Cenetta romantica a casa: idee, ricette e un menu afrodisiaco per due

07/02/2018

Che sia una cenetta romantica per San Valentino o per dichiarare eterno amore, per festeggiare un ritorno o semplicemente la bellezza della quotidianità, per fare una proposta importante o dare un annuncio di una bella notizia: non importa quale sia il motivo, una cena a due è un momento intimo, emozionante, rilassante.

Per questo a volte anziché scegliere un ristorante, un bistrot, o un localizzo panoramico (tutte soluzioni da provare, soprattutto se in location intime, riservate, con luci soffuse e scenari d’impatto), si decide di organizzare una cena a casa. Già, ma come renderla speciale?

Lo abbiamo chiesto allo chef Stefano De Gregorio, che qui ci propone alcune ricette per un menu di San Valentino o una cenetta romantica a lume di candela per due, con tanti ingredienti speciali e ricette afrodisiache.

Il menu per la cena romantica

Cosa cucinare? Una cena veloce e sfiziosa, con piatti semplici e veloci, ma anche raffinati e ricercati. E’ possibile. Il bello di questo menu è che può essere "gestito" e preparato facilmente.

Partiamo dall’aperitivo: bollicine rigorosamente italiane per brindare alla bellezza di essere in due. Consigliamo ad esempio un Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene DOCG o un Franciacorta, il re delle bollicine italiane. Un vino fresco e leggero, perfetto per accompagnare anche l’antipasto: gazpacho di pomodoro, aceto balsamico, arance e lamponi con tartare di ricciola.

Per primo, agli innamorati Stefano De Gregorio propone un piatto a base di pesce: riso con gamberi rossi, bufala, limone. Una ricetta raffinata e gustosa, di grande effetto e che non appesantisce. I crostacei inoltre, dai gamberi all’aragosta, sono conosciuti secondo la tradizione popolare come ingredienti afrodisiaci e sono spesso protagonisti delle cene di coppia. 

In realtà, non esistono ingredienti magici, ma una ricetta può sedurre per l’armonia di sapori, colori e profumi che riesce a miscelare al suo interno ed anche combinata con i piatti che la precedono e che la seguono. Come in questo caso.

La portata che viene come secondo ha un nome che evoca serate primaverili a lume di candela, intimità, semplicità e leggerezza: tutto quello che una coppia si augura per la propria relazione. Si tratta di un piatto con tonno scottato, verdure, olive taggiasche, crema di sedano

Attenzione a come impiattare: sulla base cominciate disponendo la crema di sedano, poi aggiungete le verdure dal colore acceso, ovvero i pomodori e i peperoni. Appoggiate sopra il tonno, poi il crumble di olive e pane, fettine sottili di ravanelli, e infine ultimare con un filo d'olio e germogli.

In questo menu per coppie, il dolce finale è veramente una ricetta afrodisiaca da provare: ci sono tutti gli ingredienti considerati galeotti per un incontro d’amore. 

Il dessert è infatti una crema di avocado e cioccolato bianco, con ricotta con marmellata di mandarini e frutti rossi. Lo chef De Gregorio ha chiamato questa ricetta Percorso: perché sembra proprio una stradina che accompagna a scoprire la mousse di cioccolato, un percorso di sapori tracciato sul piatto, anche per come viene presentato. Ed è bello che al termine di una cena romantica si concluda con un dessert con questo nome: come una promessa di percorrere, perché no, anche un tratto di vita assieme. 

Al suo interno non mancano: frutto della passione e cioccolato, conosciuti fin dall’antichità come alimento afrodisiaco. Persino il re azteco Montezuma usava bere una bevanda di cioccolato spumosa prima di recarsi agli incontri con le sue mogli.  C’è anche l’avocado in questo dessert: un frutto in grado di dare molta energia pur senza appesantire…

Cibi afrodisiaci naturali: come funzionano?

Ma come agirebbero “scientificamente” i cosiddetti cibi afrodisiaci? In certi casi con il loro effetto vasodilatatore naturale che agevolerebbe la circolazione sanguigna; in altri casi fornendo energia senza appesantire; in altri casi per un aspetto particolarmente sexy che richiamerebbe riferimenti sessuali o ancora, perché impone a chi li mangia l’utilizzo delle mani, quindi aumentando il livello di intimità per la coppia.

Tra questi, l’elenco include appunto pesce, gamberi e crostacei in generale, cioccolato, ma anche peperoncino, zenzero, cipolla e aglio (ma attenzione all’alito!), avocado, mandorle, zafferano, ostriche.

Una tavola romantica:  come apparecchiare

C’è poi tutto l’aspetto della presentazione: come allestire un angolo romantico per la vostra cena a due a casa? 

  • Giocate molto con la luce: deve essere soffusa certo, non insistente, ma nemmeno troppo bassa. Accendete delle abat jour agli angoli della stanza anziché la luce principale se volete. Bene anche le candele, purché il loro utilizzo sia limitato. Altrimenti fa molto effetto chiesa!
  • Bella anche idea di illuminare qualche angolo attorno al tavolo con dei fili di lucine a led: la luce deve essere calda, non intermittenti, e non colorata, altrimenti fa tanto Natale. Potete disporla sopra un divano, appenderla a un pergolato o a un terrazzo se cenate all’aperto, avvolgerla dentro una lanterna.
  • Scegli un posto panoramico dove mettere la tavola da apparecchiare se puoi: vicino a una finestra con una bella vista, in un angolo speciale della casa, vicino al caminetto acceso se è inverno…
  • Non apparecchiare troppo lontano l’uno dell’altra: anche se hai una stanza spaziosa e un tavolo ampio, una cena romantica deve essere consumata vicini. La giusta distanza per riuscire a chiacchierare senza alzare la voce. 
  • Coordina i colori, con qualche tocco di rosso, ma senza esagerare, altrimenti più che la cena di San Valentino, di fidanzamento o dell’anniversario di matrimonio, sembra il cenone di Capodanno! 
  • Bello un centrotavola piccolo ma romantico: un minibouquet di roselline rosse, biancheria sui toni del bianco, servizi semplici e raffinati ma senza l’effetto da “servizio buono”. Siete a casa, quello che serve è intimità non affettazione. 
  • Decora pure la tavola con piccoli segnaposto a cuore, roselline, petali, qualcosa che sai che piace al tuo parner. Solo una cosa durante la cena non dovrà mai stare sul tavolo con voi: il cellulare!
  • Allo stesso modo, non allestite la tavola con duemila posate e bicchieri. Piuttosto, cambiatele tra una portata e l’altra. Parola d’ordine: semplicità.
  • Lasciate qualche sorpresina tra una portata e l’altra: un bigliettino sotto il tovagliolo, un regalino dopo il dessert. 
  • Non fate mancare la musica: il jazz o il pianoforte aiutano a creare l’atmosfera, ma se non amate i generi e siete appassionati di altri, godetevi la vostra playlist preferita. Potreste anche creare un cd  o inserire in una chiavetta o in una playlist da condividere le canzoni ascoltate durante la serata, per regalarle poi al vostro ospite.  Riascoltandole, penserà alla vostra cena...

Buona serata!

Sigla.com - Internet Partner