Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Polipo saziante e ipocalorico, tutta la bontà del polpo a tavola

Gustoso e versatile, il polpo è un ottimo ingrediente per preparare piatti estivi grazie anche all’assenza di spine e alla facilità di preparazione. Tante, però, sono anche le virtù nutrizionali di questo mollusco
saziante-e-ipocalorico-tutta-la-bonta-del-polpo

Gustoso e versatile, il polpo è un ottimo ingrediente per preparare piatti estivi, freschi e dietetici grazie anche all’assenza di spine e alla facilità di preparazione. Tante, però, sono anche le virtù nutrizionali di questo mollusco.
 

Polpo, un valido alleato per a dieta: proprietà e benefici


Forse non tutti sanno che il polpo è particolarmente indicato nel caso di diete dimagranti. Basti pensare che una porzione da 100 g apporta solamente 57 kcal e che solo l’1,5% è costituito da carboidrati. Povero di grassi – circa l’1% del peso – e ricco di proteine  –  in questo caso si tratta di circa il 10% – il polpo fornisce inoltre un valido apporto di calcio, potassio, fosforo, vitamine A e B1.
Grazie alla qualità notevole di tessuto connettivo, questo mollusco ha il vantaggio di essere un alimento molto saziante. Nonostante la ridotta quantità di grasso delle sue carni, il polpo è anche una discreta fonte di colesterolo: una porzione da 100 g ne contiene circa 70 mg, ovvero il 23% della massima quantità giornaliera raccomandata.
 

Come pulire il polipo?


Per pulire il polipo la prima operazione da compiere è quella di eliminare gli occhi e il becco del mollusco.
Quindi, si procede rimuovendo la sacca dell’inchiostro – presta molta attenzione a non romperla, altrimenti disastro! – e le interiora contenute nella testa.
Una volta pulito, il polpo deve essere lavato sotto l’acqua corrente, mentre la pelle viene eventualmente ridotta in seguito alla cottura. 
Un trucchetto per renderlo più tenero? Se hai tempo, congelalo in freezer per una notte e poi scongelalo in frigo e poi fuori (per non spezzare la catena del freddo): le sue carni si ammorbidiranno come se lo avessi battuto sugli scogli. Oppure, semplicemente battilo con un batticarne per circa un quarto d'ora.

Il polpo in cucina, tutte le ricette


Se acquistato fresco, il polpo dopo essere stato pulito deve essere battuto per almeno una decina di minuti con un batticarne al fine di rendere le fibre muscolari più morbide. Un’alternativa al batticarne e al congelamento è altrimenti la bollitura in acqua leggermente salata.
Come detto, nel caso di polpi surgelati o congelati, questa operazione non è necessaria, perché è il freddo ad assicurare il giusto grado di tenerezza, sebbene si rischi di perderne in gusto.
Alimento gustoso e completo, il polpo si presta a innumerevoli preparazioni che spaziano dall’antipasto al secondo. Ricette della tradizione, come quella dell'intramontabile polpo e patate, può essere rivisitata con l'aggiunta di olive taggiasche, o addirittura con uno stravolgimento totale che diventa Evoluzione di polpo e patate. Fantastico anche in una semplicissima insalata di polpo con pomodorini e basilico, puoi abbinarlo al cous cous e limone. Buono anche fatto alla griglia sul barbecue, oppure nel risotto, quando freschissimo è ottimo servito crudo a mo’ di carpaccio condito con un semplice filo d’olio extravergine d’oliva., è fantastico anche quando viene servito nel proprio brodo
 

Le curiosità sul polpo

 

  • Il polpo è un mollusco cefalopode che vive e cresce sui fondali velocemente: in 6/8 mesi può raggiungere i peso di 1 kg e può arrivare fino a 6/7 kg per 3 metri di lunghezza.
  • Il polpo fresco e nostrano è il più saporito.  La produzione proveniente dai nostri mari è però modesta, pertanto si ha una consistente importazione dalle aree atlantiche (come Marocco e Mauritania di polpi congelati).
  • Il polpo già pulito si può conservare in frigorifero per 24 ore, all’interno di una vaschetta di plastica o di vetro con chiusura ermetica.

 

SCOPRIRE CON SAPORIE