Girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale con bucatini all'amatriciana

Girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale con bucatini all'amatriciana
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

In questa video ricetta lo chef Umberto Vezzoli, del ristorante T. Bistrot, propone un gustoso piatto unico - che va benissimo anche servito come primo piatto - dove i bucatini all'amatriciana si fondono con le fette di Vitellone Bianco in un inedito connubio, sopra un letto di delicate verdure saltate. Girello di vitellone bianco dell'appennino centrale con bucatini all'amatriciana, uno di quei piatti che diventerà il tuo irrinunciabile pranzo della domenica. 

Si tratta di una carne che ti aiuta nelle diete sane, equilibrate e ricche di proteine, insieme allo chef Vezzoli imparerai a cucinare il girello di vitellone in modo divertente e al tempo stesso semplice, con una cottura al cartoccio molto particolare, perché viene fatta in padella anziché al forno. Mortadella all'esterno per incamiciare, meglio se mortadella Bologna IGP, poi fettine di girello, bucatini sbollentati e conditi, tutto semplicemente avvolto nella carta d'alluminio e messo in padella senza aggiungere grassi. Saranno gli ingredienti stessi a cuocersi ben stretti nel cartoccio. Una volta tirato via dal fuoco, assicurati che il girello si sia ben cotto e inclina il cartoccio per far scolare l'acqua che si sarà formata al suo interno.

Alla fine, come per la ricetta dei paccheri farciti con il ragù di vitellone, condisci girello e bucatini con il fondo bruno che avrai già preparato e accostalo alle verdurine cucinate per contorno: le zucchine, gli asparagi e i carciofi sono perfette sia insieme, che con la carne! 
Come conservare correttamente la carne che non usi per la ricetta? te lo spiega lo chef!

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 40 min . Tempo di preparazione: 30 min . Dosi per: 4 persone . Difficoltà: Media . Calorie: Alto . Prezzo: Medio

Intolleranze

Senza uova Senza uova
Senza crostacei Senza crostacei
  • 500 g girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale
  • 200 g di bucatini all'amatriciana
  • 100 g di asparagi verdi
  • 100 g di zucchine
  • 100 g di fondo bruno
  • 100 g di burro
  • 100 g di carciofi
  • 200 g di mortadella al pistacchio
  • rosmarino tritato
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva
  1. Per realizzare il girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale con bucatini all'amatriciana, per prima cosa occorre stendere due fogli di carta stagnola, versare un filo di olio extravergine di oliva sulla base e spalmare bene il tutto.
  2. Cospargere i fogli di carta stagnola con del rosmarino ben tritato, adagiarci sopra la mortadella al pistacchio tagliata a fette sottili e sopra la mortadella formare uno strato di fette di girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale. Prendere i bucatini all'amatriciana, precedentemente preparati e adagiarli sulle fette di girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale, solo per metà della superficie.
  3. Compattare il tutto aiutandosi con la carta stagnola e arrotolarla fino a ottenere un rotolo ben stretto. Infine chiudere il girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale a caramella, ottenendo così un cartoccio. Scaldare la padella e cuocere il girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale coprendolo con un coperchio.
  4. Intanto preparare il contorno di questo gustoso piatto, spadellando insieme le zucchine tagliate a dadini, i fondi di carciofo e gli asparagi.
  5. Una volta terminata la cottura del girello Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale, tagliare le due estremità del cartoccio ed eliminare un po' dell'acqua creata dal vapore di cottura. Srotolare il girello e successivamente scaldare il fondo bruno.
  6. Procedere all'impiattamento: posizionare le verdure saltate al centro del piatto, tagliare il girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale a fette e adagiarle sopra le verdure. Da ultimo versare un filo di fondo bruno sopra il girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale.
  7. Ecco due veloci varianti per gustare al meglio il girello di Vitellone Bianco dell'Appennino Centrale: si può adagiare una fetta di girello sopra il fondo di un carciofo oppure sopra una fettina di pane.
Sigla.com - Internet Partner