Esci

Pinot Chardonnay Spumante Brut

Preferiti
Condividi
alt
Viene ottenuto da una cuvée a base di pinot bianco e chardonnay dalla pianura di Oderzo, nel Trevigiano. ha spuma esuberante e ben si abbina a antipasti; pesce; carni bianche. E’ anche ottimo come aperitivo

SCHEDA PRODOTTO


Viene ottenuto da una cuvée a base di pinot bianco e chardonnay dalla pianura di Oderzo, nel Trevigiano. Il pinot bianco, come il pinot grigio, deriva da una mutazione gemmaria (decolorazione progressiva) del pinot nero di Borgogna. Lo chardonnay, a lungo confuso erroneamente col pinot bianco, è invece frutto di un incrocio spontaneo tra il pinot nero e un vitigno di scarso pregio, quasi scomparso: il gouais, come ha recentemente stabilito l’analisi del DNA. Sia il pinot bianco che lo chardonnay sono stati importati in Italia agli inizi dell’Ottocento. Il metodo di spumantizzazione applicato è quello in autoclave, inventato a fine Ottocento da Federico Martinotti, direttore della Regia Stazione Enologica di Asti, e adattato all’uso industriale ai primi del Novecento dall’ingegnere francese Eugène Charmat. Dopo la presa di spuma, con un valore attorno a 5 bar, il Pinot Chardonnay passa in bottiglia senza perdita di pressione (imbottigliamento isobarico). Secondo la vigente normativa europea (607/09), il residuo zuccherino del Brut non può superare i 12 grammi/litro.

Vino consigliato:
Pinot Chardonnay Spumante Brut Dame Tervise (CONAD) ha spuma esuberante; perlage sottile; colore paglierino chiaro e lucido; profumo intenso di crosta di pane, mela e fiori di mandorlo; sapore secco, fresco e pulito, finemente fruttato.
Abbinamento: antipasti; pesce; carni bianche. È anche ottimo come aperitivo.
Servizio: 8° C

Territorio

Punti di interesse

Scopri di più
Punti di interesse
Scopri le ricette da abbinare
Primi piatti

Ravioli di baccalà: una ricetta sfiziosa

La ricetta dei ravioli di baccalà per un primo piatto delizioso con baccalà, patate, latte, olio e aromi. Provala la nostra ricetta, per un pranzo della domenica unico!

55 min
4 pers
Bassa
Chef Stefano De Gregorio
Chef Stefano De Gregorio
Secondi piatti

Baccalà alla livornese: ricetta tradizionale con pomodoro

Il baccalà alla livornese è un secondo piatto di pesce, semplice e fresco a base di merluzzo, patate e pomodoro. Scopri la ricetta tradizionale.

60 min
4 pers
Bassa
Primi piatti

Fregola con canocchie e datterino giallo

Fregola con canocchie e datterino giallo, un primo piatto morbido come un risotto, ma con un twist in più.

50 min
4 pers
Bassa
Chef Stefano De Gregorio
Chef Stefano De Gregorio
Secondi piatti

Capitone arrosto con salsa acida allo zafferano e salsa all’aglio nero

Il Capitone arrosto con salsa acida allo zafferano e salsa all’aglio nero è una ricetta elegante dello chef Stefano de Gregorio, ideale da preparare per un’occasione importante.

25 min
4 pers
Media
Chef Stefano De Gregorio
Chef Stefano De Gregorio

Leggi anche...

Contenuti preferiti