Donnafugata, l’alberello del Ben Ryé patrimonio dell’umanità

14/04/2015

L’alberello pantesco dal quale nasce il Ben Ryé, il mitico vino passito della siciliana Donnafugata, è diventato patrimonio dell’umanità. Ce lo ha raccontato, piena di entusiasmo come sempre, José Rallo, titolare della Cantina di Marsala (Trapani): «È incredibile che l’alberello, una pratica agricola, sia finalmente riconosciuta come bene culturale. Questo modo sostenibile di allevare la vite fa parte del dna dell’isola di Pantelleria».

Ben Ryé, Zibibbo in purezza, dall’arabo “figlio del vento”, pluripremiato da ogni guida enologica, porta con sé quel vento carico di profumi e di sensazioni in una perfetta fusione tra sapidità e morbidezza. La famiglia Rallo ha voluto fare un regalo speciale a chi ama questo nettare degli dei proponendo in commercio l’annata 2008 per dimostrare come il Ben Ryé sia un vino dolce naturale capace di migliorare nel tempo.

Donnafugata
via S. Lipari, 18
91025 Marsala (Trapani)
0923.72.42.00
info@donnafugata.it
www.donnafugata.it

 di Elena Caccia
 

Sigla.com - Internet Partner