Fusion sushi con note della Val di Non

Fusion sushi con note della Val di Non
Condividi su facebook share twitter share google+ share pinterest share

Il foodblogger Alfredo Iannaccone ci svela i segreti del sushi, il Fusion sushi con note della Val di Non è una ricetta elegante e adatta a chi ama il senso estetico della cucina giapponese. Un finger food caldo e avvolgente all'esterno, freddo e fresco come da tradizione all'interno e che vede come protagonista il riso italiano, coltivato in Piemonte, il salmone freschissimo affumicato e le mele della val di non. Il finger food tempura sushi è un piatto da gustare con le mani ma anche con le bacchette per immergersi del tutto nel mood orientale. 

Dettagli ricetta

. Tempo di cottura: 10 min . Tempo di preparazione: 30 min . Dosi per: 4 persone . Difficoltà: Media . Calorie: Basso . Prezzo: Alto

Intolleranze

Senza frutta secca Senza frutta secca
Senza lattosio Senza lattosio
Senza crostacei Senza crostacei
Per la base dell'uramaki:
  • 200 g di riso per sushi okomesan
  • 500 ml di acqua fredda
  • 4 cucchiai di aceto di riso
  • 4 fogli di alga nori
Per il ripieno dell'uramaki:
  • 200 g di salmone sockeye fresco rosso selvaggio dell'Alaska
  • 2 mele della Val di Non
  • erba cipollina
  • semi di sesamo bianco
Per il dressing di sciroppo di mirtilli rossi, sakè e aceto balsamico di Modena:
  • 8 cucchiai di aceto balsamico di Modena Igp invecchiato in botti di rovere
  • 4 cucchiai di sciroppo di mirtilli rossi dell'Alto Adige
  • 3 cucchiai di mirin o sakè dolce da cucina
Per la tempura:
  • 4 cucchiai di farina di riso
  • 4 cucchiai di farina tipo 1
  • 1 cucchiaio di albume in polvere
  • acqua minerale freddissima gasata
  • ghiaccio
Per la decorazione:
  • germogli di rughetta o salad rockets
  1. Per preparare il Fusion sushi con note della Val di Non, riporre il riso per sushi okomesan in un ciotola e tenerlo accuratamente in acqua freddissima per 10 minuti. Ripetere questa operazione per 4 volte cambiando sempre l'acqua al riso per sushi okomesan finchè l'acqua non sarà diventata trasparente, questo vorrà dire che l'amido sarà stato quasi eliminato del tutto.
  2. In una proporzione di 2 a 1 tra acqua e riso (in questo caso circa 300 ml di acqua fredda per 200 g di riso per sushi okomesan), riporre il riso in una pentola larga e alta, aggiungere l'acqua fino a coprirlo di due dita, cuocere il riso rigorosamente al coperto finchè l'acqua non sarà stata assorbita dal riso.
  3. Far intiepidire il riso per sushi okomesan in un'ampia boule, sgranandolo delicatamente con la forchetta. Condire il riso per sushi okomesan con l’aceto di riso, sgranarlo ancora delicatamente e farlo raffreddare.
  4. Porre del ghiaccio sul fondo di una ciotola, quindi preparare una tempura mescolando la farina di riso e la farina tipo 1 con l'albume in polvere e aggiungere acqua fino a realizzare una pastella non eccessivamente densa e riporla in frigo. Unire l'aceto balsamico di Modena Igp invecchiato in botti di rovere con il sakè dolce da cucina e lo sciroppo di mirtilli rossi dell'Alto Adige, mescolare e lasciare in frigo.
  5. Tagliare le mele della Val di Non e quadratini piccoli e condirle con l'erba cipollina fresca. Marinare il salmone sockeye fresco rosso selvaggio dell'Alaska con l'aceto ai mirtilli rossi, versato a gocce, lasciarlo riposare circa 30 minuti, quindi, tagliarlo a tocchetti.
  6. Disporre su un tagliere di legno un foglio di alga nori, disporre sull'alga, con le mani umide, uno strato di riso, coprire il riso con i semi di sesamo. Capovolgere delicatamente il composto, per ritrovarsi l'alga nori nella parte superiore, realizzare uno strato in orizzontale con il salmone sockeye fresco rosso selvaggio dell'Alaska e le mele della Val di Non. Con l'aiuto della stuoia di bambù avvolgere l’alga nori e il riso per sushi okomesan formando un roll chiuso e compatto con l’alga nori all'interno.
  7. Immergere delicatamente i roll nella tempura, e poi tuffarli nell'olio bollente di riso, recuperare i roll e riporli nuovamente sul tagliere per affettarli, ottenendo così l'effetto della parte esterna calda e di quella interna ancora fredda e cruda.
  8. Disporre i roll di tempura uramaki in un piatto da sushi, a scalare, uno accanto all’altro, decorare con germogli di rughetta su cui versare gocce di aceto ai mirtilli rossi. Il Fusion sushi con note della Val di Non è pronto per essere servito ai commensali, se preferite gustatelo utilizzando le apposite bacchette giapponesi!
Sigla.com - Internet Partner