Hofbräuhaus, un mito per bere birra a Monaco

Nella seconda metà del XVI secolo le due principali preoccupazioni del Duca Wilhelm V Wittelsbach erano quelle di finanziare il grande cantiere della chiesa di S. Michael e riorganizzare la produzione di birra. All’epoca, quella importata da Hannover, costava troppo e quella prodotta a Monaco non solo era poca ma spesso anche malsana, perché alcuni birrai senza scrupoli vi mettevano dentro di tutto. Non mancavano, infatti, casi di avvelenamento, reato punito dal sovrano con la morte per annegamento nella botte del produttore incriminato.
Il nobile pensò, allora, di costruire una fabbrica di birra all'interno della corte, affidandone la direzione a Heimeran Pongraz, distintosi come mastro birraio nel convento di Geisenfeld. Nasceva così il 27 settembre del 1589 l'Hofbräuhaus, trasferita poi dal Seicento nella zona più grande del Platzl.
Ma la vera, grande novità consistette di lì a poco nel vendere la birra prodotta - fino ad allora bevuta solo a corte -  anche ai cittadini oltre che ad altre birrerie.
L'edificio che oggi ospita l'Hofbräuhaus fu inaugurato nel 1897 e conserva la bella Schwemme - il grande salone collocato a pianterreno, stupefacente per le sue volte affrescate - i lunghi tavoli di legno massiccio, l’orchestra e i camerieri in abito bavarese che servono i clienti.
Qui gli habitué (Stammgäste) hanno il loro boccale privato in ceramica, gelosamente custodito da un lucchetto. Al primo piano si trovano le sale più tranquille ed eleganti, mentre al secondo c’è la grande sala delle feste ma si può anche mangiare all'esterno nell’ombroso Biergarten. Il re di Baviera, Massimiliano I Giuseppe, fece poi della birra Hofbräuhaus un marchio registrato.
 
Hofbräuhaus
Platzl 9
Aperta tutti i giorni dalle 9 alle 24
www.hofbraeuhaus.de

di Clara Ippolito

Sigla.com - Internet Partner