Stop al sentore di tappo: il progetto di Brentapack e Università di Trento

26/09/2014

Stop al sentore di tappo: il progetto di Brentapack e Università di Trento

Addio sentore di tappo: l’azienda trentina Brentapack, del gruppo vicentino Labrenta, e il dipartimento di fisica dell’Università di Trento stanno conducendo una ricerca per combattere il fenomeno più temuto da tutti i produttori di vino. Il brevetto, interamente italiano, consiste nella decontaminazione delle chiusure in sughero destinate al comparto vinicolo: il tappo viene sanificato, cioè sottoposto a un processo che elimina il rischio di attacco da parte del tricloroanisolo (TCA), responsabile del sentore di tappo.

La conclusione della prima fase del progetto, avviato nel 2003, ha permesso di ottenere una riduzione molto significativa del TCA. La sanificazione del tappo ideata da Brentapack e Università di Trento prevede ora un ulteriore sviluppo: attualmente si sta implementando il primo impianto pilota per la produzione. L’obiettivo finale della ricerca è l’eliminazione totale del TCA.

La produzione di chiusure esenti dal rischio del TCA rappresenta una frontiera importante per il settore enologico e una valida alternativa al ricorso ai materiali sintetici. Una soluzione che potrebbe essere la risposta definitiva a un problema che apporta un danno consistente alle aziende vinicole.

Sigla.com - Internet Partner