Tutto quello che volevate sapere sui peperoni

Anche se i peperoni si trovano sui banchi del supermercato tutto l'anno, rimangono la verdura estiva per eccellenza. Peperonata a parte che è una chiara eccezione, quando si pensa al peperone si pensa a sughetti e creme sontuose, a insalate colorate e a carni e verdure grigliate. Il loro momento perfetto di maturazione è tra fine agosto e la metà di settembre, fatta eccezione per alcune varietà che vengono raccolte fino a ottobre come il peperone di Pontecorvo Dop che viene prodotto nella provincia di Frosinone. I peperoni verdi, gialli e rossi che troviamo tradizionalmente al supermercato rimandano le loro origini nel 5000 aC in Sud America. Venivano chiamati pimiento in spagnolo, e il nome gli è stato dato dai colonizzatori arrivati nelle Americhe nel 1500/1600. EÈ una verdura estremamente versatile che potete abbinare con moltissimi sapori in cucina. Hanno il loro perchè in piatti con sapori e aromi forti, dove hanno il pregio di non mettere in ombra gli altri ingredienti a cui vengono accompagnati. Potete mangiarli anche crudi, come nell'insalata crudista di peperoni, datterini gialli e rossi, foglie di sedano e carosello, o potete usarli come contenitore per le vostre verdure gratinate. Lo chef Stefano De Gregorio prepara ripieni i friggitelli, una varietà di peperone allungata campana che ha un colore verde acceso che vira sul rosso una volta giunto a maturazione. Sono ottimi anche fritti. Gli spiedini di gamberi grigliati e peperoni gialli e rossi sono un ottimo modo di abbinare questa verdura anche al pesce. 

10 benefici dei peperoni 

Un peperone rosso o giallo (ma anche arancione)di media grandezza ha i seguenti valori nutrizionali:

  • Rame 2mg

  • ​Fibre 2g
  • Folati 4mcg
  • Manganese 2mg
  • Magnesio 11mg
  • Potassio 349 mg
  • Fosforo 3g
  • Proteine 2g
  • Selenio 9mg
  • Vitamina B6 3mg
  • Vitamina C 341mg

Anche solo scorrendo velocemente questi valori salterà all’occhio che i peperoni non sono una verdura qualunque con cui condire l’insalata o con cui preparare un contorno veloce. Ma vediamo insieme i 10 benefici principali dei peperoni:

  • Mantengono in salute la vista: grazie a beta carotene e lutenoidi aiutano a mantenere il benessere degli occhi e prevengono malattie come macchie oculari e cataratta. 
  • Rafforzano il sistema immunitario: grazie alla vitamina C.
  • Perfetti per la perdita di peso: i peperoni hanno il potere di trasformare i carboidrati in energia. Se siete a dieta sono perfetti perché hanno pochissime calorie e grassi quasi inesistenti. 
  • Aiutano la digestione: la niacina contenuta nei peperoni è essenziale per migliorare le condizioni del vostro apparato digestivo
  • Antiossidanti: i peperoni ne contengono moltissimi e noi ne abbiamo bisogno più che mai per combattere i radicali liberi
  • Hanno poter anti infiammatorio: diversi studi hanno dimostrato che incorporare i peperoni rossi nella dieta aiuta a prevenire l’infiammazione cronica di muscoli e articolazioni
  • I peperoni contro l'invecchiamento: la vitamina C è conosciuta anche per essere la migliore amica della nostra pelle, si addentra profondamente nei pori e aiuta il ricambio cellulare oltre a conservare i tessuti. 
  • Benessere del sistema respiratorio: il consumo di peperoni può essere d’aiuto per il vostro benessere respiratorio. Potassio, magnesio, manganese, e vitamina C sono d’aiuto in caso di asma, infezioni polmonari ed enfisema. 
  • Aiutano la circolazione sanguigna: una buona circolazione mantiene il cuore sano. Il fosforo contenuto nei peperoni è molto utile per questo scopo. Il fosforo aiuta a distendere le vene favorendo il passaggio del sangue.
  • Un aiuto durante la gravidanza: i peperoni contengono molti folati che sono indispensabili per il nutrimento del feto da parte delle donne in attesa.

Come scegliere i peperoni migliori al supermercato

La prima cosa di cui tenere conto quando si vuole cominciare a fare qualsiasi ricetta è fare bene la spesa scegliendo gli ingredienti giusti. Al banco delle verdure come prima cosa osserviamo attentamente quello che state acquistando. Per i peperoni non ci sono cose complicate come per melone e anguria: nessuno vi chiederà di bussare o sentire suoni strani, basterà usare innanzitutto la vista. I peperoni vanno scelti lisci e con la buccia soda. Queste caratteristiche sono segno di freschezza e garantiscono anche un aroma unico, oltre a rendervi più semplice taglio e pulitura. Evitate i peperoni rugosi o con le macchie scure perché significa che hanno passato da molto tempo il punto di maturazione. Che scegliate peperoni rossi, gialli, verdi o viola (sì esistono anche viola), assicuratevi che il colore sia vibrante e vitale. Se il peperone dovesse presentare macchie verdi o gialle vicino al gambo, significa che non è completamente maturo. Non siate pigri e non comprate le vaschette già confezionate al supermercato, scegliere i vostri peperoni uno per volta. Le vaschette spesso non permettono di guardare attentamente le verdure che state acquistando e basta che uno solo dei vegetali contenuti sia ammuffito o troppo maturo che si rischia di dover buttare tutto. Dopo aver usato la vista è il momento del tatto: prendete in mano i vostri peperoni (con i guanti mi raccomando) e sentite quanto pesano: scegliete la verdura che vi sembra più pesante, più densa. I peperoni cavi, quelli che sembrano troppo leggeri, probabilmente non sono abbastanza maturi. Per mantenerli maturi e sodi, conservateli in frigorifero in una busta di plastica aperta. Se li chiudete in un contenitore a chiusura ermetica renderete facile il lavoro della muffa. Se li conservate in frigorifero in modo corretto, i peperoni durano fino a una settimana. 

Le differenze tra peperoni rossi, gialli e verdi

Il colore di peperoni non è soltanto un vezzo: non potete scegliere i peperoni soltanto per estetica, per quanto i loro colori siano meravigliosamente attraenti.Che siano gialli, rossi o verdi tutti i peperoni arrivano dalla stessa pianta, anzi, sono tutti lo stesso peperone. La colorazione differente dipende da due fattori: in quale momento è avvenuta la raccolta e il grado di maturazione. All'inizio i peperoni nascono verdi, poi il loro colore diventa giallo, arancione, fino a raggiungere il colore rosso una volta che saranno giunti a piena maturazione. I peperoni verdi sono quelli che le persone acquistano di più, sarà perchè sono anche i più economici e in assoluto quelli meno dolci. Anzi, hanno anche un retrogusto leggermente amarognolo. I peperoni gialli, così come quelli arancioni, sono una via di mezzo tra quelli verdi e quelli rossi: non sono quindi eccessivamente dolci e mantengono una punta di acidità. I peperoni rossi sono i più dolci, quasi fruttati e contengono anche la quantità maggiore di nutrienti grazie alla loro maturazione prolungata: contengono 11 volte il beta-carotene di quelli verdi, due volte la vitamina C e dieci volte la vitamina A. 

Come si tagliano i peperoni

Adesso che avete scelto i peperoni giusti per voi e li avete acquistati, per cucinare alla perfezione non vi resta che tagliarli nel modo corretto. Per farlo nella maniera più professionale possibile procuratevi innanzitutto un coltello ben affilato e un tagliere pulito. Ricordatevi di tenere sempre un tagliere, possibilmente in plastica, su cui tagliare soltanto le verdure in modo da evitare la contaminazione incrociata. 

I peperoni non si tagliano in un solo modo, il taglio dipende ovviamente dalla ricetta che avete deciso di fare. Per l'insalata di cipolle di Tropea con astice e peperoni dovrete cominciare con un taglio a striscioline. Una volta eliminato picciolo e semi si tratta di un taglio davvero molto semplice.
Per prima cosa tagliate il peperone da un lato, poi ripetete lo stesso taglio per tutti e tre i lati. In questo modo eliminerete facilmente i semi e il picciolo. Adesso eliminate le parti bianche filamentose da tutti i lati che avete tagliato. Mettete le falde di peperone con la parte della pelle appoggiata al tagliere e tagliate a strisce per il lungo. Il taglio alla julienne vi sarà utilissimo anche per preparare la millefoglie ai peperoni e salva cremasco al profumo di salvia. E con i vostri peperoni affettati adesso siete pronti anche per preparare le fajitas di manzo e pollo con salsa guacamole.

Se invece state preparando il farro perlato con peperoni e gorgonzola Dop e avete bisogno di di tagliare i peperoni a dadini, perfetti anche per insalate o per condire focacce (o anche per farcirle con del prosciutto San Daniele magari) e bruschette, dovete prima di tutto tagliare i peperoni alla julienne. Poi ruotate le striscioline che avete ricavato di 90 gradi, fate un’altra serie di tagli perpendicolari a quelli che avete già fatto e appariranno magicamente i vostri dadini di peperone. La dimensione potete sceglierla a seconda della ricetta e dei tempi di cottura. 

Se infine la vostra scelta è caduta sui peperoni ripieni ecco come dovete tagliarli. Eliminate il gambo più in profondità che potete. Tagliate il peperone a metà lungo la linea del suo “equatore”. Con uno spilucchino eliminate tutte le membrane bianche, e usate le dita per togliere i semi. Adesso potete farcire il vostro peperone con quello che preferite. 

Come pelare i peperoni

È possibile che i peperoni vi servano senza buccia, magari se vi servono per salse e sughetti. La crema di peperone che serve per le millefoglie di patate della Sila è una cosa che crea dipendenza.Senza buccia i peperoni risulteranno anche più digeribili. Per i peperoni con la buccia più spessa pelarli è molto più semplice di quello che pensate: basterà un ottimo pelapatate. Pelarli li renderà anche più teneri e farà in modo che rilascino tutto il loro sapore in cottura, specialmente per le ricette che prevedono una cottura più o meno prolungata. I peperoni si possono pelare facilmente anche abbrustolendoli in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti. I peperoni andranno adagiati su una placca foderata di carta da forno, bagnata e strizzata in precedenza. Girateli spesso in modo che si abbrustoliscano in modo piuttosto uniforme. Una volta che i peperoni saranno cotti metteteli in un sacchetto di carta a raffreddare in modo che si crei un ambiente umido che renderà facilissimo pelare i peperoni una volta che si saranno raffreddati. In questa maniera avrete delle falde ben cotte e pelate e pronte per preparare degli ottimi tortelli di peperone su fonduta di salva cremasco Dop o il branzino in crosta di melanzane con salsa di peperoni

 

Sigla.com - Internet Partner