Dolci sbagli: gli errori più riusciti nella storia della cucina

30/11/2018

Non tutte le ciambelle riescono con il buco, recita il famoso detto. Gli errori in cucina hanno dato vita a molti dei piatti che troviamo sulle nostre tavole, in effetti, non sono altro che il risultato di catastrofici errori culinari. Nate per sbaglio o per caso alcune di queste ricette, a dispetto di qualsiasi previsione, sono diventate però dei veri classici della gastronomia e pasticceria mondiale. Ce lo insegnano anche i grandi chef come Massimo Bottura che dagli errori in cucina si impara. Lui spesso racconta la nascita del suo famosissimo dolce: ops, mi è caduta la crostata al limone. Può sembrare un'esclamazione ma in realtà si tratta proprio del nome di questo dolce, nato da un disastro culinario. Se avete visto la prima puntata di Chef's Table dove si raccontava proprio la vita di Massimo Bottura avrete sentito proprio questa storia. Tutto nasce quando il suo sous chef Takahiko Kondo fa cadere la crostatina al limone poco prima di servirla a tavola. Lo chef vede la bellezza in questa crostatina rovesciata e da allora la riproduce esattamente così. È dagli errori che si impara davvero. Ma vediamo quali altri piatti iconici sono nati da errori in cucina

 

Cucinare patatine fritte


Le patatine fritte sono un piatto così famoso in tutto il mondo che non si riesce nemmeno a pensare a un tempo quando non esistevano ancora. Uno dei piatti preferiti da adulti e bambini, le patatine fritte – racconta la leggenda – nacquero per colpa di un cliente piuttosto antipatico. Pare, infatti, che all’ennesima lamentela di un cliente riguardo allo spessore delle patate, il cuoco George Crum decise di prendersi una rivincita. Tagliò per ripicca le patate sottilissime, cospargendole di sale e poi le mise a friggere nell'olio bollente. Il risultato fu uno dei più grandi successi della storia della gastronomia. Un errore in cucina che conquistò anche l'antipatico ospito che non potè che apprezzare queste patatine che poteva mangiare anche con le mani. E siccome è una storia a lieto fine per tutti, lo chef Crum divenne gestore di un ristorante tutto suo, specializzato proprio in patatine fritte.
 

Sandwich: da dove deriva

L’origine del sandwich risale, invece, all’irrefrenabile passione per le carte di John Montagu, conte, per l’appunto, di Sandwich. Per continuare a giocare indisturbato le sue partite a carte, il conte Montagu ordinò una fetta di carne in mezzo a due fette di pane. In questo modo non avrebbe dovuto interrompere la sua partita per andare a tavola a mangiare. Fu proprio la sua stravagante richiesta a far nascere quello che oggi chiamiamo sandwich. È vero che non si tratta proprio di un errore in cucina, ma questa invenzione particolare per non mangiare a tavola, ha creato uno dei piatti più popolari della nostra epoca. E se la storia del sandwich è cominciata con una fetta di carne tra due fette di pane, ormai in quelle fette di pane ci mettiamo di tutto: da tonno, capperi e olive taggiasche del sandiwch mediterraneo, al pollo teriyaki con jullienne di carote e daikon.

La crêpe suzette

E sempre da un errore in cucina sono nate le famosissime crêpes suzette. Le crêpes suzette sono calde e morbide crêpes profumate da una salsa caramellata all'arancia e Grand Marnier. La nascita di queste crêpes risale a un pranzo regale del 1985. Si dice che il giovane assistente cuoco di Auguste Escoffier al "Cafè de Paris", tale Henri Charpentier, bruciò accidentalmente la salsa di accompagnamento di una pietanza destinata a Edoardo VII, principe del Galles. Fece cadere del liquore sulla crepe che si infiammò subito. Al futuro re di Inghilterra tuttavia questo esperimento piacque così tanto che fece chiamare questo piatto con il nome del suo  alla felice scoperta fu assegnato il nome della figlia di un suo amico che era con lui a tavola, Suzette appunto. Oggi la crêpes suzette continua a essere servita nei ristoranti che propongono cucina francese, e insieme a questa crepe ne esistono molte varianti.
 

 

Tarte tatin la ricetta originale

Ed è sempre stato un errore in cucina a creare una delle torte di mele più famose del mondo: la tarte tatin. Questo famoso dolce alle mele è stato inventato agli inizi del '800. A inventarlo furono le sorelle Carolina e Stephanie Tatin, albergatrici a Lamotte-Beuvron, proprietarie dell'hotel Tatin. Stephanie brucia una torta, e nella fretta ne prepara un'altra dimenticandosi di foderare la tortiera con la pasta brisè, Ricopre la torta con uno strato di sfoglia sopra le mele e termina la cottura. A fine cottura rovescia la torta sul piatto e la porta ai commensali che la divorarono letteralmente. Nel corso del tempo la tarte tatin si è guadagnato un posto di primo piano nei menù delle brasserie e ristoranti di cucina francese. Così famosa da avere anche delle versioni senza mele, come la tarte tatin di pomodorini e pasta fillo preparata dallo chef Massimo Spallino. 

 

I chocolate chip cookies

La nascita dei chocolate chip cookies si deve a un errore di valutazione. Questi deliziosi  biscotti con gocce di cioccolato sono stati inventati da Ruth Graves Wakefield, proprietaria di un ristorante nel Massachussettes. Nel 1930 stava preparando dei classici biscotti quando decise di aggiungere all'impasto delle scaglie di cioccolato. Inizialmente pensava che le scaglie si sarebbero sciolte per fare dei biscotti al cioccolato. Con sua grande sorpresa i pezzi di cioccolato rimasero perfettamente integri, dando vita ai noti biscotti che ancora oggi conosciamo e che sono un classico anche dei regali di Natale. 

 

Sigla.com - Internet Partner