Riso, la filiera italiana in mostra a Expo 2015

22/04/2015

Riso, la filiera italiana in mostra a Expo 2015

Saranno 51 le aziende, selezionate dall’Ente Nazionale Risi e presenti all’interno del Padiglione “Cibus è Italia”, a rappresentare a Expo 2015 la storia, l’innovazione e il futuro del riso italiano. Una filiera che produce 1 milione e 400 mila tonnellate di riso greggio dal quale si ottiene 1 milione di tonnellate di riso lavorato, con un fatturato rispettivamente di 500 milioni e di 1,5 miliardi di euro (dati 2014). La sola Italia del resto, primo produttore dell’Unione Europea, esporta ben il 52% della produzione in Europa.

Indispensabile risulta essere tuttavia, data la crescente competizione internazionale, una maggiore connotazione della filiera risicola italiana e una  conseguente apertura verso i mercati esteri. Questo il chiaro messaggio della conferenza stampa dell’Ente Nazionale Risi, tenutasi ieri mattina, presso la Terrazza Martini di Milano.
«Lo spirito con il quale l’Ente Nazionale Risi ha deciso di partecipare ad Expo – ha spiegato nel corso dell’incontro il commissario straordinario Paolo Carrà – è da un lato quello di far conoscere a un pubblico internazionale i valori di salubrità, versatilità del nostro riso e del piatto tipico, il risotto, e le bellezze dei territori risicoli italiani, dall’altro, spingere le aziende trasformatrici ad internazionalizzarsi e a scoprire nuovi mercati».

La specificità della produzione italiana e la ricchezza della nostre varietà è stata, d’altronde, sottolineata anche dall’intervento di Roberto Magnaghi: «Non è un caso che il riso italiano possa vantare un primato qualitativo nel mondo – ha spiegato il direttore generale dell’Ente Nazionale Risi – ciò dipende anche dalla ricerca scientifica svolta negli anni dal nostro Centro Ricerche sul Riso. La ricerca applicata dell’Ente Nazionale Risi mira al miglioramento dei mezzi di produzione (acqua, concimi, antiparassitari, etc.), alla mitigazione dell’impatto ambientale delle pratiche risicole, alla valorizzazione della fertilità dei suoli ed al miglioramento della salubrità del prodotto».

Durante e dopo Expo, un sito di e-commerce sarà a disposizione delle 51 aziende risiere coinvolte, come delle altre 500 presenti nel Padiglione di Federalimentare “Cibus è Italia”: all’interno dello stand il consumatore, tramite il proprio smartphone, potrà catturare il Qr code, che contiene tutte le informazione aziendali, e approfondire a casa la conoscenza delle aziende visitate virtualmente.

Nell’area del riso italiano inoltre, affianco alle aziende risiere, saranno rappresentate anche le Camere di Commercio di Alessandria, Biella, Novara, Oristano, Pavia, Vercelli, Verona e le Provincie di Alessandria, Mantova, Pavia e Vercelli. Grazie al loro contributo sulla terrazza di Cibus è Italia saranno organizzati, durante i sei mesi dell’Esposizione, altrettanti eventi coordinati e presentati dal noto conduttore televisivo Patrizio Roversi.
Le serate, dedicate previo accredito in particolare al mondo della comunicazione, spazieranno su tutte le tematiche della filiera - dalla coltura alla cultura risicola, dalla ricerca alla riscoperta delle varietà storiche – e prevederanno la degustazione di piatti di riso e risotti, cucinati da vari chef.

di Alessandra Cioccarelli

Sigla.com - Internet Partner