24 ricette per preparare favolose tartare di pesce

Amiamo il pesce crudo alla follia. Lo amiamo sotto ogni forma: diventiamo matti per il sushi, ci siamo appassionati al cirashi e adesso abbiamo perso la testa anche per il pokè. In ogni caso uno dei piatti crudi più amati rimane la tartare: deliziosa ed estremamente versatile, non c'è bisogno di andare al ristorante per mangiarla, si può fare tranquillamente anche a casa. Sempre che abbiate acquistato un pesce super fresco. La tartare di pesce si può preparare con moltissimi tipi di pesce, dal branzino alle ostriche, e si può aggiungere frutta, verdura, condimenti e qualsiasi cosa vi piaccia per insapore la vostra squisita tartare di pesce

Come si prepara la tartare di pesce

Pulite il vostro pesce, togliete le spine e state attenti che non siano rimaste altre spine passando le dita sulla polpa. Sciacquate il pesce sotto l'acqua corrente e asciugatelo accuratamente con della carta assorbente. Una volta che l'avrete messo sul tagliere (un tagliere riservato al pesce, ma non c'è bisogno che lo dica, vero?) tagliate il filetto prima a strisce e poi a dadini. Cercate di fare dadini della stessa dimensione. Mettete tutto in una pellicola e mettete in frigorifero. Unite i condimenti e lasciate marinare in frigo per almeno mezz'ora. Poi è il momento di comporre il vostro piatto.

Tartare di salmone

È quasi certamente la tartare più conosciuta, apprezzata e consumata. Quasi sicuramente anche la tartare più semplice da fare, insieme a quella di tonno di cui parleremo dopo. La delicatezza del salmone lo rende un ingrediente estremamente versatile da utilizzare per le tartare e quindi le combinazioni qui sono quasi infinite. Se è la prima volta che preparate una tartare magari seguite le nostre indicazioni, poi avrete tempo di aggiungere, togliere, sostituire ingredienti e inventarvi un vostro stile. 

Tartare di tonno

Anche questa è una tartare semplicissima, così semplice che trovate la base già pronta al supermercato. Quindi se non volete acquistare il pesce e tagliarlo a cubetti perchè non vi fidate delle vostre abilità da chef, potete acquistare la base già pronta e concentrare le vostre energie a ideare e preparare condimenti e accompagnamenti. Se non avete mai preparato una tartare mi sembra un ottimo modo per cominciare.

Tartare di ricciola

La ricciola è il più pregiato tra i pesci azzurri, ha delle carni deliziose e compatte e il suo sapore è simile a quello del tonno. Anche per questo motivo è un pesce molto utilizzato per tartare e carpacci, un altro motivo è che si tratta di un pesce molto magro

Tartare di baccalà

La tartare non è certo la prima cosa che ci viene in mente quando acquistiamo il baccalà. Siamo più abituati a fare il baccalà mantecato o preparare con il baccalà delle ricette più complesse, forse più autunnali. Con queste due ricette proviamo a darvi un buon motivo per comprare il baccalà anche d'estate.
  • Gamberi rossi di Mazara del Vallo con tartare di baccalà in questo piatto la tartare di baccalà incontra un'altra delizia per il palato: i gamberi rossi di Mazara del Vallo. Si tratta di una specie di gambero pescato nelle acque del Mediterraneo. La sua caratteristica è il colore rosso intenso brillante e le sue carni compatte, bianche dal sapore unico. 
  • Tartare di baccalà con crema di carote e arance di Ribera DOP un antipasto di pesce davvero facile da preparare, fresco ma adatto all'inverno con le carote e le arance di stagione, perfetto per aprire un menu di pesce per una cena un po' più ricercata.

Tartare di capasanta

La tartare di capasanta è una tartare più particolare, probabilmente più comune sulle carte dei ristoranti che sulle tavole di casa. Questo forse perchè a casa le capesante siamo abituati a mangiarle gratinate al forno, o a scottarle in padella da aggiungere agli spaghetti. Ma provate a considerare anche di mangiarle crude, resterete stupiti. 

Tartare di alici

La tartare di alici è una tartare davvero particolare: le alici sono un pesce ottimo (che fa anche bene) ma dalla sapidità importante. Per questo è fondamentale scegliere degli abbinamenti che sappiano armonizzare bene il gusto del pesce con gli altri ingredienti del piatto. 

Tartare di gamberi

  • Tartare di gambero viola con gazpacho di cuore di bue quando si parla di gamberi rossi, si comprendono in realtà due specie diverse di gamberi: quelli propriamente detti rossi, e quelli chiamati viola. Si tratta comunque di un crostaceo dalle numerose proprietà nutritive: ricco di ferro e calcio, è un alimento considerato antiossidante. 
  • Tartare di gamberi con pesto e sale marino nero delle Hawaii i gamberi con il pesto siamo abituati a mangiarli anche con la pasta o addirittura con il risotto. La dolcezza dei gamberi ha un'affinità con la sapidità e il gusto del basilico unito al pecorino. È ora di provare questo abbinamento anche sotto forma di tartare.

Altre tartare: branzino e pesce spada

  • Tartare di branzino classica questa è la ricetta base della tartare di branzino, quella che dovete seguire alla lettera se è la prima volta che vi cimentate con questo tipo di piatti. Insieme al branzino ci sono timo, lime, aceto di mele e songino fresco. 
  • Tartare di pesce spada, mela verde e cipolla rossa protagonista assoluto di questa tartare è il pesce spada del Mediterraneo che, esaltato da note di acidità dell'aceto di riso , viene presentato senza sale, al fine di mantenere la sua naturale sapidità.

Sigla.com - Internet Partner