Milano del Gambero Rosso 2015

15/07/2014

Milano del Gambero Rosso 2015

Ventiquattresima edizione della guida Milano del Gambero Rosso, che si arricchisce di nuove segnalazioni e nuovi premi a conferma che lo stato di salute della ristorazione milanese e di quella a stretto raggio è ottimo. E in vista dell’Expo 2015, che vedrà la città di Milano sotto i riflettori internazionali, la guida del Gambero Rosso diventa un utile strumento per andare alla scoperta delle ultime tendenze della città.

Oltre 1400 indirizzi selezionati, 180 novità recensite con locali internazionali e alternativi che rendono la guida una raccolta di tutto il buono e il bello di una città dinamica, capace come poche di cogliere tendenze e nuove prospettive.

Per quanto riguarda la classifica, confermate le 6 Tre Forchette a partire da Trussardi alla Scala (MI) con lo chef Luigi Taglienti. Gli altri sono: Ilario Vinciguerra con il suo ristorante Ilario Vinciguerra Reastaurant di Gallarate (VA), il ristorante Da Vittorio della famiglia Cerea a Brusaporto (BG), Villa Crespi di Orta San Giulio (NO) con Antonino Cannavacciuolo, Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio (MN) della famiglia Santini e il Devero Ristorante del Devero Hotel a Cavenago di Brianza (MB) con lo chef Enrico Bartolini.

Per la categoria delle trattorie, ecco arrivare il nuovo Tre Gamberi: Un posto a Milano (MI) con lo chef Nicola Cavallaro. Gli altri sono l’Osteria del Treno a Milano, Caffè La Crepa a Isola Dovarese (CR), La Madia a Brione (BS), La Locanda delle Grazie a Curtatone (MN) e Osteria della Villetta dal 1900 di Palazzolo sull’Oglio (BS).

Sale l’interesse per il benessere fisico con l’aumento di locali dedicati all’alimentazione naturale. La crescente attenzione ai valori nutrizionali e benefici del cibo da parte di chi è nella ristorazione viene premiato con un nuovo riconoscimento: Premio gusto & salute, assegnato allo chef Pietro Leemann del ristorante Joia, che fin da tempi non sospetti ha messo al centro della sua cucina il mangiar sano e la leggerezza.

Al Donizetti di Bergamo tiene ben salde le sue Tre Bottiglie così come Iyo si conferma miglior ristorante etnico, con Tre Mappamondi.

Attraverso antiche ricette e materie prime eccellenti che valorizzano il territorio e rendono l’Italia famosa nel mondo sono segnalati i migliori interpreti della tradizione.

Accanto ai grandi classici, i premi per le formule innovative rimangono un punto fermo per il pubblico gourmet che vuole offerte inedite e originali capaci di modularsi con intelligenza nel corso della giornata, così come le botteghe dell’anno.

Per un tour goloso, sono proposti due itinerari, uno cittadino e un altro fuori porta che racconta uno spicchio di territorio e invita alla scoperta di una zona ricca di interessanti mete, gastronomiche e non.

Milano del Gambero Rosso 2015
Gambero Rosso®
in edicola e in libreria
pp. 256 - 10 euro

Sigla.com - Internet Partner