Come cucinare con la curcuma, il nuovo super food

Usata a lungo nella cucina indiana e caraibica, la curcuma è arrivata anche da noi e, come una vera superstar, si è guadagnata un posto di tutto rispetto sotto i riflettori della cucina che strizza l'occhio anche al benessere. Dal cibo ai prodotti di bellezza, infatti, la curcuma è al centro dell'attenzione proprio per il principio attivo che contiene, la curcumina, che ha potenti proprietà antinfiammatorie. 

Cos'è la curcuma


Parente stretta dello zenzero, diciamo pure cugina, la curcuma è il rizoma di una pianta tropicale, cioè una serie di germogli simili a radici che crescono sotto terra. Ha un colorito caldo e dorato, che vira dal giallognolo all'arancio brillante. Anche la polpa della radice è di colore arancio intenso, che diventa poi gialla quando si secca. Ha un odore pungente e il suo sapore è descritto come leggermente amarognolo, leggermente pepato (come quello della senape) e con un lieve retrogusto di zenzero. La curcuma si trova sia in polvere, nella parte dedicata alle spezie del vostro supermercato, e di recente comincia a fare la sua comparsa anche fresca nei negozi bio o negli ortofrutta più forniti. La maggior parte della curcuma viene dall'India e in particolare da Alleppey e da Madras. Anche se quella proveniente da Madras è la più famosa, privilegiate quella di Alleppey se avete la possibilità di scegliere, in quanto contiene il doppio del principio attivo. Ecco qualche consiglio sul suo utilizzo:
  • Abbinatela sempre al pepe nero, come già si trova in svariate ricette indiane, così aumenterete di 1000 volte l'assorbimento della curcumina. Questo effetto è dovuto alla preziosa iterazione degli ingredienti con la piperina, un alcaloide presente sulla superficie del pepe nero. 
  • Non utilizzate la curcuma in grandi quantità perchè potrebbe rendere amari gli ingredienti.
  • Fate attenzione a coprire bene gli indumenti e gli strumenti di lavoro, perchè la curcuma è anche un potente colorante.

Conservare la curcuma


La curcuma è molto sensibile alla luce, quindi per conservarla al meglio mettete la polvere in un contenitore di metallo a chiusura ermetica. State attenti a tenerla lontana dal calore, in un luogo fresco e asciutto. Comincerà a perdere le sue proprietà dopo 6 mesi dall'acquisto. La radice fresca, invece, si conserva molto bene in freezer, chiusa in un sacchetto adatto ai surgelati. Potete grattugiarla ogni volta che ne avete bisogno. 

I benefici della curcuma


Nella medicina ayurvedica è utilizzata come ingrediente curativo da circa 4000 anni. La curcuma negli ultimi anni è oggetto di studi approfonditi anche per la medicina occidentale, per le sue incredibili proprietà benefiche. Innanzitutto è un potente antinfiammatorio, grazie a questa sua proprietà è di grande aiuto nei casi di artrite. Ha anche proprietà antiossidanti, gli studi si stanno concentrando proprio su questo visto che sembrano essere così potenti da bloccare le tossine presenti nel fegato. Inoltre stimolerebbe la produzione della bile, semplificando il processo digestivo e proteggendo gli organi. Gli studi fino a ora effettuati suggeriscono che sia ottimo anche per la pelle, proteggendola dall'effetto degli agenti chimici e dall'inquinamento atmosferico. 

5 modi di utilizzare la curcuma in polvere

 
  • Quanto preparate il tè, aggiungete una punta di cucchiaino di curcuma in polvere nella tazza prima di versare l'acqua bollente.
  • Trasformate i pancake in golden pancake, basta aggiungere 1/2 cucchiaino di curcuma in polvere negli ingredienti secchi. Il colore e il sapore saranno incredibili.
  • Usatelo come decorazione per l'hummus: mescolate una punta di cucchiaio di curcuma con un cucchiaino di semi di sesamo tostati e cospargeteli sulla ciotola di hummus.
  • Aggiungete un cucchiaino di polvere di curcuma a zuppe e vellutate per ottenere un colore caldo e un sapore intenso.
  • Preparate le lenticchie o altri legumi con cipolle tritate, olio d'oliva e 1 cucchiaino di curcuma. Potete servirle così o accompagnate dalla quinoa. 
 

5 modi per utilizzare la curcuma fresca


Per utilizzare la radice di curcuma prima di tutto dovrete pelarla. Farlo è molto semplice, esattamente come per lo zenzero, basta utilizzare il bordo di un cucchiaio. Poi grattugiate la parte che vi serve o tagliatela in pezzi. Potete conservarla avvolta nella pellicola in frigorifero per 10 giorni. 
  • Utilizzata la radice grattugiata nelle marinate per pollo, pesce e manzo. Unitene un cucchiaio agli ingredienti della marinatura per dare una sferzata di sapore e colore.
  • Aggiungete la curcuma grattugiata nel condimento delle vostre insalate.
  • Unite 2 cucchiaini di curcuma grattugiata alle verdure saltate in padella. Potete aggiungerla anche durante la cottura.
  • Cospargete di curcuma grattugiata i piatti a base di uova. Provatene un cucchiaino anche nelle uova strapazzate o nell'omelette.
  • Aggiungete 1cm di radice di curcuma agli ingredienti dei vostri smoothie preferiti. Fatelo anche con le spremute. 

 

La curcuma nella cucina internazionale


In India la curcuma viene aggiunta all'inizio del processo di cottura e fatta scaldare e saltare con gli altri elementi aromatici come cipolla, zenzero e aglio. Nella cucina thailandese, la curcuma si usa per preparare le ricette di curry gialli. È una spezia molto amata anche nella cucina iraniana dove viene abitualmente combinata con pepe nero, cannella e cardamomo in un mix di spezie che viene chiamato advieh. È molto popolare anche in Malesia, dove è la spezia fondamentale per insaporire il pollo in un piatto tipico chiamato kapitan. In Marocco è molto utilizzata la versione in polvere, che viene mescolata con lo zafferano per fare l'harira: una zuppa che viene tradizionalmente preparata per la fine del Ramadan. Fa parte di un mix di spezie che viene chiamato ras-el-hanout.
 

Ricette con la curcuma


Per inserire la curcuma nelle vostre ricette, cominciate con cose semplici, per esempio potete preparare il famigerato Golden Milk, che è diventato molto di moda nell'ultimo anno. Per farlo avrete bisogno di mezzo cucchiaino di curcuma in polvere, una tazza di latte (potete usare anche latte di soia o di mandorle) e un cucchiaino di miele o sciroppo d'acero. Per sciogliere bene la curcuma vi consiglio di metterne 3 cucchiai in un pentolino con poca acqua, mescolate e fatela diventare una pasta densa su fuoco medio. Mettete la pasta che avete ottenuto in una ciotola che potete poi conservare, coperta con della pellicola, in frigorifero. Mettete il latte in un padellino e aggiungete mezzo cucchiaino della pasta ottenuta, fatela sciogliere bene mescolando. Unite lo sciroppo e 2 grani di pepe nero che aiuteranno il potere benefico della curcumina. Servite caldo. Potete preparare anche un' insalata ispirata alla cucina marocchina, con carote, ceci, cavolo nero e bulgur bollito. Poi condite il tutto con una vinaigrette di curcuma e limone. Le patate novelle sono una delle mie cose preferite, se volete dargli un twist tropicale, fatele sobbollire nel latte di cocco infuso con la curcuma fresca. Poi servitele con peperoncino tritato, chips di cocco e cavolo riccio. Se siete invece fan dei dolci, dovete assolutamente aggiungere poca curcuma nella pannacotta, il risultato sarà sorprendente. 
Anche i nostri chef si sono sbizzarriti a utilizzare questa spezia, con questa piadina con pollo e salsa alla curcuma, un ottimo cous cous alla curcuma con verdure e gli straccetti di vitello con curcuma e riso basmati.
 

Sigla.com - Internet Partner