Esci

Ricette con il melone: ecco tutti gli abbinamenti

Preferiti
Condividi
alt

Come aperitivo o fine pasto, in composte e marmellate o in granite e sorbetti il melone è un alleato del benessere estivo!

 

Frutto estivo per eccellenza, il melone è dolce ma poco calorico, nutriente ma facilmente digeribile e per di più versatile in cucina. Da mangiare al naturale a colazione, ma anche a pranzo e cena in ricette sia dolci che salate, il melone è un concentrato di proprietà benefiche di cui non possiamo fare a meno, che possono mangiare grandi e piccini; ma anche chi segue una dieta ipocalorica: il melone, infatti, contiene solo 34 calorie ogni 100 grammi.

Appartenente alla stessa famiglia dei cetrioli, delle zucche gialle e dell’anguria, il melone ha origini caucasiche e nasce da una pianta rampicante che viene coltivata in zone del mondo dal clima mite. Il frutto venne importato in Europa da Carlo VIII e si diffonde nella nostra penisola soprattutto dopo il XV secolo. La forma è già tondeggiante o leggermente ovale e della stessa famiglia fanno parte tantissime varietà dalla polpa gialla, arancione, bianca o verde. Scopriamole tutte.

Melone, varietà da scoprire

Le varietà principali di melone sono tre: i meloni estivi (chiamato anche melone retato) caratterizzati dalle striature in rilievo, i cantalupi dalla buccia liscia, aromatici e profumati e gli invernali a buccia gialla o verde e con la polpa molto chiara. Da queste tre varietà si sviluppano alcune tipicità che sono diventate nel tempo eccellenze del nostro territorio

Il melone mantovano è un prodotto a Indicazione geografica protetta; retato o tamaris, il mantovano nasce in una terra molto favorevole alla coltivazione di questo frutto caratterizzata da inverni rigidi ed estati molto calde. La zona di produzione è compresa tra i comuni di Mantova, Cremona, Modena, Ferrara e Bologna. La raccolta avviene tra la seconda decade di maggio e l’inizio del mese di novembre.

Un’altra zona produttiva d’eccellenza è la Sicilia che ci regala quello che viene comunemente chiamato il melone d’inverno, dalla buccia verde e dalla forma ovale.

Sempre in Sicilia, nelle campagna attorno a Paceco, nel trapanese, si trova invece il melone cartucciaru, dalla buccia gialla e dalla polpa succosissima.

Le proprietà del melone

Il melone è un concentrato d’acqua ed è quindi un alimento idratante e depurativo, ne contiene circa il 95%. Il frutto è anche un importante alleato della nostra salute perché è ricco di vitamine (A, B e C) e sali minerali come ricco di ferro, calcio e fosforo. Perciò è adatto anche all’alimentazione dei bambini.

Questo frutto benefico ha poche calorie e non contiene grassi saturi. Tra le sue tante virtù c’è quella di essere amico dell’intestino: stimolando i movimenti dello stomaco favorisce la digestione. Il melone è anche amico dei reni perché ha un ottimo potenziale diuretico.

Come sceglierlo e come conservarlo

Picchiettare sulla sua superficie è un ottimo sistema per riconoscere quando il frutto è maturo. Se il suono che sentiamo è sordo, il frutto dovrebbe essere pronto. Se, al contrario è vuoto dobbiamo lasciarlo ancora un po’ in pausa prima di poterlo gustare. Anche il profumo, però è importante. Se lo sentite significa molto probabilmente che il frutto è maturo, ma attenzione, se il profumo è troppo intendo il melone potrebbe essere troppo maturo e quindi non più croccante. Il melone va conservato in frigorifero nello scompartimento di frutta e verdura. Lasciatelo a temperatura ambiente solo se è ancora molto acerbo.

Melone, coltivazione e raccolta

Il melone cresce solo nei climi miti e non regge le gelate, perciò i suoi semi possono essere piantati dalla primavera all’estate, perché inizino poi a germinare a temperature che vanno dai 24 ai 30 gradi.

Nel periodo di crescita iniziale i meloni vanno bagnati poco. Quando iniziano a crescere le foglie, però, bisogna aumentare la dose di acqua, per poi diminuirla di nuovo nel momento in cui si vede che la buccia dei frutti sta cambiando dal verde al giallo.

Bisogna tenere da conto che il frutto vero e proprio fiorisce non sul primo ramo che nasce, ma su quelli secondari. Perciò, a partire dalla quinta foglia è bene iniziare con la potatura, così da accelerare il processo di fioritura.

Il terreno giusto per la coltivazione del melone è un suolo umido e poco acido, che abbia un buon drenaggio, perché non si formino ristagni d’acqua.

Melone, ricette per tutti i gusti

Ottimo come antipasto o dessert, il melone è perfetto anche per una merenda in spiaggia oppure in sorbetti e gelati o semifreddi. Alcuni lo usano anche cotto per dar vita a composte e marmellate; ma non è di certo finita qua. Col melone, infatti, si possono creare tantissime ricette estive sia salate che dolci, eccole (quasi) tutte.

Melone con prosciutto e altri antipasti

Fantastico nel classico abbinamento con il prosciutto crudo, col melone si possono creare degli sfiziosi spiedini con un crudo toscano e meloni bianchi e gialli. Se si aggiungono delle mozzarellina si crea l'insalatona perfetta per l'estate. Si possono aggiungere delle foglioline di menta fresca al melone e il risultato sarà una nota di freschezza delicata ma saporita.

Se cercate una ricetta vegana con il melone, sostituite il prosciutto con un carpaccio di zucchine tonde tagliate sottili e condite con sale, olio, prezzemolo e aglio.

Per una ricetta vegetariana si può sempre contare sul fatto che il melone sta benissimo con molti tipi di formaggio: aggiungete per esempio della feta sbriciolata o del formaggio primo sale grigliato. Cercate un abbinamento con un formaggio più saporito? Provate l’abbinamento con delle fette di caciocavallo sciolto sulla piastra.

Ricette di melone con la pasta

Freschissimo è l'abbinamento con il melone nei primi piatti, come nel caso degli stracci di pasta alla menta con pistacchi, melone e astice.



alt

Scopri alcune delle ricette di stagione

Scopri:

Leggi anche...

Contenuti preferiti