10 cose che potete cucinare con i talli dell'aglio

Se siete assidui frequentatori dei mercati agricoli avrete sicuramente visto almeno una volta qualche verdura strana che ha attirato la vostra attenzione e che non avete mai cucinato. Di certo i talli dell'aglio non saranno passati inosservati, o magari li avrete scambiati per i ciuffetti verdi dei cipollotti o qualche altra verdura erbacea indecifrabile. Questi sottili gambi colorati pieni di curve sono di stagione tra la tarda primavera e l'inizio dell'estate e vengono di solito venduti in mazzetti. I talli dell'aglio sono quei germogli verdi che spuntano all'interno della pianta dell'aglio. Se non vengono raccolti sbocciano in fiori bellissimi (che da una pianta bistrattata come l'aglio non vi aspettereste mai) una volta che la pianta è giunta a maturazione. Nella maggior parte dei casi i talli vengono raccolti prima che fioriscano in modo che la pianta possa concentrare le sue energie a produrre un bulbo dal sapore favoloso. I talli hanno un sapore delicato e dolce, come quello dell'erba cipollina e dello scalogno, ma con un inconfondibile aroma di aglio molto più mite di quello del bulbo su cui sono cresciuti. 

Come si mangiano i talli dell'aglio

I talli crudi sono croccanti come asparagi o fagiolini, e potete mangiarli sia crudi che cotti, interi o tagliati a pezzetti. Prepararli non potrebbe essere più semplice: tagliate le estremità ed eliminate la punta fibrosa, poi tagliateli o come piccole monete o a bastoncini. La prima cosa a cui pensano tutti è di utilizzare i talli dell'aglio come utilizzate aglio e scalogno, ma sarebbe il modo più sbagliato per cucinare questi teneri viticci. La prossima volta che riuscite a trovarli al mercato prendetene un mazzo, potete tenerli in frigorifero in un sacchetto di plastica per settimane, poi provate queste 10 idee che vi diamo per provare i talli dell'aglio. 

1. Con i talli fateci il pesto

Frullate i tagli per ricavarne un delizioso pesto con l'aroma delicato di aglio. Fatelo con il basilico come lo fareste nel modo tradizionale (se avete bisogno di una ricetta infallibile la trovate qui) e aggiungete i talli. Se siete super fan dell'aglio potete anche eliminare il basilico. Altrimenti la proporzione è metà basilico e metà talli. Con il pesto siete liberi di sperimentare, tentate la fortuna con i fusilli con pesto alle zucchine, ma anche le tagliatelle al pesto di pistacchi e basilico. Il pesto va benissimo anche sul riso, e una ricetta per cominciare a farlo è il risotto con pesto di zucchine, cozze e bottarga

2. I talli amano le uova

La regola dice che quando acquistate una verdura nuova, che non sapete come trattare o come cucinare, la risposta sono sempre le uova! Una pioggia di uova. I talli con le uova ci vanno a nozze perchè uniscono il loro sapore delicatamente agliato alla dolcezza, morbidezza e cremosità dell'uovo. Potete scottarli leggermente in padella, magari con un goccio di olio di semi, e prepararci una frittata fantastica. Con la frittata non si sbaglia mai. Oppure potete unirli alle uova strapazzate: tagliateli finemente a rondelle e poi buttateli in padella. Adagiateli sulle uova alla fine della cottura, saranno fantastici. Se non avete idee per la frittata vi diamo qualche ricetta da provare:

3. I talli nel riso

Un altro modo molto semplice di utilizzare verdure e sapori che non conoscete e di abbinarli alle verdure o al riso. La stessa cosa vale per i nostri talli dell'aglio: tagliateli a rondelline molto sottili, come fareste con il porro, poi tuffateli nei vostri stir fry e nelle vostre padellate di verdure. Oppure, come vi accennavo, metteteli nel riso. Noi vi consigliamo di provare con l'insalata di riso vegana in agrodolce e il riso rosso con avocado, salmone e mango, dove creerà un delizioso contrasto con la dolcezza degli altri ingredienti. 

4. Preparate una vinaigrette

La vinaigrette classica è una cosa che conosciamo bene e sappiamo preparare tutti, ma non è male ogni tanto aggiungere nuovi sapori. Quindi prendete i vostri talli, tritateli bene e uniteli alla vostra vinaigrette per fare un'insalata buona come al ristorante. E se nel frattempo vi viene voglia di insalate nuove, provate con l'insalata nizzarda, l'insalata greca e l'insalata di avocado

5. Grigliate i talli

Non c'è modo più semplice di questo per preparare i talli dell'aglio: puliteli, lasciateli interi e buttateli sulla griglia rovente esattamente come avreste fatto se aveste voluto grigliare dei cipollotti o dei porri (leggete anche i nostri 5 trucchi per grigliare le verdure). E intanto che avete la griglia calda, vi diamo qualche idea per riempirla:

6. Create una salsa per carne e verdure

Sempre a proposito di griglia, perchè abbiamo capito che i nostri talli ci vanno a nozze, proviamo a preparare una salsa da utilizzare per la carne e le verdure grigliate. Tritate bene i talli dell'aglio e mescolateli alla vostra salsa preferita. Andrà benissimo anche la maionese, che anzi con l'aggiunta dei talli diventerà una bomba. La salsa allo yogurt e erba cipollina per accompagnare l'insalata di patate è un must dei pranzi estivi e i talli tritati le daranno un retrogusto unico

7. Mettete i talli dell'aglio sott'aceto

Ah le conserve. Chi ama cucinare adora le conserve perchè permettono di avere a disposizione per tutto l'anno cose che hanno una stagione brevissima e ben definita, come i nostri talli appunto. Io poi ho una passione per le verdure fermentate. Quindi tagliate i talli dell'aglio in pezzi da circa 15cm e prendete dei vasetti di vetro e metteteci dentro dell'aneto fresco e dei fiocchetti di peperoncino. Mettete un pentolino sul fuoco e portate a bollore aceto, acqua e sale. Mettete i talli nel vasetto e versateci sopra la salamoia che avete fatto bollire. Chiudete i vasi e fateli sobbollire in una pentola di acqua bollente per circa 10 minuti. Fateli raffreddare capovolti e lasciateli fermentare per un paio di settimane prima di mangiarli. 

8. Come il tallio sulla pizza

Può il tallio sulla pizza essere il nuovo cacio sui maccheroni? Possiamo stabilirlo in modo molto semplice: provate. Qui non ci sono ricette segrete (se non i nostri trucchi per preparare la pizza casalinga più buona del mondo): fate una semplice margherita, magari con l'aggiunta dei datterini gialli della piana del Sele, e cospargetela con i vostri talli saltati in padella con poco olio. Non buttate via l'olio ma usatelo per dare il tocco finale alla pizza. Potete anche prepare una focaccia se non siete convinti fino in fondo che la pizza è un'ottima idea, provate a farla sulla griglia rovente

9. È sempre tempo di un buon brasato

Prendete i vostri talli e lasciateli interi, dopo averli puliti come vi abbiamo insegnato. Poi, uniteli al fondo del vostro brasato preferito. Lasceranno un sapore di cui diventerete dipendenti. Un buon brasato di vitello al Barolo non può che beneficiare del delicato retrogusto agliato dei talli, stessa cosa vale per il brasato di manzo con cipolline caramellate.

10. Il burro aromatizzato ai talli

Se non avete mai provato ad aromatizzare il burro, dovete assolutamente entrare in questo tunnel da dipendenza, anche perchè per aromatizzare il burro non c'è limite alla fantasia. Tritate i talli, fate sciogliere un burro non salato e mischiateli insieme. poi fateli raffreddare in formine per il ghiaccio oppure lasciateli in frigorifero finchè non saranno malleabili e formate dei cilindri che potete tagliare a rondelle per quando ne avrete bisogno. Con il burro ai talli dell'aglio vi consigliamo di condire il pesce grigliato o cotto in padella, come il filetto di orata alla mediterranea.

Sigla.com - Internet Partner