delle sfere di pasta, di diametro abbastanza ampio, aiutandosi con un ring. Dentro al nido di ricotta di pecora e spinaci inserire i tuorli d'uovo, uno per ogni tortello, coprire molto delicatamente con un'altra sfoglia e ritagliare sempre con un ring un raviolone per ogni singolo tuorlo.
  4. Portare a ebollizione l'acqua, salarla, sciogliere il burro di Bufala del Cilento e senza farlo soffriggere, a fuoco dolce, aggiungere il parmigiano reggiano, il provolone del Monaco dei Monti Lattari e il pepe. Cuocere il raviolone per tre minuti, in modo tale da far cuocere la pasta mantenendo l'uovo al suo interno ancora liquido. Non poggiare i ravioli nella padella calda, ma porre ogni raviolo nel piatto di ogni singolo commensale e lucidarlo con un pò di salsa al burro di Bufala del Cilento.
  5. Profumare ogni piatto con un rametto di timo se si amano i gusti forti e decisi e si vuole alzare il livello del piatto, ma anche il costo. Aggiungere scaglie di tartufo nero o bianco sul raviolo. Il raviolo di tuorlo fondente profumato al timo è pronto per essere servito.
Sigla.com - Internet Partner