Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Agosto: la frutta da non perdere

 Conosciamo la frutta di agosto, la nostra arma vincente per idratarsi, nutrirsi gustando

agosto-la-frutta-da-non-perdere

Con il caldo e il sole il nostro fabbisogno nutrizionale cambia drasticamente, con lui anche l’apporto di liquidi e sali minerali necessari. La natura risponde in maniera copiosa alle nostre esigenze riempiendo di innumerevoli varietà di frutta e verdura i banchi dei mercati. Agosto è il mese in cui la varietà di prodotti agricoli si esprime al suo massimo.

Andare in un mercato può rivelarsi un’esperienza bellissima, i banchi si tingono in un tripudio di colori e odori che si mischiano. Il rosso dei pomodori regna sovrano in un alternarsi di colori sgargianti che è cromoterapia allo stato puro. Belle, ricche di acqua, di vitamine e antiossidanti, frutta e verdura estive sono un ottimo aiuto a contrastare la perdita di liquidi e sali minerali. Melanzane, zucchine, ravanelli, fagioli, fagiolini, cetrioli, peperoni, spinaci, porri: sono solo alcune delle verdure che possiamo trovare sui banchi. La frutta non è da meno. Ci sono succose e carnose pesche, albicocche e prugne insieme a dolcissimi fichi e fichi d’india. Ancora, rinfrescanti e dissetanti angurie e meloni, simbolo univoco della stagione estiva. A San Lorenzo l’uva si tinge. Recita così un vecchio detto popolare. Infatti, opo la prima decade di agosto, inizia a vedersi anche la prima uva che ha raggiunto maturazione. Anche le erbe aromatiche invadono le nostre tavole con i loro profumi persuadenti. Piante come basilico, menta, salvia, origano, citronella, in agosto esprimono al top la loro fase di sviluppo, donando anche il massimo dell’aromaLa possibilità di combinare ingredienti è davvero infinita. Che vogliate fare una bella grigliata di verdure o una golosa caponata di verdure (da servire rigorosamente fredda), per dissetanti centrifughe e smoothies o per i più energetici frullati davvero non c’è limite alla possibilità di abbinare elementi.

Se proprio non avete voglia di far nulla, sfiancati dalle torride temperature, mangiare della frutta e della verdura sarà sempre un piacere nonché un obbligo. 

Il fiore di zucca, la delicatezza servita in tavola

 

Il Re d’agosto indiscusso è il fiore di zucca. Fiore della pianta della zucchina e della zucca,  la sua raccolta inizia in primavera e si inoltra fino alla fine dell’estate. Tenero, dolce e delicato, costituisce un ingrediente versatile e adatto ad antipasti, primi piatti e si presta divinamente per torte salate. I fiori di zucca sono apprezzati all’unanimità nella classica versione fritti in pastella. Sono molto amati nella versione ripiena, farciti solitamente con formaggi cremosi ed erbette. Oltre alle 2 ricette più conosciute la tradizione gastronomica italiana li vede ingredienti di spicco in molte ricette. I fiori di zucca alla ligure, alla romana, alla siciliana...paese che vai, ricetta che trovi. La tradizione gastronomica regionale italiana sà sempre come render proprio un ingrediente, la maestria e la fantasia come sempre si fanno da padrone. Si prestano bene per le varianti più originali come i fiori di zucca in panko bread e trovano sempre il motivo di esser presenti sulle tavole. Provate: fiori di zucca in panko bread.

Melanzana che passione

La regina d’agosto non poteva non essere la melanzana. Violetta palermitana, rossa di Rotonda , baby melanzane, violetta seta, o schiacchitana nera: sono solo alcuni esempi di come la melanzana (importata dalla Cina nel 1300) si sia ben radicata su tutto il territorio italiano, assumendo varianti e caratteristiche peculiari così come le nostre bellissime regioni. La melanzana va seminata in primavera, la sua raccolta inizia l’ultima decade di giugno contemporaneamente all’inizio dell’estate.Il suo gusto può variare in base alla varietà che abbiamo acquistato. Le melanzane più scure hanno un gusto più piccante, contrariamente a quelle chiare che hanno una maggiore dolcezza e si prestano per preparazioni che ne prevedano la frittura.  La melanzana è un ingrediente estremamente adattabile, si presta per tutte le preparazioni e tutti i metodi di cottura. I piatti italiani che più rappresentano questa regina delle verdure sono sicuramente la parmigiana di melanzane, al pasta alla norma , e le golosissime melanzane al funghetto. Si prestano benissimo per cucinarle alla griglia ma anche per fare delle polpette fritte. Sono ottime anche semplicemente lesse e condite con dell’ottimo olio extravergine e qualche foglia di menta.