Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Il nocino di Modena

È il 23 giugno, la notte di San Giovanni, che si raccolgono le noci con cui si fa il Nocino di Modena, liquore a base di noci, alcool e zucchero e, per chi vuole, chiodi di garofano e cannella in quantità minime per lasciare che sia l'aroma delle noci a prevalere. Questo tradizionale liquore tipico modenese si prepara tradizionalmente durante la cosiddetta notte delle streghe.
Considerato un liquore digestivo, dall'aspetto brillante e moderatamente dolce, il nocino si caratterizza per un colore scuro e il suo aroma, chiaramente, di noce.

SCHEDA PRODOTTO

il-nocino-di-modena
È il 23 giugno, la notte di San Giovanni, che si raccolgono le noci con cui si fa il Nocino di Modena, liquore a base di noci, alcool e zucchero e, per chi vuole, chiodi di garofano e cannella in quantità minime per lasciare che sia l'aroma delle noci a prevalere. Questo tradizionale liquore tipico modenese si prepara tradizionalmente durante la cosiddetta notte delle streghe.
Considerato un liquore digestivo, dall'aspetto brillante e moderatamente dolce, il nocino si caratterizza per un colore scuro e il suo aroma, chiaramente, di noce.

Le noci del nocino di Modena non sono noci qualunque

Le noci, nel nocino di Modena, si mettono più o meno in proporzione 1 a 1 co lo zucchero. Un chilo di zucchero e un litro di alcol vogliono circa un chilo di noci, che corrispondono circa a 33 o 35 noci. Comunque, le noci devono sempre essere messe in numero dispari, mai pari e devono assolutamente provenire da Modena, devono essere locali. Le noci, inoltre, non devono aver subito alcun trattamento e, cme abbiamo già detto, devono essere raccolte nel periodo a cavallo della festività di S. Giovanni battista, così come indica la tradizione. Per capire se la noce è buona per il nocino, se ha la giusta consistenza e va bene per essere aggiunta al liquore, va valutata forandola con uno spillo, così da non doverla neanche aprire, oppure verificata visivamente spaccandola a metà con un coltello.

La ricetta originale del nocino di Modena

È l'Ordine del Nocino Modenese che ha decretato quale sia la ricetta originale del tradizionale Nocino di Modena secondo la quale, gli ingredienti per fare una bottiglia di nocino sono.

Ingredienti per il nocino di Modena:
  • 1 l di alcool 95°
  • 1/1,2 Kg di zucchero
  • 1/1,2 Kg di noci, che sarebbero circa 35 noci
Facoltativi:
  • Chiodi di garofano
  • Cannella
Ma gli ingredienti facoltativi vanno comunque aggiunti in minime quantità e dosati in modo tale che l’aroma prevalente nel liquore sia sempre quello della noce e che il risultato complessivo che si crea risulti equiibrato.
 
Procedimento per fare il nocino di Modena secondo la ricetta tradzionale:
  1. Prendere le noci, aprirle e tagliarle in quattro parti. Riporle in un contenitore di vetro che non abbia guarnizioni di gomma insieme allo zucchero
  2. Dopo averle conservate al sole per 1-2 giorni mescolandole periodicamente, le noci sono pronte per essere aggiunte di alcool e aromi (i facoltativi chiodi di garofano e cannella)
  3. A questo punto, bisogna lasciar riposare il composto parzialmente al sole, aprendolo e mescolandolo di tanto in tanto. Il tempo minimo di riposo è di 60 giorni.
Il tipo di vetro ideale per il nocino di Modena è quello scuro, megli ancora se in botticelle di legno di rovere o di castagno. Chiaramente, la botticella deve essere trattata per l'utilizzo. La  conservazione del nocino deve avvenire in un luogo fresco e, in realtà, più che due mesi, sarebbe meglio farne passare dodici, se si vuole davvero apprezzare a pieno tutte le caratteristiche di questo liquore tipico del modenese.

Modena, tra prosciutti e bollicine

In tutto il mondo Modena, città d’arte e di motori, è nota per la buona tavola: dagli amatissimi tortellini all’aceto balsamico tradizionale, dal cotechino allo zampone, dal prosciutto crudo al lambrusco alle ciliegie, tanti sono i suoi prodotti d’eccellenza che affiancano il nocino, tutelati dai marchi Dop e Igp. Il modo migliore per scoprire la città è fare una passeggiata mattutina per le vie gremite di biciclette, tra i palazzi dalle caratteristiche facciate gialle e rosse: all’ombra dei vecchi portici si celano alcuni luoghi simbolo della gastronomia modenese. Scopri tututto l'itinerario enogastronomico per Modena, una passeggiata al sapore di gnocco fritto che resterà indimenticabile. E alla fine? Un bicchiere di nocino come digestivo. Chiaro.
 
PUNTI D'INTERESSE

Piccoli suggerimenti su dove assaporare l'arte

SCOPRIRE CON SAPORIE