Esci

più sicurezza e tutela per i celiaci

Preferiti
Condividi
alt
Approvato il Ddl Palagiano che decreta l'obbligo di etichettare farmaci che contengono gliadina, proteina componente del glutine. Un passo in più nella tutela della salute dei celiaci 

Mercoledì 28 novembre 2012 è stato fatto un passo avanti per la sicurezza e la tranquillità di tutte le persone affette da celiachia, una malattia autoimmune debilitante che colpisce soggetti geneticamente predisposti. La patologia è dovuta a una reazione alla glandina, una proteina che si trova nel grano, la cui assunzione per il celiaco va evitata, previa tutta una serie di sintomi aggravanti: reazioni infiammatorie addominali, atrofia dei villi, mancato assorbimento delle sostanze nutritive e altre più gravi.

Il 28 novembre è stato approvato all'unanimità in Commissioni Affari Sociali della Camera dei Deputati il disegno di legge "Disposizioni concernenti l'etichettatura dei farmaci contenenti gliadina e l'indicazione delle presenza di lattosio, a tutela delle persone affette da morbo celiaco”, presentato da Antonio Palagiano, Presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sugli errori sanitari e responsabile sanità Idv, il 23 gennaio scorso. Il provvedimento prevede l'obbligo di etichettare i farmaci che contengono glandina, come sciroppi, fermenti lattici e il rivestimento di alcune compresse. Prima di questo decreto le aziende farmaceutiche potevano decidere a proprio riguardo se applicare un simbolo di riconoscimento sui farmaci contenenti glandina o meno, costituendo un grosso rischio per le 600.000 persone affette da celiachia in Italia, circa l'1% della popolazione e il cui numero aumenta vertiginosamente con un incremento del 9% annuo. Con il decreto Pelagiano le case farmaceutiche sono ora tenute ad aporre sui farmaci pericolosi per i celiaci il simbolo convenzionale di una spiga di grano, come avviene per i prodotti alimentari.

Antonio Palagiano si è detto soddisfatto per l'approvazione unanime del disegno di legge, un provvedimento che ha molto a cuore la salute dei celiaci, che per “colpa” della glandina possono correre seri rischi. “Questa patologia che può avere conseguenze gravissime, come tumori, sterilità e aborti ricorrenti," ha dichiarato Antonio Palagiano "determina una degenerazione della mucosa intestinale, anche introducendo minime tracce di glutine.''

Avendo chiesto l'approvazione del Ddl per via legislativa, in quanto non è previsto il passaggio in aula lo scritto di Palagiano diventerà a breve legge.

Celiaci potete dormire sonni più tranquilli.

Fonte: asca



di Maria Spadaro

alt

Scopri alcune delle nostre ricette

Leggi anche...

Contenuti preferiti