Le giornate dell'asparago istriano

Istria

24/03/2014 - 15/05/2014

Le giornate dell'asparago istriano-Evento--9

Chi si diletta a raccogliere asparagi deve mangiare la cima cruda del primo asparago raccolto all’inizio della stagione, se vuole evitare il morso dalla vipera in tutte le successive escursioni nei boschi.
È questa una delle antiche credenze istriane legate agli asparagi, dovute alla grande diffusione di questo ortaggio in particolare nell’Istria nord occidentale. Così comune e apprezzato da avere un evento a lui dedicato: le Giornate dell’asparago istriano, dal 24 marzo al 15 maggio 2014.

Dal 24 marzo al 15 maggio 2014 ristoranti e trattorie di Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie accolgono gli ospiti con prelibatezze a base di asparagi, nella tipica atmosfera di cordialità che contraddistingue questi luoghi. Sono le Giornate dell’asparago istriano, giunte quest’anno all’ottava edizione. Un’ottima occasione per i veri appassionati di cucina per gustare piatti a base di asparago selvatico: dai grandi classici della tradizione istriana come frittate, zuppe, pasta fatta in casa e risotti, alle originali combinazioni che vedono gli asparagi preparati con carne e pesce o addirittura come squisiti dessert. Il gusto leggermente amarognolo che contraddistingue l’asparago selvatico, il suo sapore intenso, abbinato alla freschezza dei prodotti tipici dell’Istria, sapranno entusiasmare anche i palati più fini.

Tra coloro che partecipano alla manifestazione, anche il Food & Wine Primizia, a metà strada tra il ristorante e la trattoria di alto livello, è un locale della stessa proprietà dell’Hotel San Rocco, situato proprio in centro a Verteneglio e inserito nella prestigiosa guida Gault Millau. Tradizionali piatti istriani, delizie dal forno a legna, ottime pizze, ingredienti che vengono direttamente dal territorio accompagnati dai migliori vini locali. Altro locale è il Tabasco di Cittanova, ristorante locanda particolarmente indicata per le specialità a base di pesce.

L’Asparago d’oro

Non ci sono solo le giornate, il territorio dell’Istria nord occidentale è tutto un fiorire di manifestazioni e feste dedicate a questo ortaggio. Il 22 aprile 2014 si svolge ad esempio  a Castelvenere (Kaštel)  l’Asparago d’oro, il concorso gastronomico internazione a sei mani che vede la partecipazione di un cuoco croato, uno italiano e uno sloveno. Il weekend 25-27 aprile 2014 è la volta della Culla dell’asparago selvatico sempre a Castelvenere, che attende tra gli altri ospiti anche la visita illustre del presidente della Repubblica Croata Ivo Josipovic. Mentre il 3 maggio 2014 a Cittanova la Sparisada: una giornata tutta dedicata proprio all’asparago, ideale per assaggiare i piatti tradizionali istriani, accompagnati dai vini locali e dai pregiati oli di oliva. Non mancherà programma musicale con majorette e mercatino di souvenir artigianali.

Andar per asparagi

Non c'è famiglia in Istria che con l’arrivo della primavera non si affretti a cercare nel bosco i primi verdi germogli. L’asparago selvatico è parte integrante della cultura, non solo culinaria, dell’Istria. Nei tempi passati gli asparagi venivano raccolti dai pastori istriani che, per aiutare la famiglia contadina, portavano a casa fasci di asparagi selvatici legati insieme con la ginestra. Oggi l’abitudine di andar per asparagi è un gradito svago per gli abitanti di questi luoghi, che oltre a passare alcune ore in movimento all’aria aperta, concludono la passeggiata con un pasto sano e appetitoso. Tra i prodotti selvatici più apprezzati dell’Istria, gli asparagi vengono raccolti tra metà marzo e fine maggio. Per trovarli occorre armarsi di grande pazienza e aguzzare la vista, dal momento che queste piante prediligono soprattutto i luoghi poco accessibili, come i cespugli spinosi.

La frittata con gli asparagi

Sebbene a colpo d’occhio si presenti scarso e sottile, l’asparago selvatico in cucina apre nuovi mondi, difficilmente si resiste al suo sapore amarognolo e intenso. Il modo più popolare di preparare gli asparagi selvatici è sicuramente nella frittata con uova fresche. Si spezzano i gambi con le mani a piccoli pezzi, si lavano e si cuociono in olio per ammorbidirli, quindi si aggiungono le uova sbattute già salate, si cuoce ancora per qualche minuto e la frittata è pronta! Gli appassionati li congelano in frigorifero per poter gustare il loro sapore unico anche fuori stagione. L’asparago, oltre ad essere un alimento molto equilibrato dal punto di vista nutritivo, è ricco di minerali e vitamine ed è noto per la sua azione purificante e diuretica.

Tutti i colori dell’Istria

Coste chilometriche e spiagge accarezzate da un mare cristallino, villaggi di pescatori che colorano l’entroterra e affascinanti borghi ricchi di cultura e storia. Siamo in Istria, nella parte nord occidentale, quella più vicina al confine italiano, dove sorgono 4 perle dell’Adriatico: Umago, Cittanova, Verteneglio e Buie. Un territorio ricco di meraviglie naturali, una tradizione culinaria che gode dei prodotti locali, strutture di lusso e comfort con centri benessere all’avanguardia: tutto questo assicura una vacanza all’insegna di cultura, wellness e buona cucina. Un ventaglio di colori, profumi e sapori!

Sigla.com - Internet Partner