Esci

Arista di maiale con le mele

Preferiti
Condividi
Video loading placeholder

L'arista di maiale con le mele è una delle ricette più cercate sui motori di ricerca. Ogni giorno qualcuno, spinto dalla curiosità di questo abbinamento dell'arista di maiale con le mele, cerca come cuci...

  • 20 min
  • 90 min
  • 0 pers.
  • Media

Ingredienti

Ingredienti per l'arista con le mele:

  • un pezzo di lonza di maiale di circa 600g
  • burro
  • vino bianco
  • sale 
  • pepe
  • senape
  • brodo vegetale
  • salvia
  • 2 mele

Procedimento

Not given

Step 1

  • Fate rosolare l'arista in padella
  • Not given

    Step 2

  • Disponete l'arista rosolata sulla teglia con le verdure
  • Not given

    Step 3

  • Spennellate l'arista con la senape
  • Salva ricetta

    Approfondisci

    L'arista di maiale con le mele è una delle ricette più cercate sui motori di ricerca. Ogni giorno qualcuno, spinto dalla curiosità di questo abbinamento dell'arista di maiale con le mele, cerca come cucinare questo piatto tipico delle domeniche in famiglia o dei giorni di festa. Forse a incuriosire è anche il nome "arista". Così simile alla parola arrosto ma volutamente differente. L'arista di maiale con le mele la prepara anche il nostro chef Stefano De Gregorio. Lui la serve con verdure arrostite e una speciale copertura di senape di Digione. Togliamo a tutti finalmente la curiosità di come fare l'arista di maiale con le mele e vediamo insieme i segreti per ottenere un risultato perfetto. 

    Se cercate delle idee per un arrosto strepitoso, provate anche:
    Arrosto di vitello con broccoletti e patate
    Arrosto di vitello al latte
    Arista al forno con cipolle di Tropea in agrodolce

    Cos'è l'arista e perchè si chiama così

    L'arista è la schiena del maiale che viene tradizionalmente cotta nel forno o arrostita allo spiedo. In origine si trattava di un piatto della tradizione contadina del centro Italia, in particolare della Toscana, poi si è diffuso nelle altre regioni. Ma perchè si chiama arista? Il termine arista risale al Medioevo proprio in Toscana. La leggenda narra che il nome sia nato durante il concilio ecumenico di fine 1400. Durante uno dei tanti banchetti venne servito un arrosto di maiale che un cardinale greco, Bessarione, battezzò esclamando "Ariston!" che in lingua greca significa "il migliore". Questo superlativo conquistò i fiorentini che chiamarono sempre così la lombata di maiale arrosto

    I segreti per preparare una deliziosa arista di maiale con le mele

    La prima cosa da fare per preparare un'arista di maiale perfetta è legarla prima di sigillarla in padella. Legarla con lo spago vi permetterà di darle una forma regolare che poi manterrà anche durante la cottura. Tenere una forma regolare della carne permette anche una cottura più uniforme. Una volta che la carne è legata con lo spago, salatela e pepatela. Poi mettetela in padella e rosolatela bene da tutti i lati con una noce di burro. Quest'operazione crea una crosticina esterna che impedisce ai succhi di uscire e mantiene la carne morbida all'interno. L'arista si cuoce poi in forno in una teglia bagnata con abbondante brodo vegetale e aromi. Spennellate l'arista con la senape, fatela riposare per 10 minuti e infornate a 160°C per 80 minuti. La cosa importante è impostare un timer e bagnare l'arista ogni 20 minuti circa con i succhi di cottura. Quando aprite il forno per bagnare l'arista ricordatevi anche di girarla in modo che si cuocia bene.

    Come accompagnare l'arista di maiale

    L'arista di maiale fatta da chef Deg è accompagnata con un contorno tradizionale: verdure cotte in forno insieme alla carne e fettine di mela. Il matrimonio tra mele e carne di maiale pare essere particolarmente azzeccato perchè fa incontrare la dolcezza della carne con la leggera acidità delle mele. L'arista però si può accompagnare con molti altri contorni. Quello classico è sicuramente il contorno di patate, che spesso vengono messe in teglia con l'arista di maiale in modo che si cuociano nello stesso grasso. Potete accompagnare la vostra arista anche con un morbido purè di patate o anche con delle melanzane al funghetto

    Contenuti preferiti