Esci

Cibi per attivare la melanina e avere un'abbronzatura perfetta

Preferiti
Condividi
Una ragazza prende il sole a bordo piscina con al suo fianco alcuni cibi da mangiare in estate per l'abbronzatura

Con l'arrivo dell'estate, molti cercano un colorito abbronzato per sfoggiare una pelle più radiosa e sana. Oltre al corretto uso di creme solari per proteggere la propria pelle e uniformare il colorito, è interessante sapere che alcuni alimenti possono contribuire a stimolare l'abbronzatura e mantenere la pelle abbronzata a lungo.

In questo articolo, vedremo come mantenere l’abbronzatura e come abbronzarsi di più naturalmente, seguendo un’alimentazione dedicata attraverso tutta una serie di alimenti ricchi di sostanza nutritive, che possono favorire una pelle più abbronzata e sana in modo naturale.

Con i nostri consigli sarete più preparati anche per la fine delle vacanze, scoprendo come mantenere l’abbronzatura dopo il mare e per tutto l’anno.

Le sostanze nutritive che stimolano la pelle e la inducono a reagire ai raggi del sole per una abbronzatura perfetta, sono caratteristiche comuni di diversi alimenti:

  1. Gli alimenti ricchi di acqua;
  2. Alimenti ricchi di vitamina A;
  3. Alimenti contenenti il betacarotene, generalmente di colore rosso, giallo o arancione;

Pare che, invece, la vitamina C tenda a rallentare l'abbronzatura, ma è bene non rinunciarvi e integrarla nella dieta perché è essenziale per le barriere immunitarie e combatte l'invecchiamento della pelle, perché antiossidante.

Non rinunciate neanche ai cibi ricchi di Omega 3, che aiutano a evitare eritemi e irritazioni, come il salmone e il pesce in generale, l'avocado e le noci.

 

I cibi per accelerare l’abbronzatura

Vediamo quali sono i cibi da mangiare in estate, e non solo, per prepararsi all'abbronzatura tutto l'anno: come aumentare la produzione di melanina e quali alimenti fanno abbronzare di più.

 

Le carote per l’abbronzatura

Le carote sono un alimento ricco di betacarotene, un precursore della vitamina A.

A cosa serve il betacarotene? Questo pigmento vegetale svolge un ruolo cruciale nell'abbronzatura: favorisce infatti la produzione di melanina, responsabile della colorazione della pelle.

Come aumentare la produzione di melanina? Consumando carote crude o cotte, per esempio con un’insalata di carote crude, condite con olio e limone, oppure in un fresco centrifugato di carote.

Altre ricette con le carote da provare:

1. Soufflè con fonduta di taleggio DOP

2. Tartare di baccalà con crema di carote e arancia

3. Muffin con carote e farina integrale

 

I pomodori per intensificare il colore

Anche i pomodori possono favorire l’abbronzatura, questo perché sono una ricca fonte di licopene, un potente antiossidante che protegge la pelle dai danni causati dai radicali liberi generati dall'esposizione ai raggi UV.

Inoltre, il licopene aiuta a migliorare la texture della pelle, rendendola più liscia ed elastica. Consumare quindi pomodori freschi, come le carote, o utilizzarli come base per salse e sughi, può aiutare a ottenere i benefici di un’abbronzatura naturale.

Anche i pomodori, come tutti gli alimenti contenenti carotenoidi, sono alleati della nostra abbronzatura, e attivatori di melanina, fornendo la maggior parte di nutrienti necessari per intensificare il colore dell’abbronzatura e proteggere la pelle dall’esposizione.

Tra le ricette con i pomodori:

1. Linguine ai quattro pomodori antispreco

2. Risotto con pomodori San Marzano e stracciatella

3. Crostini al pomodoro con olio extravergine di oliva

 

Il melone anche per l’elasticità della pelle

Il melone è un frutto estivo dissetante che può aiutare a idratare la pelle e mantenerla sana e pronta per l’esposizione al sole. È importante mangiare il melone arancione per l’abbronzatura perché ricco di betacarotene, che viene convertito in vitamina A e favorisce il rallentamento dell’invecchiamento cutaneo. Lavitamina C, invece, promuove la produzione di collagene, che contribuisce all'elasticità e alla salute generale della pelle.

Anche le pesche sono un’altra fonte di betacarotene, oltre a fornire vitamine A, C ed E, che aiutano a proteggere la pelle dai danni dei raggi UV e a migliorarne l'aspetto.

Provate le nostre ricette estive con il melone:

1. Spiedini con prosciutto toscano ai due meloni

2. Panna cotta al melone

3. Pesce spada marinato con salsa al melone

 

Le albicocche e gli alimenti di colore arancione

Di stagione in piena estate , le albicocche svolgono la funzione dicombattere i radicali liberie proteggono le cellule. Ma quante albicocche si possono mangiare al giorno ? Pare che, per una persona normopeso, la dose consigliata di albicocche giornaliere sia di 4-5 albicocche per un totale di 300 g al giorno.

A cosa fanno bene le albicocche? Anche per le albicocche vale il discorso del betacarotene: essendo di colore arancione, questi frutti sono ricchi di proprietà benefiche che favoriscono l’abbronzatura e la salute della pelle.

Con le albicocche si possono preparare moltissimi dolci perfetti per merende e colazioni sane e nutrienti:

Scopri tutti i falsi miti sull’abbronzatura

Esistono diversi “falsi miti” sull’abbronzatura, dall’utilizzo di poca crema solare per abbronzarsi di più, all’assumere grandi quantità di frutta e verdura. Infatti, se è vero che certi alimenti contengono una buona dose di betacarotene, non è vero che più se ne assumono e più ci si abbronza.

Ma assumere grandi quantità di frutta e verdura contenenti beta carotene, può portare a “carotenosi”, una condizione che porta a un colorito arancio-giallastro negli ultimi strati dell’epidermide. Questo effetto solitamente svanisce diminuendo la quantità di tali alimenti, non ha nulla a che fare con l’abbronzatura".

 

Per l’abbronzatura sono meglio le carote bollite?

Le carote hanno più betacarotene rispetto agli altri alimenti, e sono molto indicate per una dieta ricca di vitamina A. Si pensa che il consumo delle carote per favorire l’abbronzatura sia preferibile a crudo.

In realtà, recenti studi hanno dimostrato che le carote bollite tendono a rendere i carotenoidi più facilmente assimilabili dall’organismo umano.

Quindi si, pare che per l’abbronzatura siano meglio le carote cotte : il metodo di cottura è indifferente: lesse, al forno, in umido.

 

Pomodori e albicocche hanno dentro la melanina?

La frutta e la verdura alleate della nostra pelle e che favoriscono l’abbronzatura in estate, come i pomodori e le albicocche, non contengono la melanina , ma il betacarotene, un precursore della vitamina A, che favorisce nel nostro corpo la produzione di melanina, un pigmento naturale che dona alla pelle esposta al sole un colore uniforme più a lungo.

 

Bere birra aiuta l’abbronzatura?

In estate la birra fresca è un valido alleato per combattere il caldo . Pochi sanno però che il luppolo, con cui la birra viene prodotta, è un ottimo attivatore di melanina. Ma ancora meno sanno che non serve bere birra per abbronzarsi, perché pare che basti utilizzare delle creme solari protettive contenenti i principi attivi della birra.

Spruzzarsi direttamente la bevanda sul corpo, al contrario, potrebbe portare al rischio di irritazioni o favorire la formazione di eritemi, perché non contiene alcun tipo di filtro solare.

Melone arancione per mantenere viva l'abbronzatura

Scopri alcune delle ricette di stagione

Leggi anche...

Contenuti preferiti