Esci

Stinco di maiale sottovuoto su letto di mela annurca

  • 60 min
  • 40 min
  • 6 pers.
  • Media
Alfredo Iannaccone ci propone un secondo piatto gustoso, che richiama i profumi delle feste attraverso l'utilizzo di miele, frutta candita e spezie. Impreziosito dall'aroma del vin santo, lo stinco di maiale sottovuoto su letto di mela annurca è la ricetta ideale per chi vuole provare un agrodolce tutto nostrano.
COME SI PREPARA?
ingredienti
Per lo stinco di maiale:
  • 2 kg di stinco di maiale con l'osso
  • curcuma
  •  semi di senape
  • pepe nero Tellicherry
  • sale
  • 2 cucchiai di miele di zagara di arancio
  • peperoncino
  • 1/2 scalogno
Per le mele caramellate: 
  • 4 mele annurca sannite
  • 1 pezzetto di zenzero fresco
  • 1 bicchiere di vin santo toscano
  • pepe al cardamomo
preparazione
  1. Per preparare lo stinco di maiale sottovuoto su letto di mela annurca, per prima cosa dissossare lo stinco sul tagliere, realizzando delle fette grandi e abbastanza spesse.
  2. In una ciotola unire, poi, il miele con un po’ di acqua tiepida e utilizzare la miscela così ottenuta per spennellare le fette di maiale.
  3. Realizzare una mistura in polvere di curcuma, semi di senape, pepe Tellicherry e un pizzico di sale.
  4. Preparare la bustina del sottovuoto: cospargere il maiale con le spezie, inserirlo nella busta, quindi sigillare il tutto. Cuocere lo stinco di maiale in forno a 70°C per 30 minuti abbondanti.
  5. Nel frattempo sbucciare le mele annurca, tagliarle a dadini e saltarle in padella con lo zucchero precedentemente fatto sciogliere. Aggiungere, quindi, il vin santo e far sfumare. Da ultimo, speziare con lo zenzero fresco grattugiato al momento.
  6. Per l'impiattamento, in una fondina quadrata realizzare un letto di mele, come se fosse un tortino di circa due dita di spessore. Speziare con il pepe al cardamomo.
  7. Tagliare lo stinco a fettine, poggiarle sopra il letto di mele e lucidare la carne con la sua salsa di cottura. Se gradito, decorare, infine, il piatto con menta piperita, erba cipollina e alcune gocce della salsa di cottura.
SCUOLA DI TECNICA

Impara passo dopo passo con i corsi tenuti dagli chef Saporie

PUNTI D'INTERESSE

Piccoli suggerimenti su dove assaporare l'arte

SCOPRIRE CON SAPORIE

Contenuti preferiti