La 17° edizione del Premio Casato Prime Donne

31/08/2015

La vignaiola. Opera di Mike Austin Latka al Casato Prime Donne

La vignaiola. Opera di Mike Austin Latka al Casato Prime Donne

La vignaiola. Opera di Mike Austin Latka al Casato Prime Donne

Giuseppina Maria Nicolini, sindaco di Lampedusa e Linosa, le giornaliste Costanza Calabrese e Gaia Pianigiani, il sommelier e wine writer Walter Speller sono i vincitori della 17° edizione Premio Casato Prime Donne che ogni anno premia personaggi che hanno saputo dare nuovo slancio al territorio montalcinese e al Brunello. Il riconoscimento è stato istituto per volontà di Francesca e Donatella Colombini Cinelli che hanno dato vita a Montalcino al Casato Prime Donne, la prima Cantina gestita interamente da un team femminile.

La giuria, composta da Francesca Colombini Cinelli, Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione Nicolini, ha acceso i riflettori su una donna straordinaria, la Nicolini, lampedusana e ambientalista battagliera, è sempre in prima linea nell’accoglienza dei migranti gestendo i primi soccorsi a chi scappa dalle coste africane. Con lei sono state premiate tre giornaliste e un fotografo in veste di divulgatori del mondo del Brunello. Costanza Calabrese è diventata caporedattore del TG5 a soli 30 anni ed è, oggi, uno dei personaggi di punta del telegiornale Mediaset. Gaia Pianigiani, giornalista del New York Times e pioniera di un giornalismo “responsive” che dialoga con i lettori, è originaria del Chianti. Walter Speller da sommelier in un ristorante italiano a Berlino a wine writer del reputatissimo www.jancisrobinson.com è quasi un ambasciatore del vino italiano in Inghilterra. Infine la fotografia che meglio rappresenta i territori del Brunello e dell’Orcia scelta da una giuria popolare che sta votando on line. Il vincitore sarà dichiarato il 31 agosto.
 

di Elena Caccia

Sigla.com - Internet Partner