Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Tutti i tipi di burro vegano

Le alternative al burro

Esistono diverse alternative vegane al burro che possiamo utilizzare come valido sostituto nella preparazione di dolci, ma anche in quella di piatti salati. Alcune di queste tipologie di burro vegano sono anche meno caloriche del burro normale e sono quindi da preferire se si vuole seguire una dieta ipocalorica. Scopriamo insieme tutti i tipi di burro vegano.

Burro di frutta secca 

Lì per lì ci sembra un prodotto mai sentito, ma che ne dite del burro di arachidi? Molto diffuso nella cucina anglosassone, il burro di arachidi si trova già pronto al supermercato, arricchito di sale o di zucchero a seconda degli usi cui è destinato. Ma possiamo semplicemente farlo a casa. Bastano delle noccioline (ancora da sbucciare, non quelle già tostate e salate) e un frullatore. Il grasso e gli olii contenuti in esse faranno il resto del lavoro. Un trucco per fare il burro di arachidi a casa nel modo corretto: frullate a intermittenza, in modo da non riscaldare troppo il composto che si formerà. Con lo stesso procedimento potete ottenere anche il burro di mandorle e il burro di anacardi. 

Burro derivante da olii pregiati 

Il burro derivante da olii pregiati può essere: burro derivante da olio d'oliva, burro di cacao, burro fatto con olio di riso e burro derivante da olio di semi di girasole. Questo genere di burro, per colore, sapore e conssistenza, è molto simile al burro normale e perciò questi prodotti hanno un costo più alto rispetto alle altre alternative. 

Burro di soia

Il burro di soia è una miscela composta in parte da bevanda alla soia e in parte da olio di semi. Si tratta, dunque, di un burro che - come quello derivante da frutta secca - si può preparare anche a casa. Questa tipologia di burro di soia si trova anche già pronta nei supermercati, ma state attenti a leggere l'etichetta per controllarne la composizione. 

Burro di mele

Si chiama apple butter, ma in realtà non ha molto a che fare col burro vero, né con le sue alternative. Tuttavia, l'apple butter può essere utilizzato come un valido sostituto del burro normale per colazioni e merende. Il burro di mele, infatti, non è altro che una composta di mele molto concentrata e dalla conistenza particolarmente cremosa che di norma si spalma su pane, fette biscottate e biscotti, proprio come se fosse del semplice burro. L'apple butter può essere usato anche nella preparazione di dolci, perché la sa consistenza cremosa aiuta gli ingredienti a legarsi tra loro. 

Burro di avocado

Sicuramente molto più calorico, ma molto simile al burro di mele, il burro di avocado non è altro che una crema morbida e consistente che si ottiene dalla polpa di avocado. Il burro di avocado può essere considerato la variante salata del burro di mele e va infatti a sostituirsi a meraviglia nelle preparazioni in cui avremmo usato il burro salato. Su pane, crostini e cracker, il burro di avocado può essere abbinato a salumi, verdure e carni come se fosse una salsa di condimento da aggiungere a crudo per dare sapore e morbidezza. 

La prima alternativa al burro è la margarina, un composto che si ottiene lavorando in modo industriale diverse tipologie di olii, tra cui il famigerato olio di palma (controllate sempre l'etichetta per esserne sicuri e non demonizzare un prodotto senza sapere cosa contiene!). 

Margarine senza idrogenazione

L’industria ha poi saputo aggiornarsi mettendo in commercio nuovi tipi di margarina ottenute con metodi di produzione che non prevedono più l’idrogenazione degli olii vegetali.