Capodanno cinese 2018: festeggiamo l'anno del cane!

A differenza del tradizionale Capodanno, che viene sempre festeggiato tra il 31 dicembre e il primo gennaio, la data del Capodanno cinese varia di anno in anno, basandosi sul calendario lunare. Nel 2018 il Capodanno cinese sarà il 16 febbraio e sarà l'anno del Cane. L'oroscopo cinese si muove in cicli lunghi 12 anni, e da tradizione il tuo carattere viene determinato dall'animale che rappresenta il proprio anno di nascita. Nonostante a ognuno dei 12 animali sia dedicato un anno ogni 12 circa, ci sono delle eccezioni, e questo sarà il primo anno del Cane della Terra dal 1958. Quelli nati sotto questo segno sono comunicativi, seri e responsabili sul luogo di lavoro. 

Il Capodanno cinese viene celebrato dal 20% della popolazione mondiale ed è la festività cinese più importante dell'anno. In Cina viene chiamato Chunjie o Festival di Primavera, ed è la festività che segna il termine dei giorni più freddi dove tutte le persone danno il benvenuto alla primavera e alla rinascita che rappresenta. Viene celebrato anche in Paesi come Vietnam e Corea, dove invece prende il nome di Festival della Luna. Originariamente si trattava di un giorno cerimoniale per pregare gli dei per un buon raccolto. Era un'occasione per ricordare e chiedere la benedizione degli antenati

Il mito racconta che un mostro chiamato Nian arrivasse ogni Capodanno, e la gente rimaneva nascosta nelle case per non farsi trovare dal mostro. Fino a quando un ragazzo molto coraggioso lo affrontò usando dei fuochi d'artificio e venne celebrato il giorno seguente con altri fuochi. Questo momento celebrativo dei fuochi d'artificio divento una parte importantissima della Festa di Primavera, e il significato rimane ancora quello di allontanare la sfortuna e quello che ci fa più paura. 

Ci sono molte curiosità intorno a questa particolare festa: per esempio non è permesso fare la doccia nel giorno di Capodanno, o spazzare e portare fuori la spazzatura prima del quinto giorno dopo il Capodanno. Tutto questo per assicurarsi di non lavare via la fortuna. Il giorno prima del Festival invece e dedicato proprio alla pulizia, per allontanare il passato e fare spazio al futuro. Altre cose tabù durante il Capodanno sono: 

  • tagliarsi i capelli
  • usare oggetti affilati
  • litigare
  • dire parole che potrebbero portare cattiva sorte (come morte o malattia)
  • rompere cose
Durante il Capodanno i bambini ricevono delle buste rosse contenenti denaro. Il rosso è il colore della fortuna e l'arma più potente per affrontare il nuovo anno, tutto viene decorato con questo colore tramite lanterne o lunghe catene di peperoncini rossi. Le buste dovrebbero trasferire la fortuna e la prosperità dagli adulti ai più piccoli.

La cena del Capodanno cinese e chiamata anche "Cena della riunione", dove tutti i membri della famiglia devono riunirsi allo stesso tavolo. Per quelli che sono assolutamente impossibilitati a farlo viene lasciato un posto a tavola vuoto, apparecchiato. I piatti sono cucinati per regalare una serie di benedizioni per il nuovo anno. I nomi e l'aspetto delle pietanze sono spesso collegati a segni di prosperità, felicità e fortuna. Ogni regione ha le sue tradizioni ma molti sono i tratti comuni a tutto il Paese.
Gli involtini primavera sono un piatto tipico del Capodanno nelle regioni del sud, e danno un vero e proprio benvenuto alla primavera. Possono essere sia fritti che cotti al forno, o ancora al vapore. Durante il regno della dinastia Jin, gli involtini venivano disposti insieme alle verdure su grandi piatti che poi venivano omaggiati dall'Imperatore agli ufficiali. La parte esterna degli involtini e fatta di farina, acqua e sale, mentre il ripieno segue molto le tradizioni familiari e il gusto personale. Di solito si tratta di maiale, cavolo cinese, funghi shiitake e carote. 
 

Ravioli, noodles e vino

Nel nord del Paese invece si mangiano i ravioli, meglio conosciuti come dumplings. In cinese la parola "raviolo" ha un suono simile a scambio e ore notturne. Lo scambio tra il nuovo e il vecchio anno. Tradizionalmente i ravioli vengono preparati e chiusi proprio nelle ore vicine alla mezzanotte e mangiandoli si dice addio a tutto quello che c'è stato e si da il benvenuto a tutto quello che deve ancora arrivare. Il ripieno dei ravioli di solito e di carne di maiale, cavolo cinese, cipollotti o gamberetti. 
In altre regioni per il Capodanno Cinese si preparano i noodles insieme ai ravioli per augurare la prosperita. In origine i noodles erano più pancake in brodo. I pancake venivano strappati in strisce con le mani e messi nella pentola. Per il capodanno si preparano noodles molto lunghi, vengono chiamati i noodle della longevità: non possono essere tagliati con il coltello nè con i denti, più lungo e lo spaghetto più lunga sarà la vita. Per i condimenti c'e molta flessibilità ma ognuno ha il suo significato ben preciso:

  • uova: augurio di una famiglia prospera e in salute
  • aragosta: denaro
  • gambero: fortuna
  • maiale arrosto: pace
  • anatra: lealtà
  • tofu: fortuna e felicità per tutti
  • pesce: benessere e prosperità
Potete provare a preparare questi meravigliosi noodles con maiale in agrodolce e verdure, o i nostri noodles di riso con gamberi, calamari e verdure.
Altre pietanze tipiche del Capodanno sono il pesce al vapore. Tradizionalmente metà pesce viene mangiato a cena, mentre l'altra metà viene riservata per il pranzo del giorno dopo. Anche il pollo intero è di buon auspicio per la famiglia. Rappresenta la rinascita. E per esprimere al meglio questo buon auspicio, vengono conservati la testa e le zampe. Ma prima di mangiarlo, il pollo intero viene offerto in sacrificio ai propri antenati. A Hubei e il brodo di pollo la prima pietanza che viene mangiata per il nuovo anno, come augurio di pace. I lavoratori della famiglia devono mangiare le zampe per assicurarsi salute. Mangiare le ali, invece, aiuterebbe a volare alto mentre le ossa rappresentano la buona riuscita di obiettivi molto difficili. 

Anche i piatti di verdure hanno il loro ruolo nel simbolismo del Capodanno cinese, per esempio le alghe sono simbolo di fortuna, mentre la radice di loto e riservata a chi vuole avere una famiglia numerosa. Il bambù rappresenta la longevità, il pompelmo la famiglia e la speranza mentre i porri sono simbolo dell'eternità, ma non spargete troppo la voce o rimpiazzeranno in breve tempo i diamanti. 

La Cina è molto famosa per il suo tè che originariamente era una medicina, è diventato solo in seguito una bevanda rilassante. È la prima cosa che si offre agli ospiti in visita e per digerire dopo i bagordi delle feste non c'e niente di meglio del tè Pu'er. Il tè verde e l'oolong invece sono perfetti se avete mangiato fritti e cose grasse per preparare la bocca al dessert. Oltretutto pare che il tè sia perfetto per l'hangover, cosa importantissima in questo caso visto che durante il Capodanno cinese non può mancare il vino a tavola. Duemila anni fa gli alcolici cinesi erano a base di grano, a seconda della quantità del raccolto il governo metteva restrizioni alla sua produzione. Bere il vino durante la cena di Capodanno, protegge dalla sfortuna. Ma che vino bevono i cinesi a tavola? Il vino bianco si chiama baijiu e viene ricavato dal sorgo fermentato, e molto forte ed è più simile alla vodka che al vino. Altri tipi di vino sono il Tusu, o il Jiao che vede l'aggiunta di pepe Sichuan e foglie di cipresso. Per queste ultime due tipologie di vino cambia anche il cerimoniale: sono i più piccoli a cominciare con i brindisi. Per brindare in cinese si dice "Gan Bei", e per fare il vero e proprio brindisi si tiene il bicchiere con la mano destra supportandolo con la sinistra. Per incrociare i bicchieri, se siete seduti lontani a tavola, alzate prima il calice e poi battetelo sul lato del tavolo. 

I dolci del Capodanno cinese

Anche i dessert hanno il loro peso durante il Capodanno cinese. Tutti i dessert che finiscono con la parola "gao" sono di buon auspicio per il successo. Per il "Fa Gao" il riso viene ammollato prima di essere ridotto in una pasta che viene fatta fermentare. Poi il dolce viene cotto al vapore, e come per ogni migliore soufflè, ci tiene con il fiato sospeso fino a quando viene sfornato: se la pasta sarà maturata bene la torta sarà più morbida e porterà più fortuna
I cinesi amano molto aggiungere i fiori nei loro dessert: il fiore dell'osmanto, detto anche fiore di maggio, e quello che rappresenta l'amicizia e il successo. Questa particolare gelatina ha più di 300 anni e in origine era fatta soltanto di polvere di riso, petali freschi di osmanto e cristalli di zucchero. 
La torta di fiori di jujube viene preparata per augurare l'arrivo di un bambino. Si tratta di una torta su più strati che spesso viene fatta proprio a forma di fiore. 
Le polpette di riso vengono preparate per essere mangiate durante la colazione del giorno dopo, e vengono servite in acqua calda. Hanno un ripieno dolce di pasta di fagioli rossi, sesamo nero, pasta di arachidi o zucchero. Nelle regioni del nord sono più simili a ravioli a cui vengono aggiunte le pesche che in Cina sono simbolo di longevità.
Sempre di riso e fatto l'Al Wo-wo, una torta cotta al vapore con un ripieno dolce. La texture di questo dolce ha la particolarità di sembrare neve fresca appena caduta.

Sigla.com - Internet Partner