Esci

Indivia brasata con Castelmagno al miele e nocciole tostate

Preferiti
Condividi
Indivia brasata con Castelmagno al miele e nocciole tostate

Indivia brasata con salsa al miele, fonduta di Castelmagno e nocciole tostate, ecco un secondo piatto vegetariano morbido e croccante, sapido e delicato. Opposti che funzionano alla grande in una ricetta fac...

  • 0 min
  • 10 min
  • 4 pers.
  • Media

Ingredienti

  • 60 g di Castelmagno
  • 2 cespi di indivia
  • 1 cucchiaio di miele di castagno
  • 80 ml di panna
  • 4 cucchiai di nocciole
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe

Procedimento

Not given

Step 1

Tagliate i cespi di indivia a metà e brasateli dalla parte tagliata in padella con dell’olio extravergine di oliva. Dopo qualche minuto, aggiungete un pizzico di sale, un mestolo di acqua e un cucchiaio di miele di castagno e continuate la cottura per altri 5 minuti. Ora, togliete l’indivia dalla padella e lasciate che la salsa si ritiri fin quasi a caramellarla.

Not given

Step 2

Ora, togliete l’indivia dalla padella e lasciate che la salsa si ritiri fin quasi a caramellarla. In un pentolino scaldate la panna e aggiungete il Castelmagno tagliato a piccoli pezzetti.

Not given

Step 3

Una volta arrivato a bollore, frullate con l’aiuto di un mixer per ottenere una crema liscia. A parte, tostate delle nocciole pelate in una padella per 4 minuti. Per comporre il piatto, scolate l’indivia con un po’ della sua acqua e disponetela su un letto di riso o sale grosso in modo da tenerla ferma, versatevi sopra la crema di Castelmagno, aggiungete la salsa al miele e le nocciole dopo averle tagliate a metà.

Salva ricetta

Approfondisci

Indivia brasata con salsa al miele, fonduta di Castelmagno e nocciole tostate, ecco un secondo piatto vegetariano morbido e croccante, sapido e delicato. Opposti che funzionano alla grande in una ricetta facile che potrete preparare in poco tempo a casa per un pranzo o una cena delle Feste insieme alla famiglia e agli amici.

Per prima cosa, dovrete procurarvi dei bei cespi di indivia nel vostro negozio di fiducia. Sceglieteli della stessa misura, così avranno gli stessi tempi di cottura.  Una volta abbrustoliti per bene in una padella con dell'olio e un cucchiaino di miele di castagno, tirateli fuori e metteteli a riposare su un piattino. Lasciate che la salsa al miele che rimane nella padella si ritiri e diventi più densa. A questo punto, occupatevi del Castelmagno, tagliatelo a cubettoni e fatelo sciogliere in un pentolino con della panna liquida da cucina. Ora, non vi resta che occuparvi delle nocciole, altri prodotto tipico piemontese di altissima qualità. Trituratele grossolanamente e tostatele in padella senza aggiungere grassi.

Non vi resta che impiattare, ma come fare per condire la barchetta di indivia e fare in modo che resti ferma nel piatto? Basta prendere una manciata di sale grosso oppure di fagioli o altri legumi secchi e usarli come base. Vedrete che a quel punto il cespo resterà stabile e non perderà la sua forma. 

Castelmagno DOP Sapori&Dintorni, ricette caratteristiche

Da sempre il castelmagno è prodotto nei comuni della alta valle grana: Pradleves, Monterosso Grana e, ovviamente, Castelmagno. A noi piace consigliarvi il castelmagno con un risotto al tartufo nero o alla rapa rossa e miele di castagno; ma provatelo anche in queste deliziose ricette:

 

Contenuti preferiti