Melanzana rossa di Rotonda Dop

La melanzana rossa di Rotonda, chiamata anche melanzana a pomodoro (o merlingiana a pummadora in dialetto) è piccola e tonda, e all'apparenza potrebbe essere scambiata per un pomodoro, ha un profumo intenso e fruttato che può ricordare quello del fico d'india. Il suo colore rosso è dovuto all'aumento della quantità di carotene durante la maturazione. All'interno ha la consistenza tipica della melanzana e un sapore leggermente piccante e amarognolo. È una melanzana originaria dell'Africa e dell'Asia tropicale. In Basilicata si concentra la produzione italiana di questo ortaggio, conosciuto appunto come melanzana di Rotonda, un comune in provincia di Potenza nella valle del Mercure. Fu importata nel XX secolo dai reduci delle guerre coloniali, e in questa zona ha trovato nei comuni di Rotonda ma anche di Viggianello, Castelluccio Superiore e Castelluccio Inferiore le condizioni ideali per la sua crescita. La melanzana rossa di Rotonda ha molte proprietà benefiche, tra cui un elevato potere antiossidante. È conosciuta anche per essere particolarmente efficace nel contrastare i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. A differenza della melanzana tradizionale, la melanzana rossa di Rotonda non annerisce dopo il taglio grazie alla presenza dell'acido clorogenico. È una coltivazione che ha rischiato di andare persa ma che è stata recuperata grazie al lavoro degli agricoltori che ne hanno promosso il consumo e la coltivazione ottenendo nel 2007 il riconoscimento del marchio Dop ed è anche un presidio Slow Food

Come si coltiva la melanzana rossa di Rotonda Dop

La melanzana rossa di Rotonda Dop è una pianta rustica che si coltiva con facilità e produce molto. Rispetto alle produzioni di inizio '900 questo ortaggio è diventato diverso rispetto a come era in origine: quando arrivò in Italia infatti questa melanzana aveva una forma allungata, mentre oggi è tonda. I semi della melanzana rossa di rotonda si possono coltivare durante l'inverno in ambiente protetto e poi trapiantati a primavera quando non hanno ancora raggiunto i 9cm. Le melanzane comuni di solito si colgono prima della completa maturazione, mentre la rossa di Rotonda può essere raccolta solo a maturazione avvenuta quando hanno il loro caratteristico colore rosso-arancio. Si raccolgono a partire dal mese di maggio e fino ad autunno inoltrato. Una volta raccolta la melanzana rossa di Rotonda viene conservata con un metodo piuttosto insolito per una melanzana, simile a quello di cipolle, peperoncini e pomodori: le melanzane vengono legate in grappoli e messe successivamente a essiccare sotto le tettoie. 

La melanzana rossa di Rotonda: come si usa in cucina

Mentre in Asia viene usata praticamente solo per scopi ornamentali o per il curry, la melanzana rossa di Rotonda Dop ha molti impieghi in cucina: potete impanarla e friggerla per un contorno delizioso o per preparare una parmigiana di melanzane diversa dal solito. Va bene anche grigliata sulla piastra o come ingrediente per le orecchiette pugliesi con melanzane e pecorino di Fossa. Vista la loro forma che ricorda molto quella di un pomodoro, le melanzane rosse sono perfette anche da farcire per mangiare delle deliziose melanzane ripiene al forno. Se volete conservarle sott'olio dovete soltanto tagliarle a fette, farle essiccare e poi servirle con un olio aromatizzato al timo o al rosmarino se volete preparare una delicata bruschetta o un panino goloso. Della melanzana rossa di Rotonda non si butta via nulla, si possono mangiare anche le foglie che si cucinano esattamente come gli spinaci, magari in aggiunta a un'insalata croccante. Le foglie sono estremamente più nutrienti del frutto, vista la quantità di beta-carotene che contengono, insieme a vitamina C e ferro. 
 

Sigla.com - Internet Partner