Esci

Le basi di un'alimentazione corretta

Preferiti
Condividi
alt

Varietà, stagionalità e fabbisogno, ecco i tre pilastri di un'alimentazione corretta. Scopriamoli insieme.

Un'alimentazione sana

Varietà, stagionalità e fabbisogno sono i tre pilastri di una sana alimentazione. L'obiettivo è trarre dal cibo le energie necessarie per affrontare la giornata, giovarsi di tutte le sue proprietà benefiche e sentirsi appagati e felici. Sì, perché il cibo è in grado di farci stare davvero bene; ma andiamo con ordine.

 

Una dieta varia e le giuste quantità

Tutti conosciamo la Piramide Alimentare, eppure in pochi applichiamo i princìpi su cui si basa. Invece, assumere alimenti che provengono da ogni gradino della Piramide e nelle giuste proporzioni è fondamentale e genera per il nostro organismo non pochi benefici.

La Piramide di oggi, aggiornata a seguito dei lunghi e approfonditi studi di Ancel Keys, poggia le sue fondamenta sullo sport, un'attività che troppo spesso sleghiamo dal concetto di alimentazione; ma la Piramide Alimentare, come ci insegnano da sempre, non è una semplice dieta, è uno stile di vita

Sopra allo sport iniziano gli step dedicati agli alimenti. Acqua, frutta e verdura alla base, poi legumi e cereali, che combinati apportano la stessa quantità e la stessa qualità di proteine degli alimenti animali senza appesantire. Poi incontriamo gli olii e la frutta a guscio, i latticini, uova e pesce, la carne bianca, la carne rossa e i dolci. L'ordine d'apparizione degli alimenti va rispettato e la quantità che assumiamo di ciascuno deve diminuire a mano a mano che si sale verso il vertice della Piramide. 

 

Prodotti di stagione e principalmente locali

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: i prodotti di stagione sono migliori, perché sono più buoni, più sani e anche più economici. Crescendo in condizioni climatiche favorevoli, infatti, i prodotti tipici di stagione sono ricchi di nutrimento e sempre anche più saporiti. Inoltre, seguire la rotazione stagionale ci aiuta a variare naturalmente alimentazione nel corso dell'anno e a consumare gli alimenti che meglio si legano alle ricette tipiche di ogni periodo. Ancora, è consigliato consumare principalmente prodotti locali perché è più facile così controllarne la loro provenienza, conoscerne le caratteristiche e sapere come trattarli e le migliori ricette tradizionali per cucinarli. 

 

Fabbisogno, un fatto personale

Infine, alla base di una alimentazione sana c'è anche il fabbisogno ovvero la quantità di nutrienti di cui ognuno di noi ha bisogno. Fate attenzione a non ridurre il tutto a una mera questione di conteggio delle calorie. La composizione calorica è, infatti, altrettando importante. Da quali nutrienti derivano quelle determinate calorie? Ecco che entrano in gioco gli alimenti equivalenti. 100 grammi di avocado contengono circa 160 calorie, quanto 80 grammi di salmone circa. Si tratta di due alimenti ricchi di grassi e protenie, ma che a livello nutrizionale apportano un tipo di nutrimento completamente diverso. Calcolare il proprio bisogno calorico e scoprire la sua composizione è una cosa che si dovrebbe sempre fare con un medico accanto. Inoltre, questo fabbisogno cambia molte volte nell'arco della nostra vita, perché dipende tantissimo dall'età e dalle condizioni del nostro corpo, ma anche dal nostro stile di vita.

alt

Scopri alcuni consigli per un'alimentazione corretta

Leggi anche...

Contenuti preferiti