Toma piemontese DOP

La toma piemontese è un formaggio prodotto unicamente con latte vaccino prodotto in Piemonte. Conosciuta sin dal XI secolo la toma piemontese un tempo veniva prodotta esclusivamente nelle aree montane. Ancora oggi la produzione di questo prelibato formaggio avviene ai piedi delle  alte vette alpine dove le vacche da latte possono nutrirsi con le profumate erbe e i fiori dei pascoli di montagna. E’ proprio il profumo intenso ed armonico che ricorda questi verdi prati la caratteristica principale della toma piemontese, che dal 1996 ha ottenuto la denominazione di origine protetta da parte della comunità europea.
L’intensità del sapore e degli aromi della toma mutano in relazione al tempo di stagionatura. Le forme cilindriche di questo gustoso formaggio piemontese riposano da un minimo di 15 sino a 60 giorni all’interno di tradizionali grotte o in ambienti idonei
Abbiamo intervistato Claudio Cerini, collaboratore dell’omonima azienda agricola, per farci spiegare cosa avviene nella fase di stagionatura della toma piemontese. Le forme di toma vengono ripulite dalle muffe che ne ricoprono la superficie e girate tre volte la settimana sino al raggiungimento della stagionatura desiderata.
La toma piemontese Dop è utilizzata in cucina per la preparazione di piatti gustosi. Nelle zone di produzione la toma è l’ingrediente essenziale per la preparazione di primi piatti saporiti e delle miacce,  tipiche cialde  preparate con una piastra particolarissima.

La linea Sapori&Dintorni Conad, da sempre attenta alla tutela delle eccellenze agroalimentari del territorio, annovera questo prodotto tipico piemontese nella gamma della sua ricca offerta. Potete trovare altre informazioni sul sito www.conad.it  

Sigla.com - Internet Partner