A tutta uva: la regina dell'autunno torna sulle nostre tavole

27/09/2013

A tutta uva: la regina dell'autunno torna sulle nostre tavole

Bianca, nera o rosata, l’uva, con i suoi acini succosi e profumati, è il simbolo per eccellenza della stagione autunnale. Se gran parte della sua fortuna è indissolubilmente legata, fin dai tempi più antichi, al meraviglioso nettare che se ne ricava, non dobbiamo però sottovalutare la sua incredibile versatilità in cucina.

Consumata per abitudine per lo più al naturale o in macedonia, l’uva, frutta ancora poco sfruttata in cucina, si presta in realtà a molteplici preparazioni, dolci e salate, nonché a curiosi e inediti abbinamenti. Raccontare e celebrare la grande ricchezza e varietà di questo frutto, realizzando un menu completo, dall’antipasto al dolce, tutto a base di uva: questo è stato l’obiettivo di Saporie.com per ridare il giusto valore a un frutto dolcissimo, protagonista indiscusso dell’autunno, tanto apprezzato quanto poco conosciuto. Per questa sfida abbiamo chiesto un aiuto al nostro food blogger Iannaccone, che, grazie alla suo estro creativo e rivoluzionario, ha realizzato per noi un menu davvero esclusivo.

Quattro le originali proposte di Alfredo, che potrete naturalmente realizzare per un menu completo a base d’uva o anche singolarmente, in base ai vostri gusti, per conquistare il palato di parenti, amici e ospiti d’eccezione e portare i sapori e i profumi dell’autunno sulle vostre tavole. Il viaggio sensoriale, che Alfredo ci propone, inizia con il tataki di tonno rosso con uva fragola dell’Epomeo, un entreè di mare delicato, ma a tratti piacevolmente pungente. Un tonno straordinario della Sicilia Occidentale, il tonno rosso di Favignana, viene esaltato dall’uva dolce-acre delle colline ischitane, dando vita a una fusion sofisticata e sorprendente. La seconda creazione di Alfredo è il riso nerone biologico con vincotto di uva barbera, lampone e basilico, un primo piatto agrodolce decisamente originale, dal gusto intenso, fuori dal quotidiano. Dalla cottura impegnativa, questa ricetta è un’avventura ambiziosa, che non lascerà certo delusi i temerari che avranno il coraggio di cimentarsi. D’altronde in tutte le arti, e certo non è diverso per la cucina, serve passione, creatività ma anche tecnica e impegno. La terza tappa del nostro viaggio alla scoperta dell’uva in cucina approda poi a un piatto non meno particolare e fuori dagli schemi del precedente: piccione in tempura, con mirtilli e red globe. Qui la grande cacciagione piemontese incontra i sapori genuini del sud, con l’uva di Puglia, fresca e leggermente acidula. Non manca però anche un tocco fusion, grazie all’inedito accostamento alla cucina orientale. E la cucina orientale, grande fonte di ispirazione per il nostro Iannaccone, torna con la crema al contrario con fiore di zucca in tempura dolce anche nella dolce chiusura del nostro menu autunnale. Fiore di zucca impreziosito da una tempura dorata e croccante, una morbida crema aromatizzata al cointreau, uno straordinario ripieno di uva bianca di Rutigliano, mirtilli rossi disidratati e pezzetti di pan forte senese: questi gli ingredienti di un dessert delizioso e visionario. 

Al termine di questo dolcissimo itineario non ci resta che ringraziare Alfredo per le continue e preziose suggestioni culinarie e augurarvi l’inizio di un buon autunno con il nostro menu a tutta uva!

Sigla.com - Internet Partner