Ricette Preferite Profilo Cambia la password Cambia l'Email Esci

Frutta e verdura di aprile, i prodotti del mese

Una giornata bella, una giornata brutta

E la campagna matura tutta

La spesa dei prodotti primaverili è ricca di verdure particolari perché uniche nel loro genere e tutte molto diverse tra loro. Aprile è il mese dei baccelli che racchiudono fave, taccole e piselli, degli asparagi lunghi carnosi e sottili, delle varietà più buone e pregiate di carciofi e di tutte le erbette verdi, piccole foglioline amare o dolci che popolano soprattutto le tavole romane.

Le verdure di aprile

Così, aprile è caratterizzato da verdure che hanno sapori decisi. Le verdure di aprile sono molto dolci o molto amare, una via di mezzo è difficile trovarla. Se l’amaro non fa per voi, ricorrete alla vitamina C. Il cibo carico di vitamina C, infatti, rilascia nell’acqua delle sostanze che non solo evitano alla verdura e alla frutta di ossidarsi, ma addolciscono il sapore amaro di molti ingredienti.

Così, carciofi e cicoria possono essere messi ammollo in acqua e limone prima di essere cucinati; ma se non amate l’agro del limone, potete usare i gambi di prezzemolo o il succo di arancia, perfetto anche nelle macedonie.

Poi ci sono gli asparagi, da sbollentare appena e mangiare croccanti, gli agretti, da sbollentare e scolare in acqua e ghiaccio perché restino di un bel verde brillante, i cardi, che una volta addolciti si abbinano bene anche ai funghi l e erbette tutte, da ripassare in padella come si fa a Roma, con aglio, olio e peperoncino.

Ad aprile iniziano a trovarsi le prime fave, i piselli e le taccole.

Aprile è anche il mese del rabarbaro, con cui fare sia piatti dolci che salati:

La frutta di aprile

La frutta di aprile è varia, non c’è un filo conduttore che la unisce. Alcuni frutti appartengono ancora più all’inverno, altri si avviano verso la primavera. Così, resistono i kiwi e le arance, ma arrivano anche susine e albicocche, fragole e amarene.