Pranzo in ufficio: 5 lunch box per mangiare con gusto

Cosa mangiare in pausa pranzo? Molte persone preferiscono ancora uscire invece di pranzare alla scrivania davanti al pc. Un po' perchè siamo nati pigri, un po' perchè nell'immaginario collettivo mangiare velocemente davanti al pc non è esattamente una pausa pranzo felice. Invece bastano alcuni accorgimenti per trasformare il vostro pranzo in ufficio in una buona occasione per mangiare sano programmando i pasti di tutta la settimana, risparmiare e usare il tempo della pausa per leggere, fare shopping online o programmare la vostra prossima vacanza. L'importante è staccare dal lavoro e non sprecare il vostro tempo. Fate dei piani di come utilizzerete la vostra pausa oggi, ottimizzate le risorse. E soprattutto mangiate quello che vi piace e che possibilmente rientri nelle vostre esigenze di dieta. Ma divertitevi. Se c'è qualcosa di cui amate il sapore cercate di mangiarla almeno una volta a settimana. Alla fine si vive una volta sola. E mangiare quello che ci piace contribuisce a darci un'energia incredibile. Quindi, veniamo al sodo: cosa mangiare in pausa pranzo in ufficio? Abbiamo chiesto al nostro chef Stefano De Gregorio di aiutarci a mettere insieme una lista di idee per il pranzo in ufficio, una settimana virtuale da passare insieme a noi in cucina. 

 

Le lunch box per il pranzo in ufficio

Chef Deg ha ideato 5 ricette facili e veloci che saranno perfette per le vostre lunch box. Un pranzo leggero e salutare che va benissimo per quei momenti di detox, senza però scendere a patti con il gusto. Tutte le ricette sono state pensate per stare benissimo nei vostri lunch box, e se non ne avete mi sembra un'occasione perfetta per comprarne di nuovi. Se li comprate, fate attenzione che siano adatti ad andare nel microonde, in forno e anche nel freezer. Sono i contenitori migliori per facilità di utilizzo e versatilità. Comprate lunch box belle, ma anche utili quindi. Le migliori hanno dei piccoli scomparti interni in cui potete anche dividere gli ingredienti. Proprio in stile Bento box giapponese. 

Cos'è una bento box

La bento box è proprio la scatola che contiene il pranzo che i giapponesi portano al lavoro, ma anche a scuola. In Giappone però si sa che l'estetica del cibo è importante tanto quanto il sapore, ecco perchè la disposizione degli ingredienti in questa lunch box diventa fondamentale. La preparazione della bento box è un vero e proprio rituale. A Milano la chiameremmo schiscetta ma non perderemmo tempo a farla così bella. In Giappone la bento box non ha solo lo scopo di nutrire ma quello di far fare bella figura ai componenti della famiglia. Sì perchè in un Paese come il Giappone dove la competitività è ai massimi livelli, non poteva mancare la competizione per le bento box del pranzo, a partire dall'asilo. Esistono anche le figure che hanno fatto della bellezza delle loro Bento box una vera e propria professione, come Mari Miyazawa, bento designer ormai famosissima. Non vi vogliamo proporre di fare cieli di riso e sculture di verdure, ma le ricette che ha preparato lo chef Stefano De Gregorio sono anche bellissime da vedere, oltre che buonissime. Vi faremo fare di certo una splendida figura. 

Per gli amanti del sushi: sushi box mista

Abbiamo già parlato prima di Bento box e le meraviglie delle composizioni giapponesi. Non avevamo nessuna pretesa di emulare le loro gesta epiche con le nostre lunch box, ma abbiamo pensato che del sushi non poteva mancare. Non stiamo parlando del solito sushi, ma di sushi accompagnato da: magatello di vitello, tonno sott'olio e sgombro. Preparare questi sushi è facilissimo e veloce, potete preparare il riso anche con qualche giorno di anticipo e poi comporre il piatto la sera prima. Questi non vanno neanche riscaldati. E se siete amanti del sushi provate anche queste ricette:

Insalate in vaso: insalata di quinoa, zucchine, peperoni e chips di topinambur

Tempo fa era scoppiata un po' la moda delle ricette in vaso, sull'argomento erano anche stati scritti diversi libri e sulla scia del successo erano nati alcuni locali che servivano tutto il menù in panciuti vasi di vetro. Il vaso di vetro è un ottimo modo per preparare delle insalate belle oltre che buone. L'unico problema è la fragilità del contenitore, ma visto che non siamo più all'asilo ormai da tempo, posso stare tranquilla che non lo farete cadere portandolo al lavoro. Questa è un'insalata deliziosa e la quinoa potete prepararla in largo anticipo. Con la quinoa che avanza preparate la crostata di quinoa e riso con confettura ai mirtilli rossi. E se volete saperne di più, imparate qui tutti i segreti per fare un'insalata buona come quella del ristorante

Per gli amanti dei noodles: noodles con salsa ponzu, carne ed edamame

Se oltre al sushi siete amanti anche dei noodles, questa ricetta l'abbiamo preparata apposta per voi. Preparare i noodles è così semplice che sembra quasi uno scherzo. La ricetta di chef Deg poi è davvero sfiziosa, senza complicarvi la vita con ingredienti impossibili. Gli edamame ormai si trovano facilmente nel reparto surgelati dei supermercati. La lombata di vitello è l'unica cosa che dovrete cuocere: ma si tratta soltanto di scottare i bocconcini in padella e poi aggiungere la salsa ponzu. Se volete saperne di più sui noodles, trovate qui la nostra guida completa. E se volete qualche altra ricetta, provate i noodles di riso con gamberi, calamari e verdure.

Per la merenda: macedonia, yogurt e semi, centrifuga di carote, zenzero e limone

C'è chi al salato preferisce fare un pranzo che vira più sul dolce, un pranzo che sembri quasi una merenda. Per voi Stefano De Gregorio ha ideato un lunch box diviso in tre. Per prima cosa abbiamo la macedonia di frutta di stagione, sentiti liberi di variare la frutta inserita con quella che preferite, con la macedonia non si sbaglia. Per la parte proteica abbiamo preso uno yogurt magro classico e l'abbiamo abbinato a dei semi, semi di chia in questo caso. Abbiamo pensato anche di accompagnare il tutto con una deliziosa centrifuga di carote, zenzero e limone. 

La lunch box vegetariana: frittata di albumi all'erba cipollina con funghi e ceci

Se state seguendo una dieta proteica o siete patiti di sport questa è la lunch box fatta apposta per voi. La frittata di albumi è soffice e gustosa e l'accompagnamento con funghi ed erba cipollina non vi farà certo rimpiangere la mancanza del tuorlo. Preparate la frittata la sera prima, fatela raffreddare e poi mettetela direttamente nel contenitore che volete portarvi per il pranzo in ufficio. Vi basterà poi riscaldarla velocemente al momento di consumarla. Mi raccomando non fate cuocere per troppo tempo la frittata in microonde o ne andrà della sua consistenza. Pazzi per la frittata? Noi ne abbiamo moltissime. Dalla frittata con i bruscandoli alla buonissima frittata con radicchio verde e patate

Sigla.com - Internet Partner