Brasato di vitello al Barolo

Brasato di vitello al Barolo
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

Come preparare un perfetto brasato di vitello? Per ottenere un piatto eccellente, bisogna partire da una materia prima di alta qualità, per questo lo chef Massimo Martina ha scelto la carne di vitello olandese di VanDrie group, leader mondiale nella produzione di carne di vitello.

In questa video ricetta lo chef propone un secondo piatto classico della cucina piemontese: il brasato di vitello al Barolo. Massimo Martina ha utilizzato il taglio gallinella di vitello (taglio di quarto posteriore vicino allo stinco). Questo taglio di carne è tenerissimo e dà un tocco speciale al brasato. Polenta, broccoli, cavolfiori e l'inconfondibile aroma di barolo conferiscono al nostro brasato di vitello un sapore davvero unico. Un secondo di carne per le occasioni speciali!

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 60 min . Tempo di preparazione: 90 min . Dosi per: 4 persone . Difficoltà: Media . Calorie: Medio . Prezzo: Medio

Intolleranze

Senza frutta secca Senza frutta secca
Senza uova Senza uova
Senza crostacei Senza crostacei
  • 1 kg di gallinella di Vitello Olandese
  • 1 gambo di sedano 
  • 3 carote
  • 1 cipolla
  • burro
  • farina di mais
  • farina 00
  • latte
  • acqua
  • 1 calice di vino Barolo
  • broccoletti precotti
  • cavolfiore precotto
  • sale
  • pepe
  1. Per preparare il brasato di vitello al Barolo, privare la carne di vitello delle parti di tessuto connettivo e di grasso. Salare e massaggiare la carne, permettendo così al sale di penetrare nelle fibre e di ammorbidirla. Infarinare il vitello e metterlo da parte.
  2. In una padella far sciogliere il burro. Mondare la cipolla e tagliarla grossolanamente. Tagliare le carote e il cuore del sedano a pezzetti e aggiungere il tutto in padella. Unire infine la carne di vitello precedentemente infarinata e farla rosolare in padella insieme alle verdure.
  3. Quando la carne di vitello sarà ben rosolata, aggiungere il vino, coprire con un coperchio e far cuocere il vitello per almeno un’ora, girando il tutto ogni 20 minuti.
  4. Preparare la polenta (mantenendo il rapporto 1 parte di polenta/ 4 parti di acqua), riempiendo una pentola d’acqua e aggiungendo un pizzico di sale. Quando l’acqua avrà raggiunto il bollore, aggiungere la polenta, poco a poco, con l’aiuto di una frusta. Unire un po’ di latte per rendere la polenta più cremosa.
  5. Quando il brasato di vitello avrà terminato la sua cottura, togliere la pentola dal fuoco, adagiare la carne in un piatto e passare, con l’aiuto di un frullatore a immersione, il fondo di cottura.
  6. Successivamente, passare il fondo di cottura al setaccio e rimetterlo sul fuoco per farlo restringere ancora un po’. Prendere la carne, tagliarla a fettine e adagiarne un paio sul piatto di portata.
  7. Aggiungere al fondo di cottura il cavolfiore e i broccoletti, successivamente adagiare un cavolfiore e un broccoletto di fianco alla braciola di vitello e guarnire con un po’ di polenta. Infine completare il piatto con un po' di fondo di cottura. Il brasato di vitello al Barolo è pronto per essere servito.
Sigla.com - Internet Partner