Esci

Il vino a Padova è quello dei Colli Euganei

Preferiti
Condividi
alt
I Colli Euganei, a pochi chilometri da Padova sono un micromondo. Clima e vegetazione diverse, alture che svettano dalla pianura e fini profumatissimi come la Docg Fior d'arancio

di Elena Caccia

I vini del padovano sono quelli che nascono dalle viti dei Colli Euganei, alture che svettano dalla pianura padana come se non centrassero nulla. Il microclima è straordinario tanto che su queste colline si trovano boschi, ginestre, vigneti, fichi d’India nani, castagni e alberi d’acacia; i Colli Euganei si formarono 35 milioni di anni a causa dell’eruzione di alcuni vulcani. Il clima è più mite rispetto a quello della pianura e dalla sommità del monte Gemola, nelle belle giornate, si vede il campanile di San Marco.

Il fiore all’occhiello dei vini dei Colli Euganei è la Docg Colli Euganei Fior d’arancio ottenuto dalle uve di Moscato giallo (almeno il 95%); qui, quest’uva è di una particolare varietà denominata appunto, fior d’arancio per i netti sentori che rimandano alla zagara, il fiore bianco degli agrumi. Il disciplinare di produzione prevede che il Fior d’Arancio possa essere realizzato in tre versioni: spumante, ideale con il dolci, ma anche come vino da aperitivo o da fuori pasto; passito, per accompagnare biscotti, pasticcini, ma, perché no, fois gras ed erborinati delicati; o secco dal bouquet aromatica strepitoso, perfetto per antipasti, primi e secondi piatti di pesce.

Ma questo territorio è in grado di regalare altri vini importanti. Il Colli Euganei rosso Doc, ad esempio: Merlot, Cabernet Sauvignon e Carmenere; il Serprino, Colli Euganei Doc, un bianco leggero, frizzante, con note di piccoli fiori bianchi. E ancora, ci sono il Moscato Colli Euganei, ideale con gli asparagi e il baccalà, ma anche con piatti di conchiglie dell’Adriatico; il Colli Eugenai bianco a base di uva Garganega da degustare con i risotti alle erbette, con “risi e bisi”, con pesci e carni bianche; il Pinot bianco Colli Euganei, fruttato e floreale per far compagnia alle minestre primaverili o ai pesci di laguna; il Colli Euganei Chardonnay, per il pollame, i formaggi e anche con una buona trippa; il Colli Euganei Merlot per tutto il pasto, con un bel pezzo di Asiago o con un pollo alla griglia e il Colli Euganei Cabernet, raffinato e austero da bere con le costolette di agnello alla brace.

La Doc Colli Euganei comprende anche vini da vitigni autoctoni: Pinello, Manzoni Bianco, Garganega e Carmenere.
La zona, insomma, è bellissima, soprattutto da percorrere in auto, a piedi o in bicicletta. La strada del vino dei Colli Euganei offre la possibilità di percorrere tanti itinerari come, ad esempio, l’anello ciclabile dei Colli Euganei che si snoda tra i vigneti e i borghi medioevali del territorio.
 
 

alt

Scopri alcune delle nostre ricette

Leggi anche...

Contenuti preferiti